mostra aiuto
Accedi o registrati
GP Gran Bretagna 2017

F1, GP Silverstone 2017: pole per Hamilton. Secondo Raikkonen

-

Pole position per Lewis Hamilton in Gran Bretagna davanti a Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel

F1, GP Silverstone 2017: pole per Hamilton. Secondo Raikkonen

Nelle qualifiche di Silverstone ad imporsi è stato Lewis Hamilton: sarà il pilota inglese a scattare dalla pole position nel Gran Premio di Gran Bretagna, decima prova del mondiale 2017 di Formula 1. 1'26"600 è il crono colto dall’alfiere della Mercedes, al sessantasettesimo acuto al sabato in carriera e al sesto stagionale. Con questo risultato, Hamilton si porta a meno uno da Michael Schumacher, in vetta alla classifica dei poleman più prolifici di tutti i tempi. Non solo: quella di oggi è la quinta pole in carriera a Silverstone, così come Jim Clark. Completa la prima fila Kimi Raikkonen; terza posizione per Sebastian Vettel. Il risultato delle qualifiche è stato sub judice per un'ora circa: Hamilton era finito sotto investigazione per aver ostacolato Grosjean nella Q3, ma i commissari hanno deciso di non punirlo.

Le qualifiche sono iniziate all’insegna di una leggera pioggia: la pista si è bagnata abbastanza da richiedere l’uso delle intermedie. Chi, come Bottas e Hamilton, ha provato le supersoft, si è dovuto arrendere. La Q1 si è disputata con pneumatici da bagnato fino agli ultimi minuti, quando diversi piloti hanno tentato l’azzardo delle supersoft. Ad inizio Q2 Bottas è sceso in pista con le soft, a differenza dei diretti concorrenti, ed è riuscito a passare il taglio con questa mescola, con cui vedrà il via della corsa. Il miglior tempo nella Q2 è stato colto invece da Hamilton.

Quarta posizione per Valtteri Bottas, che, però, scatterà più indietro. Al finlandese è stata comminata una penalità di cinque posizioni in griglia per la sostituzione del cambio sulla sua W08 prima delle sei gare consecutive richieste dal regolamento. Bottas ha preceduto il pilota della Red Bull, Max Verstappen. Nico Hulkenberg si dimostra sempre competitivo in qualifica, a maggior ragione in condizioni miste – vedasi l’unica pole della sua carriera, in Brasile nel 2010 -; il tedesco scatterà dalla quinta posizione.

Sempre solidi i due alfieri della Force India, Sergio Perez ed Esteban Ocon, settimo e ottavo, rispettivamente. Segue Romain Grosjean, che ha scelto per questo weekend i freni Carbone Industrie al posto di quelli Brembo. Convince Stoffel Vandoorne: il pilota della McLaren è riuscito ad approdare alla Q3, rifilando mezzo secondo ad Alonso. Vandoorne sembra essere decisamente a suo agio in condizioni di pista in via di asciugamento.

Non sorride l’altro pilota di casa in Inghilterra, Jolyon Palmer: ancora una volta il confronto con Hulkenberg, quarto nella Q2, è impietoso. Seguono Daniil Kvyat, della Toro Rosso, e Fernando Alonso, della McLaren Alonso si è tolto la soddisfazione di cogliere il miglior tempo nella Q1 con le supersoft: un risultato, questo, che ha generato un boato da parte dell’esperto pubblico di Silverstone.

Una gioia per l’asturiano, costretto a scattare dal fondo dello schieramento per la solita penalità monstre comminatagli per la sostituzione di svariati componenti della power unit Honda. Male lo spagnolo della Toro Rosso, Carlos Sainz, e Felipe Massa, della Williams.

Il primo degli esclusi dalla Q1 è Lance Stroll: il pilota della Williams, dopo diverse prestazioni convincenti, sembra avere accusato difficoltà in condizioni miste della pista. Fuori anche Kevin Magnussen, della Haas Racing, eliminato a differenza del compagno di squadra, Grosjean. Diciottesima e diciannovesima posizione, rispettivamente, per i due alfieri della Sauber, Pascal Wehrlein e Marcus Ericsson.

Il colpo di scena della giornata è l’esclusione dalla Q2 di Daniel Ricciardo: il pilota australiano, autore del miglior tempo provvisorio nella Q1, è stato tradito dal turbocompressore della sua RB13 quando mancavano dieci minuti al termine della prima tranche delle qualifiche. La gara si preannuncia in salita per Ricciardo: al pilota della Red Bull, infatti, è stata comminata una penalità di cinque posizioni in griglia per la sostituzione del cambio. Ricciardo prenderà così il via dal fondo dello schieramento.

Le qualifiche minuto per minuto

15.07 Pole per Hamilton! Raikkonen è in prima fila con lui. Terzo Vettel.

15.05 Hamilton è l'unico dei primi a migliorarsi nel primo settore.

15.03 Attenzione: Hamilton è sotto investigazione per aver ostacolato Grosjean. 

15.02 Perez e Ocon scendono in pista.

14.58 Questi i primi cinque: Hamilton, Vettel, Bottas, Raikkonen e Verstappen.

14.56 Vettel è secondo, a 199 millesimi da Hamilton. 

14.54 1'27"231 per Hamilton: 3 decimi rifilati a Bottas. 

