Attualità

Deducibilità costi auto e moto, le novità per il 2013 

L’art. 4, co. 72 e 73 della legge n. 92/2012 ha previsto la riduzione delle percentuali di deducibilità dei costi relativi ad auto, moto e ciclomotori per le imprese e i professionisti, ecco come

  • Aggiungi a MyAuto
  • Invia a un amico
  • Stampa
traffico milano(1)

Difficile pensare che potesse succedere e invece purtroppo è accaduto e pare che non ci si fermi nemmeno qui. Le pecentuali di deducibilità del costo d’acquisto e dei costi di gestione dei mezzi di trasporto in Italia, già molto inferiori a quelle degli altri paesi europei, con le nuove normative raggiungono un record negativo, passando dal 40% al 27,50%.

 

Non solo ma si presenta lo spettro del disegno di legge di stabilità, approvato dal Consiglio dei Ministri il 10 ottobre scorso, che vorrebbe un ulteriore abbattimento della deducibilità fino al 20%. Per non parlare dell'impossibilità per le aziende e i professionisti di scaricare completamente l'Iva.

 

In un mercato che segna costantemente segno negativo e in cui le immatricolazioni e i passaggi di proprietà dei privati sono in continua diminuzione, questo ulteriore colpo sul mercato auto e moto inferto attraverso l'inasprimento delle soglie di deducibilità per le aziende e i professionisti non trova una logica spiegazione. In questo modo infatti le aziende non saranno più in grado di avere o rinnovare il proprio parco auto, con grave danno alla filiera e minor gettito fiscale dal comparto automotive.

 

Per illustrare meglio le novità introdotte, ci siamo avvalsi della collaborazione di Danovi & Giorgianni (studi associati Milano-Roma).

1) Premessa

L’art. 4, co. 72 e 73 della legge n. 92/2012 ha previsto la riduzione delle percentuali di deducibilità dei costi relativi alle auto e agli altri mezzi di trasporto delle imprese e dei professionisti a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 18 luglio 2012 (per i soggetti con periodo d’imposta solare, quindi, a partire dal periodo d’imposta 2013). Si sintetizza nel seguito l’attuale trattamento fiscale degli stessi, nonché le modifiche sopra citate.

2) Trattamento fiscale dei mezzi di trasporto fino al 31 dicembre 2012

Il trattamento fiscale dei mezzi di trasporto aziendali è disciplinato dall’art. 164 del TUIR. Tale norma prevede diverse percentuali di deducibilità dei costi relativi agli autoveicoli e motocicli di imprese e professionisti a secondo della categoria di soggetto titolare delle stesse. Si riporta nel seguito un prospetto riepilogativo che evidenzia i diversi casi di auto detenute a titolo di proprietà

 

Proprietà:

CATEGORIA

AUTOVETTURE

MOTOCICLI

CICLOMOTORI

Autoscuole, autonoleggi, uso pubblico, taxi, concessionarie

100% -Nessun limite rilevanza costo

100% - Nessun limite rilevanza costo

100% - Nessun limite rilevanza costo

Professionisti e artisti

40% - Limite rilevanza costo: €18.075,99

40%- Limite rilevanza costo: € 4.131,66

40 - Limite rilevanza costo: € 2.065,83

Agenti e rappresentanti

80% - Limite rilevanza costo :  € 18.075,99

80%- Limite rilevanza costo: € 4.131,66

80%- Limite rilevanza costo: € 2.065,83

Altre imprese

40% - Limite rilevanza costo:  € 18.075,99

40%- Limite rilevanza costo: € 4.131,66

40%- Limite rilevanza costo: € 2.065,83

Uso promiscuo dipendenti

90% - Nessun limite rilevanza costo

90% - Nessun limite rilevanza costo

90% - Nessun limite rilevanza costo

3) Trattamento fiscale dei mezzi di trasporto dal 2013

Con le modifiche introdotte dalla norma citata in premessa, le percentuali di deducibilità del costo d’acquisto e dei costi di gestione degli autoveicoli e motocicli sono ridotte come segue:

 

- dal 40% al 27,50% (ma il disegno di legge di stabilità approvato dal Consiglio dei Ministri il 10 ottobre scorso prevede un ulteriore abbattimento della deducibilità dal 27,5% al 20%) per i veicoli diversi da quelli utilizzati esclusivamente come beni strumentali  (es. autoscuole, ecc.). Rimane invariato il costo massimo fiscalmente riconosciuto ai fini di determinare le quote di ammortamento deducibili nei limiti sopra citati (tale costo, per le auto è pari ad € 18.075,99 in caso di proprietà, ed € 3.615,20 in caso di noleggio;

 

- dal 90% al 70% per i veicoli assegnati in “uso promiscuo” ai dipendenti per la maggior parte del periodo d’imposta (rimane invariato l’ammontare del compenso in natura tassato in capo al dipendente in relazione all’auto assegnata).

 

Nulla cambia per agenti e rappresentanti, per i quali la deducibilità rimane all’80%, nonché per coloro che utilizzano i mezzi di trasporto esclusivamente come beni strumentali per la propria attività (autoscuole, ecc.), per i quali la deducibilità rimane al 100%.

4) Trattamento iva dei mezzi di trasporto

Il trattamento iva dei mezzi di trasporto è disciplinato dall’art. 19-bis 1, lett. c) del D.P.R. 633/1972 e non è stato modificato dalla citata norma. Si riportano di seguito le percentuali di detraibilità dell’iva relativa all’acquisto, all’importazione, al noleggio e al leasing degli autoveicoli e dei motocicli:

 

- il 40%  per tutti veicoli diversi da quelli indicati al punto successivo, cioè utilizzati sia per finalità imprenditoriali e professionali che per finalità di carattere privato (uso promiscuo);

 

- il 100% per i veicoli che formano oggetto dell’attività propria dell’impresa (es. concessionario di vendita, ecc…), utilizzati esclusivamente nell’esercizio dell’impresa, dell’arte o della professione (es. scuole guida, ecc…), acquistati da agenti o rappresentanti di commercio.

 

Si segnala che l’iva relativa ai motocicli con motore di cilindrata superiore ai 350 c.c. è sempre indetraibile, salvo il caso che formino oggetto dell’attività propria dell’impresa. Per le spese di gestione, manutenzione, carburanti, pedaggio autostradale, l’iva è detraibile nei limiti di detrazione previsti per gli autoveicoli a cui ineriscono.

5) Decorrenza

I nuovi limiti di deducibilità entrano in vigore dal 2013, come sopra specificato. Tuttavia, l’art. 4 della legge n. 92 citata, precisa che di essi debba tenersi conto già in sede di calcolo degli acconti; conseguentemente, nella determinazione degli acconti dovuti per il 2013, dovrà assumersi, quale imposta del periodo precedente, quella che si sarebbe determinata applicando le nuove percentuali.



30/11/2012

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono stati inseriti 55 COMMENTI. Commenta »

  • 1. Sono d'accordo con quanto

    dispone la legge.

  • 2. x piega...

    come fai ad essere d'accordo? non credo tu sia un professionista... se uno usa l'auto x lavoro 5 giorni su 7 e ne può dedurre solo il 20% dei costi, ti sembra giusto? a me no.

  • 3. repubblica delle banane...

    ...anche in queste piccole cose. Che poi tanto piccole non sono...dato che contribuirà a deprimere ulteriormente il mercato auto/moto.
    Questo governo dei "professoroni" non ha fatto altro che aumentare la pressione fiscale...

  • 4. era ora!

    è più che giusta, infatti chi usa sempre i mezzi li scarica di più per gli altri pazienza, troppi ce ne sono che si comprano i pik up o furgoni e alle gare o allenamenti si presentano con le moto sopra, il gasolio deducibile usato anche per scopi personali, l'acquisto della benzina per le moto le mettono nella scheda carburante. oh! è ora di farla finita io con le gare ho chiuso da un pezzo perchè quello che pago non deduco nulla adesso deve cambiare per tutti cari miei!

  • 5. legge intelligentissima!!!

