mostra aiuto
Accedi o registrati
24 Ore di Le Mans 2017

24 Ore di Le Mans 2017, pole per Toyota

-

Per la prima volta nella storia della 24 Ore di Le Mans due piloti giapponesi firmano un 1-2 in qualifica. Kamui Kobayashi, su Toyota TS050 Hybrid n.7, demolisce il record della pista; secondo tempo per Kazuki Nakajima, sulla vettura gemella, la n.8

24 Ore di Le Mans 2017, pole per Toyota

Kamui Kobayashi entra nella storia: il pilota nipponico, al volante della sua Toyota TS050 Hybrid n.7, ha colto il giro più veloce di sempre al Circuit de la Sarthe, 3'14"791. Questo tempo monstre, siglato nella seconda sessione di qualifiche, ha regalato la pole position della 24 Ore di Le Mans 2017 a Kobayashi, Mike Conway e Stéphane Sarrazin. Kobayashi ha staccato il resto della concorrenza di un abisso: Kazuki Nakajima, autore del secondo crono sulla vettura gemella, la TS050 Hybrid n.8, è a oltre 2 secondi. Toyota ottiene dunque il miglior risultato possibile - una doppietta - per cercare l'assalto a quella vittoria a Le Mans sfumata all'ultimo secondo lo scorso anno. 

La prima delle Porsche è la 919 Hybrid n.1: Neel Jani ha ottenuto un crono di otto decimi più veloce rispetto a quello di Timo Bernhard, in azione sulla vettura gemella, la n.2. La casa di Zuffenhausen nulla ha potuto contro la fantastica prestazione di Kobayashi, che, insieme a Nakajima, firma la prima doppietta di due piloti nipponici in qualifica nella storia della 24 Ore di Le Mans. Più indietro la terza vettura di casa Toyota, la TS050 Hybrid n.9, affidata a Nicolas Lapierre. 

Nella classe LMP2 pole position per l'Oreca 07 Gibson n.26, preparata dalla G-Drive e affidata ad Alex Lynn, che condivide la vettura con Roman Rusinov e Pierre Thiriet. Seguono l'Oreca 07 Gibson n.25 della Manor, seconda grazie ad un crono di Vitaly Petrov, e l'Oreca 07 Gibson n.31 di un altro ex alfiere di Formula 1, Bruno Senna. 

In LMGTE Pro davanti a tutti c'è l'Aston Martin Vantage n.97, di Darren Turner, Jonathan Adam e Daniel Serra. A separare questo equipaggio da quello della gemellina, la n.95, ci ha pensato James Calado, al volante della Ferrari 488 GTE n.51 preparata da AF Corse. Chevrolet sugli scudi in LMGTE Am: la pole è della Corvette n.50 della Larbre Competition, nelle mani di Fernando Rees, Romain Brandela e Christian Philippon. 

Foto: Manrico Martella

  1 di 41  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento