close-up

Volvo C30 Electric: il particolare sistema di condizionamento 

Il costruttore svedese ha rilasciato ulteriori informazioni sulla Volvo C30 Electric, una vettura 100% elettrica, dotata di un sofisticato sistema di condizionamento, volto a garantire l’autonomia e la salvaguardia delle batterie, senza sacrificare il confort a bordo

Tutto su: Tecnologia | Auto elettrica | Video

  • Aggiungi a MyAuto
  • Invia a un amico
  • Stampa
volvo c30 electric 10

La Casa scandinava ha rilasciato ulteriori informazioni ufficiali sulla Volvo C30 Electric, una vettura 100% elettrica, sviluppata e testata durante i rigidi inverni del Nord Europa, e dotata di una tecnologia volta a favorire l'utilizzo quotidiano con temperature al di sotto degli zero gradi, senza compromettere le caratteristiche dinamiche o il confort dei passeggeri.

Lennart Stegland, Vice President Sistemi di Propulsione Elettrica presso Volvo Car Corporation ha dichiarato: «Il nostro punto di vista fondamentale è che il possessore di un veicolo elettrico non debba rinunciare a nessuna delle caratteristiche che si aspetta di trovare in un’auto di categoria superiore. Il nostro obiettivo è creare soluzioni innovative che rendano facile l'utilizzo e la gestione dell'auto elettrica in tutte le condizioni.»

Per mantenere le batterie in buone condizioni e una temperatura confortevole all'interno dell'abitacolo, in climi dove il termometro scende spesso sotto lo zero, è necessario un grande quantitativo di energia.  Poiché l’autonomia di percorrenza si riduce drasticamente, qualora l’energia venisse prelevata direttaemente dal pacco batterie dell'auto, Volvo Car Corporation ha deciso di elaborare una soluzione maggiormente efficiente e flessibile. A bordo della C30 Electric non è necessario sprecare l'energia della batteria del motore per mantenere caldo l'abitacolo.

Il particolare sistema di pre-condizionamento e di monitoraggio della batteria

Nella Volvo C30 Electric il sistema di condizionamento può essere attivato già durante la ricarica, così che l'abitacolo sappia offrire ai passeggeri una temperatura ottimale quando si inizia la guida, mentre il timer del pre-condizionamento può essere programmato attraverso le impostazioni di menu dell'auto.

Quando viene attivato, un riscaldatore a immersione da 6 kW utilizza la corrente della presa a muro per riscaldare il fluido refrigerante all'interno del sistema di climatizzazione e il riscaldamento viene utilizzato sia per mantenere la batteria in buone condizioni d'esercizio, che per pre-riscaldare l'abitacolo.

volvo c30 electric 13
La Volvo C30 Electric è stata sviluppata e testata nella fascia artica della Svezia

Gli ingegneri dell’Azienda scandinava hanno installato un sistema di monitoraggio volto a salvaguardare la durata del pacco batterie, tanto che durante la ricarica, il pacco batterie viene riscaldato automaticamente quando la temperatura arriva a - 15° C.

Se invece l'automobile dovesse venire parcheggiata in un luogo che non offre possibilità di ricarica, il riscaldamento automatico della batteria viene avviato solo a -19° C, al fine di garantire una maggiore efficienza della stessa. L'abitacolo inoltre può essere pre-riscaldato anche attraverso un riscaldatore alimentato a combustibile, nel caso in cui il cavo di ricarica non sia inserito.

Per spostamenti più brevi, in giornate moderatamente fredde, si può utilizzare l'elettricità della batteria per alimentare il sistema di climatizzazione. In questo modo si mantiene la capacità a zero emissioni inquinanti, ma l'autonomia di percorrenza risulterà alquanto ridotta.


Lennart Stegland ha aggiunto: «A differenza della maggior parte delle automobili elettriche oggi disponibili sul mercato, con la C30 Electric l'automobilista non deve rinunciare a una generosa autonomia di percorrenza per avere una temperatura gradevole nell'abitacolo persino nelle giornate invernali particolarmente rigide. L'unità di climatizzazione è programmata per adattarsi al tipo di viaggio. Quando la capacità della batteria è necessaria per garantire la massima mobilità, viene utilizzato il riscaldatore a combustibile.»

Il riscaldamento rapido

Se la vettura viene parcheggiata in un luogo che non offre possibilità di pre-condizionamento, le tre fonti di riscaldamento cooperano al fine di sbrinare i finestrini e riscaldare l'abitacolo rapidamente. La Casa ha dichiarato che quando il riscaldatore elettrico, il riscaldatore a immersione e l'unità a combustibile funzionano congiuntamente, la temperatura desiderata viene raggiunta nel giro di pochi minuti.

volvo c30 electric 7
La C30 Electric vuole offire lo stesso livello di confort di una qualsiasi vettura Volvo

Le fonti di riscaldamento cooperano al fine di raggiungere il compromesso ottimale fra confort e autonomia di percorrenza, così che le due unità elettriche vengono spente automaticamente quando non sono più necessarie, lasciando al riscaldatore a combustibile il compito di mantenere caldo l'abitacolo a lungo termine.

Severi test in climi freddi

Volvo Cars ha dichiarato di aver utilizzato per la C30 Electric i medesimi test che devono essere soddisfatti da tutti gli altri modelli Volvo. Per quanto riguarda i climi freddi, l'auto è stata testata in condizioni estreme per garantire che l’innovativa tecnologia di cui è dotata funzioni anche a temperature fino a -30°C.

Lennart Stegland ha conluso dicendo: «Non accettiamo compromessi e dobbiamo perciò assicurare che la C30 Electric si comporti come previsto durante la guida, il parcheggio e la ricarica in una serie di condizioni diverse, dalle temperature normali fino al caldo o al freddo estremo. La fascia artica della Svezia è il luogo ideale per le prove sotto zero.»



26/03/2012

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre notizie su:Volvo C30

Sono stati inseriti 0 COMMENTI. Commenta »

     
    Ricerca articoli
     
    LISTINI, PREZZI, BROCHURE
    Acquista nuove, km 0, usate
    Ricerca Concessionarie:

    Ultime notizie da Moto.it Leggi tutte le notizie di moto
    • Andorra 500 by Cyril Despres

      Un affascinante rally stradale per moto d’epoca organizzato dal cinque volte vincitore della Dakar nel Principato di Andorra

    • Ducati Scrambler: made in Asia?

      Sui siti stranieri si discute da giorni sul luogo di produzione della nuova Scrambler. Secondo alcuni la nuova Ducati sarebbe costruita solo in Asia. Ecco come stanno le cose

     
    ATTENZIONE