14.52 Semaforo verde: inizia la lotta per la pole. 

14.45 Questi gli esclusi dalla Q3: Palmer, Kvyat, Alonso, Sainz e Massa. Miglior tempo per Hamilton.

14.44 Vettel e Raikkonen davanti a tutti. 

14.43 La pista va migliorando, e tutti sono in pista per cercare il tempo. 

14.40 Questa la zona eliminazione al momento: Perez, Grosjean, Palmer, Massa e Sainz.

14.39 Molti rientrano ai box per il cambio gomme. Vettel, tanto per cambiare, si lamenta. 

14.38 Hamilton sale al top. 

14.37 Vettel secondo a due decimi con le supersoft.

14.36 Con pista in miglioramento, Bottas vola e sale al comando. 

14.35 Bottas è ora terzo con le soft.

14.35 Hulkenberg davanti a tutti. 

14.35 Hamilton ruba la prima posizione a Raikkonen. 

14.34 Raikkonen balza al top, davanti a Vettel.

14.33 Bottas accusa un ritardo di quasi due secondi. 

14.31 Il primo tempo è l'1'33"917 di Verstappen.

14.30 Bottas esce con le soft ad inizio Q2.

14.23 Questi gli esclusi: Stroll, Magnussen, Wehrlein, Ericsson e Ricciardo.

14.22 Ocon è quinto. Alonso davanti a tutti! Boato del pubblico.

14.22 Alonso ce la fa per un pelo a conquistarsi il giro con le supersoft. 

14.21 Azzardo che paga: Ocon è molto veloce.

14.20 Alonso tenta l'azzardo con le supersoft, così come Ocon. 

14.19 Verstappen balza in testa.

14.19 I primi cinque: Vettel, Raikkonen, Hamilton, Perez e Grosjean.

14.18 Questa la zona eliminazione al momento: Kvyat, Stroll, Palmer, Wehrlein e Alonso.

14.17 Vettel gli ruba il posto.

14.16 Hamilton balza in testa alla classifica. 

14.15 Quinto tempo per Raikkonen. 

14.14 Raikkonen si trova vicino alla zona eliminazione al momento. 

14.11 Si riprende.

14.08 Bandiera rossa per recuperare la vettura di Ricciardo, fermato da problemi al turbo.

14.07 Ricciardo è fermo a bordo pista.

14.06 In Mercedes sono sicuri del miglioramento del meteo.

14.05 Diverse correzioni per Hamilton.

14.05 Quarto tempo per Vettel e sesto per Raikkonen.

14.04 Ricciardo lo batte, così come Hulkenberg, sempre competitivo in queste condizioni miste. 

14.03 Tutti rientrano a montare le intermedie. Il primo tempo è un 1'43"166 di Max Verstappen.

14.02 Bottas e Hamilton sono in pista con le supersoft. Non è facile.

14.01 Scelta conservativa della Red Bull: Ricciardo esce con le intermedie, così come Raikkonen.

14.00 Una leggera pioggia sta cadendo a Silverstone. Aumenterà?

14.00 Semaforo verde a Silverstone: inizia la Q1.

A Silverstone i riflettori sono tutti puntati su Lewis Hamilton: è l'idolo di casa l'indiziato numero uno per la pole position del Gran Premio di Gran Bretagna, decima prova del mondiale 2017 di Formula 1. Il pilota britannico, reduce dal deludente weekend di gara in Austria, ha bisogno di una vittoria davanti all'adorante pubblico di casa, non solo per una questione psicologica, ma anche in ottica mondiale: una prova di forza sarebbe molto importante alla vigilia della pausa estiva. 

La "diva", la Mercedes W08, sembra ben sposarsi con le caratteristiche di una delle piste più attese quest'anno: le curve rapidissime che caratterizzano il tracciato di Silverstone portano all'estremo la filosofia aerodinamica dietro le vetture frutto del regolamento tecnico per la stagione 2017. E tra queste proprio la monoposto della scuderia di Brackley sta mostrando la capacità di ben figurare nei cambi di direzione velocissimi di Silverstone, molti dei quali da affrontare praticamente in pieno. 

Per Hamilton la pole position diventa un imperativo categorico alla luce della penalità comminata al suo compagno di squadra, Vallteri Bottas. Il finlandese retrocederà di cinque posizioni in griglia per la sostituzione del cambio sulla sua monoposto. La sanzione di Bottas, splendido vincitore in Austria, favorirà i piloti della Ferrari. Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, dovranno mettercela tutta per installarsi in prima fila, anche perché, da quanto emerso nelle libere di ieri, il passo gara della SF70H non sembra essere così competitivo da agevolare un eventuale inseguimento. 

In tutto questo, non bisogna dimenticarsi della Red Bull: la RB13, forte degli aggiornamenti apportati negli ultimi weekend di gara, si sta rivelando decisamente più performante ed è apparsa impeccabile nell'ardua sequenza tortuosa dalla Maggotts alla Becketts. Daniel Ricciardo non ha nascosto un certo ottimismo ieri: è ancora troppo presto per cantare vittoria, ma una lotta per il podio sembra non essere un miraggio. In ogni caso, c'è un'incognita: la pioggia, che, arrivata nelle FP3, potrebbe condizionare anche la lotta per la pole.

Le qualifiche prenderanno il via alle 14.00 italiane. 

  1 di 33  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento