domeniche a piedi

Milano: blocco del traffico domenica 12 maggio 

Domenica 12 maggio blocco del traffico a Milano. Una giornata senza auto e moto dalle 10:00 alle 18:00

Tutto su: Attualità | Ecologia

  • Aggiungi a MyAuto
  • Invia a un amico
  • Stampa
blocco traffico milano

Domenica 12 maggio blocco del traffico a Milano. Una giornata senza auto e moto dalle 10:00 alle 18:00 per vivere al meglio la città. Una domenica che, in concomitanza con la Giornata Mondiale della Bicicletta, vedrà le due ruote come assolute protagoniste, con decine di pedalate, tra cui Cyclopride.

Auto e moto si fermeranno dalle 10 alle 18 in tutto il territorio cittadino. Potranno comunque circolare le auto elettriche e quelle munite di contrassegno per persone con disabilità, le auto del car sharing, i mezzi di servizio e assistenza per il bike sharing, i taxi, i veicoli di soccorso, i mezzi di Forze di Polizia, Forze armate, Vigili del Fuoco e Protezione civile, i mezzi riferibili a emergenze sanitarie. Deroghe anche ai mezzi privati di coloro che devono partecipare a cerimonie religiose (cresime in particolare).

Sarà possibile viaggiare per l’intera giornata in città con un unico biglietto singolo all’interno della rete urbana gestita da Atm. L’agevolazione sarà estesa alle linee extraurbane gestite da Atm: anche in questo caso il biglietto cumulativo (con tariffa coerente con la tratta percorsa) avrà validità giornaliera.

Sarà anche una DomenicAspasso ricca di iniziative culturali

Spicca il programma di Piano City: da segnalare #10 Pianos Street, in via Palestro 16, una installazione-concerto a "chilometro zero" con dieci pianoforti completamente elaborati sul piano visivo da due street-artist milanesi, fungo e zoow 24. Su questi pianoforti verrà eseguita una suite originale molto particolare, scritta appositamente per l'installazione.  Ci saranno 5-6 performances al giorno. I pianoforti, i classici vecchi verticali "di casa" rimessi a posto, sono in vendita: il ricavato andrà a Missione Sogni, onlus di Antonella Camerana che si occupa di realizzare i sogni dei bambini gravemente malati.

Auto e moto si fermeranno dalle 10 alle 18 in tutto il territorio cittadino. Potranno comunque circolare le auto elettriche e quelle munite di contrassegno per persone con disabilità e le auto del car sharing


Chi viaggerà in metropolitana potrà assistere a Piano City Underground: concerti presso le stazioni MM3 Bicocca, MM2 Porta Venezia, MM2 Garibaldi) mentre in superficie ecco il Piano Tram: una vettura storica che, dotata di pianoforte, offrirà musica dal vivo circolando per la nostra città. Partenze da piazza Castello e piazza Fontana con ‘corse a tema’: dalle canzoni di Jannacci a quelle di lotta, dai Beatles al Ragtime. Per info e orari consultare il sito dedicato.

Domenica ci sarà anche la Festa del Cinema: tutti i film a soli 3 euro. L’iniziativa permetterà per esempio a una famiglia di quattro persone di spendere meno di 20 euro per andare al cinema e spostarsi con i mezzi pubblici per tornare a casa. Per l’occasione, dalle ore 11 allo SpazioCinema Anteo, la presentazione di ‘Cinemamme: per non rinunciare al cinema durante l’allattamento’, con proiezione del film ‘Tutto parla di te’. Si tratta di un’anteprima del progetto che prenderà il via il prossimo autunno al cinema Anteo, che aprirà le porte ai passeggini per offrire ai neo-genitori una proiezione a misura di bebe' in un ambiente accogliente. Ci saranno il fasciatoio nel bagno, l'area giochi nel foyer, lo scalda-biberon al bar, il volume piu' basso, la luce soffusa, l'allattamento in sala durante la proiezione e il pianto libero.

