mostra aiuto
Accedi o registrati
Attualità

Carburanti: prezzi in lieve calo

-

La pesante riduzione dei consumi unita al calo del costo del petrolio sta provocando una leggera diminuzione dei prezzi dei carburanti in Italia. È l’inizio di un nuovo trend al ribasso o solamente un fenomeno contingente?

Carburanti: prezzi in lieve calo

Dopo mesi in cui i prezzi di benzina e gasolio sono rimasti in costante ascesa, mantenendosi vicini a cifre decisamente troppo elevate, finalmente arriva una notizia positiva per automobilisti e motociclisti. Il costo dei carburanti nel nostro Paese è, finalmente, in leggera discesa, con i maggiori produttori che stanno tagliando in ribasso i listini.

 

La sensibile diminuzione dei prezzi è dovuta alla combinazione di diversi fattori. Da un lato ha contribuito favorevolmente il calo del prezzo del petrolio, dall’altro è stata sicuramente la pesante riduzione dei consumi a modificare l’andamento dei prezzi.

Visto che in altri periodi il costo dei carburanti ha continuato inspiegabilmente a salire nonostante il prezzo al barile dell’oro nero si mantenesse in costante discesa, sembra che in questo caso abbia giocato un ruolo decisivo la riduzione dei consumi, a mandare giù il prezzo di benzina e gasolio.


A questo punto non resta da sperare che questo leggero calo dei costi dei carburanti sia solo l’inizio di un nuovo periodo contraddistinto da un trend al ribasso dei prezzi effettuati alla pompa. Il costo dei carburanti infatti rimane ancora troppo elevato per sperare in una ripresa dei consumi e all’orizzonte non sembra delinearsi la possibilità di un ritorno ai fortunati weekend di sconti andati in scena la scorsa estate.

Le punte massime si attestano ancora a valori che sfondano la soglia dell’1,90 euro/l, con la verde che può raggiungere quota 1,920 euro al litro, il diesel 1,814 e il GPL 0,874. I prezzi medi in modalità servito invece oscillano da un minimo di 1,84 euro/l di Eni ad un massimo di 1,859 di TotalErg, con le no logo a 1,720.

Il costo medio del gasolio invece può variare da 1,765 euro/l di Esso a 1,779 di Q8, con le no-logo a 1,656. Il GPL infine può variare da 0,835 euro/l di Esso fino ai 0,847 di Tamoil, con le no-logo a 0,806.

  • motard86', Novi Ligure (AL)

    @king

    pensa che ero in auto con la bici nel bagagliaio al ritorno di un giro per monti hahahahaha
    Io mi sto già allenando! ;-)
  • tdname, Nimis (UD)

    Strategie

    Sono tutte strategie ovviamente, perchè sanno che la media della popolazione è facilmente manipolabile, capisce poco, analizza ancora meno e del chiedersi i "perchè?" delle cose non passa nemmeno per l'anticamera del cervello.

    Esempio di italiano medio:
    - oggi aumentano la benzina di 10cent e tutti ne parlano
    - domani di 2 cent...e ne parlano sempre di meno
    - per 3 giorni l'aumentano di 1cents al giorno
    - poi calano di 5 cent e tutti ne parlano come una conquista mondiale
    ------------------
    Morale: si paga 13 cents in più dell'inizio, ma le persone sono contente perchè FINALMENTE "risparmiano" qualcosa!!! :)

    Oppure come quello che percorre 10km per 0.5 cent di sconto al litro....sconto che si annulla dato i 10+10Km di andata+ritorno. Ma lui è contento di aver RISPARMIATO qualcosa alla pompa "bianca".

    Oppure quelli che inneggiano a "scioperi" per non fare benzina per un intero weekend, senza capire che al distributore non frega poi molto se per 2gg non và nessuno a fare benzina, se poi sà (al termine dello "sciopero" dei clienti) che il giorno dopo avrà il 5-uplo dei clienti che sono a secco.

    Hahahahaha!! Meritiamo l'estinzione totale.
Inserisci il tuo commento