mostra aiuto
Accedi o registrati
concept

Renault R.S. 2027 Vision, la Formula 1 tra 10 anni

-

1 megawatt di potenza, abitacolo chiuso, quattro ruote motrici e sterzanti. A Shanghai la Losanga prova a immaginare il futuro della massima serie

Renault R.S. 2027 Vision, la Formula 1 tra 10 anni

La Formula 1 tra dieci anni Renault la immagina così, con piste popolate da monoposto ibride potentissime, che comunicano tra loro e con il pubblico ma anche con piloti maggiormente coinvolti nel loro rapporto con il pubblico.

Secondo i francesi, la Formula 1 del 2027 si disputerà su monoposto spinte da un motore V6 turbo per la parte termica e due motori elettrici da 250 kW per asse che offriranno trazione su tutte e quattro le ruote, che diventeranno anche sterzanti.

La potenza complessiva sarà di 1 megawatt, con un sistema di recupero e di restituzione dell’energia cinetica di 500 kW contro 120 kW per una F1 del 2017 ed un peso limitato a 600 kg. Per limitare la perdita di energia legata alla resistenza aerodinamica nei tratti veloci senza penalizzare le prestazioni nei tratti sinuosi, l’aerodinamica attiva sarà gestita curva dopo curva.

Il powetrain prevederà inoltre un utilizzo dell’auto in modalità 100% elettrica per risparmiare carburante in alcune fasi, come il giro di formazione, l’ingresso o l’uscita dai box, che saranno gestiti attraverso sistemi di guida autonoma per massimizzare la sicurezza.

Il pubblico potrà inoltre vedere attraverso un casco dalla visiera più ampia il volto del pilota, che si calerà in un abitacolo completamente chiuso da una bolla in policarbonato e fornire a quello più meritevole una carica di energia supplementare negli ultimi giri di gara attraverso il “fan rank”, una classifica stabilita tramite i social network.

Renault ha anche pensato a ridefinire il format di gara. Nel 2027 in GP di Formula 1 sarà composto da una gara principale della domenica ridotta a 250 chilometri rispetto agli oltre 300 attuali e suddiviso in due parti: una lunga ed una seconda più corta battezzata “Sprint finale”. Il venerdì sera, prima delle prove ufficiali del sabato, si svolgerà la “Rookie Night Race” dove gareggeranno in notturna i piloti di riserva di ogni scuderia e i titolari al primo anno di Formula 1.

  1 di 16  
  • sergiofra549461, Vipiteno/Sterzing (BZ)

    E' proprio vero che i francesi ci hanno superato e adesso che abiamo perso l' unica grande industria ci fanno le scarpe anche con le auto.
Inserisci il tuo commento