PATENTI

Patente di guida. Cosa fare se...

 

Cosa prevede la legge nel caso in cui si perda o si deteriori la patente o si cambi casa. Guida al rinnovo

  • Aggiungi a MyAuto
  • Invia a un amico
  • Stampa


CAMBIO DI RESIDENZA
Qualora si dovesse cambiare residenza è fatto obbligo di aggiornare due documenti, ovvero la patente di guida e il libretto di circolazione, quest'ultimo deve essere aggiornato solo se il titolare della patente è anche l'intestatario del veicolo. Per quanto concerne invece il Certificato di proprietà, il Cdp, l'intestatario del veicolo non è obbligato ad effettuarne aggiornamenti di alcun genere.
 

Per fare ciò, quando al Comune si effettua la domanda per il cambio di residenza, basta solo compilare un modulo, distribuito presso lo sportello, atto all'aggiornamento di patente e libretto di circolazione. Sarà poi il Comune a provvedere alla spedizione del suddetto modulo al Dipartimento trasporti terrestri, il quale provvederà a prendere nota della variazione di residenza, inviando poi a casa del titolare della patente due tagliandi adesivi che dovranno essere applicati sui documenti interessati, ovvero patente e libretto di circolazione.
 

Ricordiamo che ogni singolo componente della famiglia possessore di patente di circolazione, o intestatario di un veicolo dovrà compilare un singolo modulo personale.
 

IN CASO DI FURTO, DETERIORAMENTO O SMARRIMENTO
A partire dal 2001, grazie alla nuova normativa semplificante la procedura atta ad ottenere un duplicato della licenza di guida, l'iter per l'ottenimento del duplicato parte direttamente dai Dipartimenti di Polizia.
 

In alcuni casi tuttavia, ad esempio quando si tratta di documenti particolarmente vecchi, ci si deve rivolgere ad un Ufficio Provinciale del Dipartimento trasporti terrestri.
 

Chiunque subisca distruzione, furto o smarrimento della patente, dovrà tempestivamente prendere contatto con gli uffici delle autorità competenti, Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Vigili Urbani, sporgendo relativa denuncia, portando con sé un documento di riconoscimento in corso di validità e due fotografie formato tessera su fondo bianco.
 

Le autorità provvederanno quindi a controllare se è possibile eseguire la nuova procedura, ed in caso di riscontro positivo consegneranno il modulo di richiesta del duplicato della licenza di guida, sulla quale dovrà essere apposta una delle due fototessera.
 

Gli agenti provvederanno inoltre a consegnare al richiedente un permesso di guida provvisorio, valevole solo sul territorio italiano per una durata di 90 giorni. Entro il decorrimento di 45 giorni dalla denuncia il duplicato della patente dovrà pervenire via posta all'indirizzo dall'automobilista indicato sul modulo di richiesta, al postino dovrà essere pagato un importo di 7.80 Euro a cui dovranno essere aggiunte le spese postali.
 

In caso di mancata consegna del documento entro i 45 giorni, è bene prendere contatto con il numero verde 800-232323, al fine di verificare a che punto è la procedura. Il permesso provvisorio di guida rimarrà in validità sino all'avvenuta consegna del duplicato.
 

Se il documento, di cui lo smarrimento è stato denunciato, dovesse essere ritrovato, il titolare dello stesso dovrà provvedere a distruggerlo.
 

RINNOVO DELLA PATENTE DI GUIDA
Se si esclude il suo eventuale annullamento dovuto ad infrazioni del Codice della Strada che portano all'esaurimento dei 20 punti disponibili, la patente B ha una validità di 10 anni fino al raggiungimento dei 50 anni di età, superati i quali diviene valida per 5 anni, mentre una volta superati i 70 anni di età è imposto il rinnovo ogni 3 anni. Le patenti speciali hanno invece una validità di 5 anni, la quale può anche essere inferiore a seconda del parere espresso dalla Commissione medica locale. Fa comunque sempre testo la data di scadenza apposta sul retro della patente stessa.
 

Onde poter rinnovare la patente di guida è necessario un certificato medico munito di marca da bollo di Euro 14.62 rilasciato da una delle seguenti autorità sanitarie, ossia:

- Asl territoriale
- Servizi di base del distretto sanitario
-Medico del Ministero della salute
-Medico delle Ferrovie dello Stato
-Medico Militare in servizio effettivo e permanente
-Medico della Polizia di Stato
-Medico del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
-Ispettore medico del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
 

Coloro i quali in possesso di una patente speciale dovranno rivolgersi alla Commissione Medica Locale. I costi della visita medica sono variabili e spaziano dai 20 ai 50 Euro, a seconda della struttura prescelta e può anche essere richiesto il codice fiscale.
Oltre a ciò deve essere versata una cifra pari a Euro 9.00 sul conto corrente 9001, intestato al Dipartimento trasporti terrestri, il quale riceverà la suddetta documentazione da parte del medico esaminante, provvedendo a recapitare al titolare della patente un tagliando adesivo, che dovrà essere apposto sul retro della stessa, riportante la nuova data di scadenza.
 

In attesa del rinnovo non potranno essere effettuate guide all'estero, si potrà comunque circolare sul territorio italiano muniti della copia del certificato rilasciato dal medico che ha provveduto ad effettuare la visita.



11/07/2011

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ricerca articoli
 
Ricerca Concessionarie:

Ultime notizie da Moto.it Leggi tutte le notizie di moto
 
ATTENZIONE