mostra aiuto
Accedi o registrati
cronaca live

Dakar 2016. Live Day 11: vincono Meo (KTM) e Al Attiyah (Mini)

-

Da La Rioja a San Juan, i nostri eroi affrontano una tappona con speciale da 431 km e trasferimento da 281. Sabbia e fesh-fesh mettono a dura prova mezzi e piloti

Dakar 2016. Live Day 11: vincono Meo (KTM) e Al Attiyah (Mini)

Da La Rioja a San Juan, i nostri eroi affrontano una tappona con speciale da 431 km e trasferimento da 281. Sabbia e fesh-fesh mettono a dura prova mezzi e piloti. Nella gara delle moto Toby Price appare ora come il leader ormai incontrastabile. In quella delle auto l'equipaggio Peugeot con Stephane Peterhansele e Jean-Paul Cottret è al comando. Ma tutto può ancora accadere lungo i 431 km di prova cronometrata.


Cronaca in diretta

(ora italiana)

Ore 20.42
Nasser Al Attiyah (Mini) vince la sua seconda tappa alla Dakar 2016. Precede di 5'52'' Sébastien Loeb (Peugeot), che arriva alla fine trainato dal compagno di team Despres. Terzo a 8'05'' Stéphane Peterhansel (Peugeot), che si conferma ancora leader in classifica.

Nasser Al Attiyah (Mini)

Ore 19.30
Gara delle moto resa dura dal caldo: anche oggi la direzione interrompe la corsa per non mettere in crisi i piloti. Non mancano le critiche dei top rider. Che Dakar è una Dakar addolcita e resa alla portata di tutti? L'approfondimento del nostro inviato in Argentina Piero Batini ci svelerà i contorni di queste decisioni.

Ore 18.55
Confermato dai tempi aggiornati: Meo è ora terzo nella generale. Un grande risultato per il pilota che è alla sua prima stagione di rally.

Ore 18.23
Antoine Meo (KTM) vince la tappa con 18 secondi su Price, che resta leader nella generale. Il campione del mondo di enduro fa un balzo in avanti nella generale e si avvicina alle posizioni da podio!

Meo

Ore 18.10
Nasser Al Attiyah (Mini) al CP2 ottiene il miglior tempo davanti alle Peugeot.

Ore 18.02
Toby Price (KTM) allunga al CP4, quando mancano circa 40 km alla fine della tappa. Stacca Antoine Meo (KTM), secondo, e allunga di oltre dieci minuti sul suo rivale diretto Stefan Svitko. 

Ore 17.50
Cambio al vertice della tappa nelle auto. Stéphane Peterhansel dopo 243 km di speciale supera Sébastien Loeb e al CP2 ha un tempo migliore di 5 secondi.

Ore 16.35
Paulo Gonçalves (Honda) è costretto al ritiro dopo 118 km di speciale. I medici sono intervenuti in suo soccorso, nei prossimi minuti vi diremo come sta il pilota portoghese.

Ore 16.00
Toby Price al CP2 e precede Kevin Benavides di 3'02 e Stefan Svitko di 6'09'. Il leader della generale allunga sugli inseguitori.

Ore 15.30
Sébastien Loeb torna a ruggire e si piazza al primo posto davanti a Stéphane Peterhansel. Cyril Despres è al momento terzo: tre Peugeot DKR 2008 ai primi tre posti.

Ore 15.25
Antoine Meo perde parecchio terreno su Pablo Quintanilla e si trova ora sesto a 3 minuti dal cileno.

Ore 15.05
Problemi in vista per i motociclisti: le temperature superano i 40 gradi.

Ore 14.45
Paulo Gonçalves (Honda) cade e si fa male durante la prova speciale. Ora risulta fermo.

Ore 14.33
Antoine Meo (KTM) è secondo a 37 secondi di distacco da Toby Price (KTM).

Ore 13.54
Paulo Gonçalves (Honda) commette un grave errore di navigazione e perde molto tempo dopo 117 km di speciale.

Ore 13.30
Toby Price (KTM) conduce la tappa dopo 105 km. Ha già due minuti di vantaggio su Stefan Svitko che oggi partiva primo.

Ore 13.00
Le moto sono partire ora per la prova speciale di 430 km. Lo start è stato rinviato a causa dell'assenza degli elicotteri di assistenza, che ieri hanno dovuto fare gli straordinari.  Stefan Svitko (KTM) apre le danze, avendo vinto la tappa numero 10 di ieri.



Tappa Moto

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

49

KTM

05:19:08 - -

2

3

KTM

05:19:26 00:00:18 -

3

4

HUSQVARNA

05:21:56 00:02:48 -

4

7

YAMAHA

05:25:10 00:06:02 -

5

42

YAMAHA

05:31:17 00:12:09 -

 

Generale Moto

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

3

KTM

40:08:30 - -

2

5

KTM

40:43:53 00:35:23 00:01:00

3

49

KTM

40:52:16 00:43:46 -

4

4

HUSQVARNA

40:53:49 00:45:19 -

5

47

HONDA

41:05:35 00:57:05 -

 

Tappa Auto

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

300

MINI

04:49:16 - -

2

314

PEUGEOT

04:55:08 00:05:52 -

3

315

MINI

04:56:17 00:07:01 -

4

302

PEUGEOT

04:57:21 00:08:05 -
5

 

305

TOYOTA

05:01:13 00:11:57 -

 

Generale Auto

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

302

PEUGEOT

37:42:20 - -

2

300

MINI

38:34:15 00:51:55 00:01:00

3

301

TOYOTA

38:59:44 01:17:24 -

4

315

MINI

39:05:07 01:22:47 -

5

319

TOYOTA

39:28:56 01:46:36 -
  1 di 10  
  • lucamax62, Milano (MI)

    Una disfatta per il team HRC che aveva puntato moltissimo su questa competizione !

    Mi dispiace per il buon Martino Bianchi ma spero che questo sia di auspicio per HRC ad una disastrosa stagione anche in MotoGp per l'infame di Spagna.
  • Breha, Vimodrone (MI)

    Per vincere la Dakar servono i n. 1. Toby Price è il n. 1 in Australia e Meo lo è in Europa. Guarda caso sono primo e terzo.
    Certo, la moto non deve lasciarti a piedi ma non credo che il destino di Barreda e Goncalves sarebbe stato tanto diverso se avessero corso con una KTM.
    Prima c'è sempre l'uomo, poi il mezzo... io la penso così.
Inserisci il tuo commento