    Con questa legge possiamo dire addio al mercato delle moto e dell'auto!!! se prima ero indeciso se cambiare o meno l'auto adesso sono sicuro che non la cambio!!!! immagino che come me la pensino in motli altri... nel 2013 ne vedremo delle belle....

  • 6.

    una cosa è certa..facendo così ammazzano ancora di più il mercato. anche io credevo fosse giusto, poi bisoga mettersi nei panni di chi la macchinala usa tutti i giorni per lavoro. non è un costo irrisorio. poi è chiaro che anche a me fà rabbia vedere il propietario di azienda che il sabato e la domenica va in giro in suv...

  • 7. E' ora di finirla?

    Si, avete ragione, è ora di finirla. Sono un libero professionista e, sino ad oggi, ho detratto i costi che la mia azienda, io, sostenevo per spostarmi.
    Ora ho messo in vendita l'auto, non voglio più detrazioni, andrò a lavorare con i mezzi pubblici, quindi: addio 200 euro a settimana di gasolio, addio alle goome nuove ogni anno, addio al meccanico ogni 6 mesi, addio a bollo, assicurazione, parti di ricambio, addio a tutto.
    Ahhh, quanto soldi risparmiati, il signor Monti sarà contento, tutti gli altri che ruotavano intorno alla mia auto no, poverini, tra poco gommisti, meccanici, assicuratori, autoricambi, dovranno chiudere bottega

  • 8. jackdirio

    ah quindi tu se ti scarichi le psese la macchina la compri, mentre altri che devono pagare tutto fino all'ultimo centesimo devono guardare te.

    Deve pagare chi ha di più in questo momento, oltre al fatto che con questi escamotage si è sempre elusa la finanza.
    Io vendevo auto, ho venduto moto, E questi giochini li conosco (tutti). Credo che solo il 30 % dei professionisti o imprese usavano la vecchia legge con motivazione e ragione gli altri solavano il fisco.

  • 9. TheLore

    piega996 ha ragione.
    Perchè io che sono un dipendente ma sono un professionista nel mio lavoro, non posso detrarre i costi dell'auto?

    Il professionista usa l'auto per guadagnare, ma anche io lo faccio per alzarmi la mattina alle 4 ed andare al posto di lavoro a 30km da casa.

    Però io non posso scaricare nulla... e senza andare troppo fuori tema o scatenare flame ne accusare nessuno, a me le tasse le fanno pagare tutte e direttamente in busta paga.

  • 10. OMICIDIO DI MERCATO

    Con questi ed altri provvedimenti, il governo tecnico (sempre più incredibilmente avulso dalla realtà) si appresta a dichiarare la morte del mercato di auto e moto, insieme alle migliaia di addetti che lavorano nel settore. Sembra che a fine anno SOLO il mancato introito di IVA per le minori vendite di auto causerà allo stato una perdita di qualche miliardo di euro. Senza considerare il calo dei consumi dei carburanti, venduti a prezzo da strozzinaggio in barba ai gravi problemi causati ai cittadini italiani. SEmbra un brutto sogno, invece é il risultato delle politiche economiche dei super-esperti. Ma che tornino rapidamente da dove sono venuti, prima di prenderli a calci nel sedere! In maniera eufemistica, ovviamente!

  • 11. sono matti!!!

    ma cosa pensano di ottenere? dando il colpo di grazio al settore automoto cosa ottengono? di recuperare ancora meno soldi!!
    e poi perchè questo? fate scaricare le spese a TUTTI su TUTTO!!!così si riprendono i consumi, la gente pretende le fatture su tutto e diminuisce di molto il nero!!!
    la verità è che così anche ai politici non riuscirebbero più i loro loschi affari, lo abbiamo capito o no??? ma finti comunisti di vecchia scuola lo capite che dipendenti e professionisti sono dalla stessa parte??? ci derubano tutti allo stesso modo!!!

  • 12. dimenticavo

    Vorrei ricordare ai dipendenti rosiconi, che le aziende per le quali lavorano, scaricano le vostre spese esattamente come i professionisti, quindi, dov'è la differenza?
    Nessuno ha una auto "prestata" dalla società per cui lavora?
    Dai siamo seri :)

  • 13. limiti di costo...

