mostra aiuto
Accedi o registrati
curiosità

Auto senza assicurazione: i 10 casi più assurdi

-

Dal nonno che aveva voglia di ciliege al carro funebre accompagnato in Chiesa. Ecco i casi più eclatanti dell'ultima maxioperazione di controllo della Polizia

Auto senza assicurazione: i 10 casi più assurdi

È durata una settimana l'operazione “Mercurio Eye Insurance”, la prima condotta dalla Polizia di Stato in collaborazione con l´ANIA per il contrasto al fenomeno della circolazione di veicoli senza assicurazione. Il risultato dei controlli effettuati su circa 400.000 vetture sono stati oltre 2.000 sequestri di auto sprovviste di RC auto. Tra questi, numerosi casi singolari. Ecco i 10 più eclatanti.

14 anni senza patente

Una Fiat Punto era sprovvista di assicurazione RCA dal mese di marzo del 2014 e più volte non era stato sottoposto alla revisione obbligatoria. Il conducente, un nisseno di 52 anni con precedenti per furto, aveva la patente di guida rilasciata nel 1983, ma scaduta da ben 14 anni, ovvero da novembre 2003. L’auto veniva sequestrata

Il nonno e le ciliege

Il 4 luglio, a Canicattì (AG), la Polstrada intercettava grazie all’allarme del sistema Mercurio, una Fiat Panda priva di assicurazione già dal 2014. Alla guida un signore di 88 anni, con un occhio bendato e la patente scaduta dal 2013, che si è giustificato dicendo che era uscito per comprare le ciliege e che la macchina la utilizza solo ogni tanto per andare al cimitero.

L'assicuratore senza assicurazione

Il 6 luglio un equipaggio in servizio a Bagheria (PA) individuava una Alfa Spider parcheggiata sulla pubblica via priva di assicurazione. Rintracciato il proprietario si scopriva, con sorpresa, che lo stesso era un agente assicurativo di una nota compagnia.

I vigilantes

Il 7 luglio a Marsala (TP) un equipaggio attraverso il sistema di lettura automatizzato delle targhe rilevava che una vettura di servizio di una società di guardie giurate circolava priva di assicurazione.

Da che pulpito...

Il 4 luglio, sulla SS 80 in territorio della provincia di L'Aquila, una pattuglia del RPC di Pescara, ha fermato un’autovettura in transito sprovvista di copertura assicurativa. L’auto era una utilitaria condotta da un sacerdote ghanese di 58 anni, vice Parroco in una parrocchia della provincia, che ha ammesso serenamente “le sue colpe” e durante le fasi di verbalizzazione e sequestro del veicolo si è intrattenuto con la pattuglia disquisendo sull’ importanza di rispettare le regole.

L'evaso

Il 5 luglio nel quartiere San Paolo di Bari un equipaggio grazie all’allarme scattato sul sistema mercurio, procedeva al controllo di una Mercedes che risultava sprovvista di assicurazione in quanto il tagliando esibito era falso. Il conducente dell’auto in un primo momento forniva false generalità (quelle del fratello) ma, successivamente, si accertava essere un pregiudicato di 41 anni sottoposto agli arresti domiciliari privo della patente di guida che gli era stata revocata. Il soggetto in questione veniva arrestato.

Il tassista

Il 5 luglio, durante un posto di controllo in via del Tritone a Roma, il sistema Mercurio segnalava un veicolo privo di assicurazione in transito. Un equipaggio del RPC procedeva al controllo di un Fiat Fiorino Qubo, con l’insegna “TAXI”, che veniva dunque sottoposto a sequestro.

Il carro funebre

Il 3 luglio, nel Comune di Ottana (NU) un equipaggio della Polizia fermava un veicolo segnalato dal sistema automatico come privo di assicurazione. L’automezzo in questione era un carro funebre Mercedes 210F di colore nero che trasportava una salma durante un funerale. Per evitare problemi di ordine pubblico, gli operatori scortavano il mezzo sino alla Chiesa, aspettavano che la salma venisse trasferita in chiesa e, poi, procedevano al sequestro.

Il disoccupato con 172 auto

Il 6 luglio una Volante di Napoli fermava una autovettura Ford Ka risultata sprovvista di assicurazione. Il conducente risultava disoccupato ma, da controlli all’archivio della Motorizzazione, è intestatario di ben 172 autovetture.

Gli spacciatori

Il 6 luglio a Castel Volturno (NA), un equipaggio inseguiva una Ford Fiesta, segnalata dal sistema automatico come priva di assicurazione, che non si era fermata all’alt. Raggiunta, risultavano a bordo una coppia di nigeriani, entrambi privi di permesso di soggiorno e con numerosi precedenti di Polizia. I due venivano trovati in possesso di ovuli contenenti 80 gr. di eroina ed arrestati.

  • madciccio, Palermo (PA)

    Il razzismo è figlio dell'ignoranza ed era scontato che l'articolo suscitasse questi commenti odiosi. Sicuramente il fenomeno è più presente al Sud dove insiste un premio mediamente molto alto e un livello di reddito più basso (che assolutamente non giustifica), però basterebbe documentarsi (quindi non-ignorare...) per leggere, su altre testate giornalistiche, notizie come queste:"A livello regionale, nei controlli automatizzati, le Regioni con più evasione sono Valle d’Aosta, Lombardia, Abruzzo, Campania e Sicilia".
    Quindi anche l'iper foraggiata Valle d'Aosta e l'iper industrializzata Lombardia stanno nel mucchio!
    Come vedete al sud avremo vari primati negativi ma in quanto ad ignoranza....
  • Angelo110

    husky2501 il tuo commento è fuori luogo, oltre che razzista, l'articolo parla dei casi più assurdi, non del fatto che solo al sud ci sono i "furbetti" che non pagano l'assicurazione RCA. Purtroppo è una triste realtà che si è creata da quando hanno abolito il tacito rinnovo, che per fortuna verrà applicato nuovamente a breve...
Inserisci il tuo commento