Ritornano le visite straordinarie a Luoghi Aperti, con l'accoglienza dei Volontari Touring per il Patrimonio Culturale. Tutti gli appuntamenti sul sito dedicato. Da segnalare: la Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore in corso Magenta 13, dalle 13.30 alle 17.30, con visite gratuite accompagnate da un concerto di flauto; la Collezione Grassi presso la Galleria d'Arte Moderna (II piano) in via Palestro 16 (9 - 13; 14 -17.30) con accompagnamento di un concerto di violoncello e l’Area Archeologica della Basilica dei Santi Apostoli e Nazaro Maggiore, piazza San Nazaro in Brolo 5 (14 - 17.30) con accompagnamento di un concerto d'organo.
 

Domenica ci sarà anche la Festa del Cinema: tutti i film a soli 3 euro. L’iniziativa permetterà per esempio a una famiglia di quattro persone di spendere meno di 20 euro per andare al cinema e spostarsi con i mezzi pubblici per tornare a casa

Ai giardini di via Montello 6, dalle 12, appuntamento con i ‘Pic Nic musicali in Giardino’: si tratta di picnic all’aperto e aperti a tutti coloro che sono interessati a trascorrere una domenica insolita nel prato del giardino, accompagnati dalle note musicali di una band o cantautore, in chiave acustica. I picnic musicali acustici, senza amplificazione elettrica, sono l’occasione ideale per vivere il giardino e ascoltare musica live grazie al silenzio surreale dei solitamente trafficati Bastioni di Porta Volta. Il giardino offre il coperto, che include pane, acqua pubblica, frutta e una tovaglietta da picnic. Sarà premura degli invitati portarsi il companatico preferito. Gli ospiti sono invitati a scegliere l'angolo del giardino a loro più congeniale: all'ombra del platano, tra i profumi delle aromatiche, sul prato al sole, tra le primule in fiore.

Il musicista invitato deciderà dove suonare all'interno del giardino, se posizionarsi di fronte al pubblico su un palco immaginario, o cantare tra la gente. Dopo l’esibizione, il giardino si apre alle improvvisazioni del pubblico presente: sarà aperto a chiunque voglia suonare e accompagnare il pomeriggio con il proprio strumento.

Domenica alle ore 10.30, Palazzo Marino apre le porte ai milanesi per “Area P – Milano incontra la poesia”. L’ospite di questo incontro è Tommaso Kemeny, che leggerà un poemetto gastronomico e altri nutrienti. L’ingresso è gratuito. “Area P” è un’iniziativa promossa dalla Presidenza del Consiglio comunale e dall’assessorato alla Cultura del Comune di Milano: poeti, editori e attori dedicano un’ora alla poesia, leggendo componimenti in versi, interpretando un autore o una scelta di brani. Tutte le informazioni sul sito dedicato.



09/05/2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono stati inseriti 8 COMMENTI. Commenta »

  • 1. bastaaaaaaaaa!!!!!

    con questo blocco del traffico!!! se una persona vuole usare la bicicletta o andare a piedi può usare i marciapiedi e le piste ciclabili come in tutte le città del mondo!!!!

  • 2. Domeniche a piedi: no grazie

    La domenica si spera sia bel tempo: si puo' fare un giro in bici nei parchi oppure una bella gita fuori porta in automobile.
    Se è brutto tempo, si sbrigano le commissioni negli n-mila centri commerciali oppure si fa visita ai parenti; ops non si puo' usare l'auto tutto il giorno? a vabbè allora ci si chiude in casa e si spera nella pay tv. ah ma piove, la parabola non va! e vai di internet con l'ondemand, basta pagare!

    Non si puo' pagare? Cavolacci di chi è povero! la giunta comunale però puo' fare il suo festino in piazza, bloccando tutta Milano.

    Domeniche a piedi? no grazie, non servono proprio a nulla, anzi sono dannose.

    Ma tanto se lo scrivo io non mi ascolta nessuno, deve dirlo Fazio.

    Ora scrivo una letterina a Papa Francesco gli chiedo se cortesemente può dire a Pisapia di non fare la Zitella Acida.

    Ciao


  • 3. Blocco

    Domenica c'è il blocco, lo sapevate? quindi o avete voglia di pedalare con Pisapia oppure cortesemente state chiusi in casa senza fiatare.

    Ma per favore, finiamola con queste buffonate! Volete organizzare una biciclettata? Organizzatela nei parchi dell'hinterland, ce ne sono a pacchi!

    E lasciateci stare a noi milanesi!

  • 4. Basta con queste buffonate

    Le domeniche a piedi sono un'inutile spreco di denaro e un inutile disagio arrecato a tutti. Se avete mai girato Milano di domenica, saprete che comunque ci sono pochissime auto. Quindi il blocco del traffico non fa alcuna differenza all'inquinamento, costa un sacco di soldi al comune e arreca disagi a coloro che devono usare l'auto o la moto per entrare o uscire dalla città. Oltre a questo, se provate a tornare a milano alle 18 c'è un traffico enorme, pieno di macchine ferme e questo sì che crea inquinamento!!! Gente che prende questi provvedimenti e spende questi soldi in comune, dovrebbe quanto mene rendere conto ai cittadini con dati VERI.

  • 5. Fare una class action per chiedere il rimborso

    Un soppruso bello e buono perchè di fatto si limita la liberta personale.
    Poi di queste 8 domeniche bisognerebbe fare una class action per recuperare i costi di bollo ed assicurazione non usufruiti.
    Ogni mille euro sono esattamente 22 euro che il Sindaco di Milano dovrebbe rimborsare per ogni utente depredato del suo buon diritto.

    N.B. C'è la SBK a Monza ed il sindaco blocca tutti !

  • 6. Più che di Pisapia

    credo sia farina di Pierfrancesco Maran (assessore ambiente e mobilità)
    ho sentito qualche suo intervento in Tv e credo che secondo lui dovremmo andare tutti a piedi sempre.
    Questo dopo quello che ci costa gestire auto e moto.
    Dobbiamo a lui ogni vessazione che dobbiamo subire circa la nostra libertà di movimento, libertà che paghiamo salata.
    Questi non hanno ancora capito che comandiamo noi e loro sono i nostri dipendenti e noi non facciamo nulla per farglielo capire.

  • 7. Quanta ipocrisia...

    Mha... e pensare che In generale in tutta il territorio Lombardo è piovuto praticamente per due mesi di fila.. Mi domando, Il livello delle polveri
    sottili non si è abbassato..? Se fossimo in una fase di netta siccità... che succedrebbe? fermiamo le auto e le moto a tempo indeterminato..?Ormai quello delle domeniche a piedi è il consueto mezzo per tenersi buoni i verdi e qualche altro partito.. con tutto il rispetto! Sappiamo bene tutti che questo è soltanto un piccolo pagliativo per nulla risolutivo. Il vero problema è che nellla nostra città non ci sono piste cilclabili e se ci sono sono davvero insufficienti ed inadeguate. (non siamo in Olanda o in Svezia) Dunque propongo
    ai sostenitori delle domeniche a piedi e di altre iniziative analoghe di fare manifestazioni e quant'altro occorra a reclamare spazi adeguati all'utilizzo delle bici e via dicendo...questo il problema.. Io lavoro dal lunedi al sabato
    (fino alle 20,00) sinceramente.. vorrei dormire fino a mattina inoltrata
    durante la domenica per poi essere libero di prendere la mia auto o moto ed allontanarmi.. ed invece no .Mi devo svegliare alle 7,00... oppure a casa.. Per non parlare di chi ha problemi più seri tipo parenti da visitare che magari hanno bisogno di aiuto e via dicendo.(tanto prima o poi tocca a tuttianche a coloro che reclamano tanto la bici o i piedi) Mi sembra davvero assurdo.Purtroppo parlare serve a poco.. soltanto uno dei pochi problemi che tuttora sussistono dovuti alla malgestioneed indifferenza che regna un po' ovunque nel nostro paese

  • 8. ahahah

    parlano tanto di iniziative per far ripartire l'economia ma le uniche iniziative che mettono in atto sono sempre e solo piu restrittive e quindi peggiorative o punitive.

 
Ricerca articoli
 
Ricerca Concessionarie:

Ultime notizie da Moto.it Leggi tutte le notizie di moto
 
ATTENZIONE