    Ma che limiti di costo siano ridicoli nessuno lo dice?

  • 14. quasi d'accordo

    parlo da agente di commercio. posso garantire che non è necessario cambiare auto ogni 2 anni, e tantomeno che sia un SUV o berlina di lusso per fare il mio mestiere, con la scusa che facendo tanto kilometri devono essere di alto livello. e scaricare le spese contigue anche quando le usi per i fine settimana o le vacanze. i 18mila euro sono un limite ridicolo? allora compratevi una macchina da 20mila euro e non da 80mila. ci sono sul mercato tanti modelli più che confortevoli e affidabili, e che consumano meno della metà, per non parlare dei costi di gestione (tagliandi, gomme etc.).
    in quanto alle critiche a questo governo, ma avete una minima idea dello sfacelo e delle voragini di bilancio che ci hanno lasciato quelli che lo hanno preceduto?

  • 15. L'inizio della fine!?

    Mi sono presentato ad un concessionario Operl, per l'acquisto di un veicolo commerciale. FORTUNATAMENTE ho la possibilita' di acquistarlo ora, potendo anche scaricare l'IVA. Mi ha impressionato il mio ingresso al concessionario,dove sono stato accolto con un 'espressione leggibile con :"ODDIO, SONO ENTRATI DEI CLIENTI!?"

  • 16. operaio

    io sono un operaio.. e la macchina la uso SOLO per andare a lavorare!!!
    ma io devo pagare TUTTO!!! Quindi pagate anche voi cari signori.... Magari invece di girare con auto da 35000 euro e oltre girate con una utilitaria... vedrete che bollo, assicurazione e manutenzione vi costeranno meno.. Vedo in giro un sacco di macchinoni...

  • 17. Bravi chi difendono Monti !!!

    Qui non è più una questione che è gusto o no toglire a chi ha di più , la questione che se continuano ad andare avanti così la ruota si ferma del tutto . Io che faccio 80000 km anno per il mio lavoro , dopo tre , quattro anni l'auto e distrutta , certo uno può prenderne una meno confortevole e più ed economica ma non posso certo andare da Bolzano a Messina in Panda . Caro Monti dalle mie parti grazie a tè tutte le aziende o chiudono o vanno in Austria è Slovenia .lasciando a casa migliaia di dipendenti .La crisi se c'era con il sig.Monti ci ha dato il colpo di grazia . Buona fortuna a tutti
    RM Udine

  • 18. Per piega 996

    Hai detto bene: vendevi.... Se continuano così c'è ne saranno altri che si aggiungeranno a quelli che parlano al passato (vendevo, lavoravo,guadagnavo...). Io l'auto la uso esclusivamente per andare dai clienti, altrimenti andrei sempre ( e dico sempre) in moto!
    Comunque l'anno prossimo non cambierò l' auto così come molti miei colleghi, tirate voi le conclusioni

  • 19. Daccordo con piega

    Daccordo con piega, nulla da aggiungere.

  • 20. altra casta?

    leggo l'articolo , e mi faccio un'idea;
    leggo i commenti...e confermano la mia idea...
    poi trovo pure qui piega996... che mi anticipa!
    concordo in pieno con lui. l'idea della legge va bene...ilpunto e che non ce la fararnno a farla passare così perchè anche qui c'è una casta!
    colpo mortale al mercato auto?
    mi sta bene visto che io che non posso scaricare l'iva in realtà la pago 2 volte...
    ho comprato un auto usata quest'anno (visto chenuova non posso permettermela)...e quello mi fa : puoi scaricare l'iva?
    io me lo guardo e gli chiedo: ma perchè adesso si può pure su l'usato?
    Imposta sul Valore Aggiunto!
    quale valore aggiunto ha un auto usata?
    e ora che si cominci a pagare tutti .... ma sul serio...

  • 21. caro maffioletti ti stra-quoto...

    anche io sono un dipendente e anche io la macchina la uso SOLO per andare a lavorare; e sulla mia auto ci pago TUTTO:
    meccanico
    gasolio
    bollo
    manutenzione
    gomme
    e non ho 1 detrazione; quindi cari professionisti invece che andare in giro con il BMW o il Mercedes, guardatevi un pò in giro e prendete una bella e comoda media (magari italiana) e vedrete che ci state benissimo nei costi..

  • 22. Vi racconto cosa succede.

    Tutte questi interventi che il governo " Zuccone " sta facendo non avronno che un risultato.
    Si ferma quasi totalmente il circolo del denaro che non verrà più speso in Italia ma sempre di più all'estero.
    Ho già sentito molti che andranno a fare le settimane bianche in Austria e francia dove potranno pagare in contanti senza il rischio di essere schedati, le barche sono tutte fuggite all' estero con tutte le relative spese.
    Tra qualche tempo il lusso moto sarà possibile preticarlo nei paesi a noi confinanti , noleggiando delle belle moto ad esempio in Croazia e farsi delle belle vacanze senza lasciar nessun segno per il famosissimo " Reditest" .
    Siamo proprio in mano a degli incapaci.........

  • 23. risposte a piega e a sergio maffioletti

    come al solito figli e figliastri.....con un occhio di riguardo per i grandi!!!!
    sergio ha ragione: un operaio non può scaricare nulla....perché? ci sono moltissime zone d'italia dove l'unico modo di raggiungere il posto di lavoro è l'auto.....non ci sono mezzi pubblici .....vi pare giusto?
    piega un po meno: perché se ho una ditta individuale e compro un mezzo, che chiaramente utilizzerò anche la domenica, non per barare, ma perché semplicemente non posso permettermi di prendere due macchine e dire questa ci lavoro e questa ci vo al mare, posso scaricare solo il 40% del'iva, mentre se sono un dipendente/titolare di una grande azienda e giro con un suv posso scaricare il 90%???

  • 24. Sapientoni...

    ...che scrivono senza avere una minima cognizione di causa! I sistemi fiscali in vigore ormai da parecchi lustri per dipendenti e professionisti/autonomi non sono esattamente uguali: per i primi sono previste maggiori detrazioni fiscali, a parità di reddito. (rileggere per bene). Ferme restando, ovviamente, aliquote fiscali e progressività d'imposta...
    Il limite fiscale di Euro 18.075,99 sull'acquisto di un autoveicolo corrisponde con i limiti attuali (40%) ad Euro 7.230,39 da spalmare su 4/5 anni (a seconda dei casi) in base ai coefficienti ministeriali di ammortamento: quindi una deduzione massima di spesa di Euro 1.807,60 annui che corrisponde grosso modo ad un risparmio d'imposta di 5/600 Euro all'anno. Chi è ingolosito da questi esorbitanti risparmi la smetta di fare il dipendete e si apra la partita IVA. Poi ne riparliamo...

  • 25. non capisco

    se per lavorare pago l'affitto di un ufficio, luce, connessione internet, computer mi posso detrarre tutto.
    Se il mio ufficio, in quanto agente di commercio, è la mia auto scarico solo il 27%?
    Forse perchè nella prima categoria fanno parte avvocati, notai, commercialisti e non "poveri" agenti di commercio?
    stranezze all'italiana.....

  • 26. Forse non è chiaro

    Forse tanti, invece di parlare a sproposito, dovrebbero studiare bene le tabelle. Se io mi compro un suv da 80000 euro, per lo stato LADRO, sempre 18000 sono, e se sempre 18000 sono, fate un po voi il conto in 4 anni al 27% quanto scarico? Scarico, non significa "me li rimetto in tasca", significa solo abbasso di 1000 euro l'anno il mio reddito, calcolando una tassazione al 50%, me ne riprendo 500, mmazza, sono ricco!!! E se io non vado a lavorare un giorno, non incasso 1 centesimo; se il dipendente non va a lavorare, incassa ugualmente, e io giro per almeno 12 ore al giorno, facciamo cambio? Sapete che auto ho? Ford Focus, macchina da ricchi! fatela finita, lo stato LADRO vuole tenerci divisi, così noi litighiamo e loro continueranno a RUBARE!!

