mostra aiuto
Accedi o registrati
sinistri

In caso di incidente all'estero

-

Cosa fare in caso di incidente all'estero, quale documentazione è necessario avere a bordo, chi si deve contattare e come a quali recapiti


Se il veicolo interessato in un incidente all’estero è stato immatricolato all’interno di uno degli stati della Comunità Economica Europea (CEE), o comunque in uno degli Stati del Sistema Carta Verde, si deve fare riferimento a quanto previsto dal decreto legislativo n° 209 (Codice delle assicurazioni private) – Capo V – Articoli 151 e seguenti, del 7 settembre 2005.
 

Al fine di poter prendere contatto con l’assicuratore estero del mezzo provocante il sinistro, oltre che con il mandatario della liquidazione dei sinistri delegato in Italia da una compagnia assicurativa del Paese estero interessato, è necessario scrivere all’ISVAP, situato a Roma in Via del Quirinale 21, C.A.P. 00187, al quale bisognerà inviare una e-mail all’indirizzo: centroinformazioni@isvap.it, oppure un fax al numero: 0642133730.
 

Inoltre, qualora sia la compagnia assicurativa estera che il mandatario per la liquidazione dei sinistri nominato in Italia, non avessero provveduto ad effettuare il risarcimento dei danni in un tempo di tre mesi, oppure non avessero fornito sempre nello stesso lasso temporale una risposta valida alla richiesta di risarcimento, la parte danneggiata potrà richiedere l’intervento del CONSAP, (organismo di indennizzo nazionale) gestione F.G.V.S. situato in Via Yser 14 – 00198 Roma – www.consap.it – Numero di Fax: 0685796334.
 

Se inoltre si subissero dei danni da parte di un veicolo non assicurato, oppure non identificato, o di cui risultasse impossibile identificarne l’assicuratore entro un tempo massimo di 2 mesi dall’incidente, all’interno di uno degli Stati appartenenti alla Comunità Economica Europea, il danneggiato potrà rivolgersi sempre al CONSAP per effettuare richiesta di risarcimento.
 

Qualora invece il sinistro dovesse avvenire sempre all’estero, ma provocato da un veicolo non immatricolato in uno degli Stati appartenenti alla Comunità Economica Europea, si dovrà inviare la richiesta di risarcimento alla compagni assicurativa e/o al proprietario del veicolo estero in oggetto. Se ad esempio il nostro sinistro fosse provocato da un veicolo immatricolato in Svizzera e avvenisse in territorio Svizzero, la richiesta di risarcimento andrà effettuata alla compagni assicuratrice e/o al proprietario del veicolo Svizzero.
 

Mentre, se il veicolo causante il sinistro fosse stato immatricolato in un Paese diverso da quello in cui il sinistro ha avuto luogo, la richiesta di risarcimento sarà da inoltrare all’Ufficio del Paese in cui detto sinistro è avvenuto, a patto che questo faccia parte di uno degli Stati del Sistema Carta Verde.
 

Se ad esempio il sinistro avvenisse sempre in Svizzera, ma fosse provocato da un veicolo immatricolato in Germania, la richiesta di risarcimento dovrà essere inoltrata al Bureau Svizzero.
 

L’elenco di detti Uffici o Bureau con relativi indirizzi, è disponibile sul retro della Carta Verde.