mostra aiuto
Accedi o registrati
cronaca live

Dakar 2016. Live Day 12: vincono Rodrigues (Yamaha) e Hirvonen (Mini)

-

La tappa da San Juan a Villa Carlos Paz è folle: 931 km complessivi, 481 di speciale tra le montagne rocciose. Non c'è la navigazione difficile del deserto, ma non bisogna esagerare con la velocità

Dakar 2016. Live Day 12: vincono Rodrigues (Yamaha) e Hirvonen (Mini)

La tappa da San Juan a Villa Carlos Paz è folle: 931 km complessivi, 481 di speciale tra le montagne rocciose. Non c'è la navigazione difficile del deserto, ma non bisogna esagerare con la velocità. 
Peterhansel e  Price hanno portato la Peugeot e la KTM al comando delle categorie auto e moto, ma nulla è ancora deciso. La speciale del giorno è infatti meno navigata, ma ugualmente impegnativa e difficile a causa del fondo a tratti roccioso e duro.
Ricordiamo che sono fuori nelle moto Botturi e Gonçalves; tra gli italiani sono ancora in gara e in ottima posizione Jacopo Cerutti (incredibile la sua 13esima posizione nella generale al debutto: bravissimo!), Paolo Ceci (33esimo), Metelli (43esimo), Lucchese (45esimo), Toia (47esimo). Il francese Espinasse è ancora in gara con la sua Husqvarna 125 2t: occupa l'83esimo posto.

Toby Price


Cronaca in diretta

(ora italiana)

Ore 22.30
Mikko Hirvonen (Mini) vince la tappa. Il finlandese, alla sua prima Dakar, rifila 9 secondi alla Mini di Nasser Al Attiyah. Stéphane Peterhansel non corre inutili rischi e chiude la tappa a 9 minuti dal vincitore. In fondo all'articolo trovate le classifiche.

Hirvonen


Ore 20.00
Helder Rodrigues (Yamaha) vince la lunghissima e difficile tappa odierna. Problemi per Meo, costretto a uno stop di diversi minuti a soli 40 km dalla fine. Il francese cade e si ferisce la mano.

Rodrigues

Ore 19.00
Pablo Quintanilla perde terreno e viene ripreso da Antoine Meo, che torna terzo nella generale.

Ore 17.40
Helder Rodrigues (Yamaha) sta dominando la speciale. Il portoghese al km 344 su 481 è in testa davanti a Kevin Benavides (Honda) di 2'41'' e Pablo Quintanilla (Husqvarna) di 4'01''.

Ore 16.49
La situazione della gara delle moto al CP3 (dopo 248 km): Kevin Benavides (Honda) è il più lesto e dà 10 secondi a Pablo Quintanilla (Husqvarna). Helder Rodrigues (Yamaha) è terzo a 45 secondi. Troviamo poi Toby Price (KTM) quarto e Antoine Meo sesto.

Ore 16.30
Nasser Al Attiyah (Mini)  è entrato in speciale, anche le auto affrontano 481 km di special.

Ore 15.27
Al CP1 (dopo 155 km) Pablo Quintanilla conduce davanti a Price e Meo, che corrono insieme. Il francese della KTM ha ridotto a 3'06'' il suo distacco dal pilota Husqvarna.

Ore 14.49
Il primo Way Point è a 55 km dal via e ci conferma il passaggio di  Toby Price insieme al compagno Antoine Meo (su cui ha recuperato quindi 3'32''). Pablo Quintanilla è il più rapido e passa al terzo posto virtuale della classifica generale, scavalcando ora proprio Meo. Ma siamo solo all'inizio di questa tappa infinita.

Ore 14.15
Meo non prende rischi. In speciale rallenta, aspetta che Toby Price lo raggiunga e poi procedono insieme. E' un'ottima tattica, che dà anche un certa serenità all'australiano in caso di caduta o guasto.

Ore 13.45
Antoine Meo è il primo concorrente in speciale, dovrà affrontare 481 km. E' terzo in classifica e deve guardarsi le spalle dal quarto, Pablo Quintanilla (a meno di due minuti da lui). Sono al via 85 moto, 25 quad, 69 auto e 46 camion. 

Ore 12.00
I primi piloti arriveranno in speciale intorno alle ore 13.

 

Tappa Moto

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

7

YAMAHA

05:57:24 - -

2

3

KTM

06:04:56 00:07:32 -

3

47

HONDA

06:05:19 00:07:55 -

4

5

KTM

06:07:12 00:09:48 -

5

42

YAMAHA

06:07:52 00:10:28 -

6

4

HUSQVARNA

06:12:47 00:15:23 -

7

23

KTM

06:17:28 00:20:04 -

8

49

KTM

06:36:00 00:38:36 -

 

Generale Moto

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

3

KTM

46:13:26 - -

2

5

KTM

46:51:05 00:37:39 00:01:00

3

4

HUSQVARNA

47:06:36 00:53:10 -
4

 

7

YAMAHA

47:07:55 00:54:29 00:02:00

5

47

HONDA

47:10:54 00:57:28 -

6

49

KTM

47:28:16 01:14:50 -

 

Tappa Auto

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

315

MINI

05:34:17 - -

2

300

MINI

05:34:26 00:00:09 -
3

 

319

TOYOTA

05:35:02 00:00:45 -

4

301

TOYOTA

05:35:14 00:00:57 -
5

 

304

MINI

05:37:26 00:03:09 -

 

Generale Auto

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

302

PEUGEOT

43:27:42 - -
2

 

300

MINI

44:08:41 00:40:59 00:01:00

3

301

TOYOTA

44:34:58 01:07:16 -

4

315

MINI

44:39:24 01:11:42 -

5

319

TOYOTA

45:03:58 01:36:16 -
  1 di 14  
  • arnzanch@gmail.com

    Come ho anticipato ieri KTM ha trovato il degno erede di Marc Coma. Toby Price oggi ha corso più con la testa che con la manetta, ha controllato e senza grossi rischi è comunque arrivato secondo dietro Rodriguez. Bravo e grande KTM
Inserisci il tuo commento