  • 27. GUERRA TRA POVERI

    discutete... discutete.... litigate.....litigate.... intanto quelli sopra ve se fottono!!!!! fate pure il loro gioco....tanto a loro il bollo e l'assicurazione dei loro macchinoni gliela paghiamo noi ...

    lamps....

  • 28. non capisco

    Non riesco a capire,invece di estendere il sacrosanto diritto di togliere dalle tasse le spese sostenute per il mezzo di trasporto anche ai lavoratori dipendenti,qui si gioisce che vengano aboliti a tutti.Come dire muoia Sansone con tutti i Filistei

  • 29. x gli agenti di commercio

    Vedo che diversi non hanno capito,
    per gli agenti di commercio nulla o quasi cambia,e per quel agente che si preoccupa di andare da nord a sud con la panda ,piuttosto che con x6 bhe non ci sarebbe nulla di malead andare in panda,il fatto e' che si parte come quasi sempre prevenuti.
    Prima leggete bene poi se non avete capito si chiede.

  • 30. non bisogna mettersi uno contro l'altro

    dipendenti contro professionisti..
    i tempi stanno cambiando anzi sono già cambiati e non possiamo permetterci di criticarci fra LAVORATORI, dividere gli italiani è quello che qualcuno vuole..

    sia i professionisti (che vogliono restare qui) che gli operai si fanno il mazzo: chi ha un'azienda non mi sembra se la stia spassando e fatica per rimanere in attività, chi è operaio spera sempre di poter lavorare allo stesso modo (o di più) il giorno dopo..

    riguardo le scelte discusse nell'articolo,secondo me per ripartire bisognerebbe (1) incentivare tutti,non solo chi per certe condizioni può usufruirne..e non solo nel settore auto/motociclistico.. e (2) imporre alle banche di aprire le casse

  • 31. ACan COMMENTO 9

    IO sono un libero professionista e scarico l'auto perchè pago il 50% delle tasse delle mie fatture e ho il MIO rischio dìimpresa...
    e tu cosa rischi?
    vergognati di quello che dici!! scommetto che hai il posto fisso.

  • 32. Gass-02 COMMENTO 31

    Su 2.000€ lordi in busta paga ne prendo meno di 1300€ netti... cosa rischio? rischio che gentaglia che già mi sfrutta da un giorno all'altro mi dica di stare a casa perchè ha tovato qualcuno a meno o perchè per farsi le macchinone devono tagliare sul già ridotto personale. Rischio che se sbaglio una virgola mando all'aria lavori da 2mil. di pezzi in 10 minuti e mi ritrovo col culo per terra, mentre se va bene, non ho niente di +. Se siamo in questa situazione non è certo colpa dei dipendenti fissi o no che hanno sempre pagato tutto, centesimo su centesimo. Vergognati tu!!

  • 33.

    poveri gommari benzinari e venditori di auto con sta legge anche i nobili imprenditori e compagnia bella dicono ora basta vado in autobus al lavoro anzi che in suv !
    Non più spese di gomme gasolio meccanico ecc.... tutti gli operai di queste filiere a casa a fare la fame con i loro figli .......
    Buon viaggio e grazie. max!

  • 34. sìsì avete ragione è ORA DI FINIRLA

    è ora di finirla di scambiare artigiani e professionisti per multinazionali, è ora di finirla di applicare studi di settore, spesometro, anticipi, congruo non congruo.... vi lamentate perchè qualcuno usa il SUO furgone comprato con i SUOI soldi per venire a correre la domenica ?
    io invece mi lamento di quello che succede se uno si fà male la domenica.... se sei un dipendente ... certificatino e riposino, se sei un artigiano coltello fra i denti e se puoi vai a lavorare, sennò speri che non ci siano scadenze....ANCHE LE FERIE PAGATE E I GIORNI DI MUTUA!!!!

    sapete perchè abbiamo un governo LADRO ? perchè siamo un popolo di LADRI!!!!

  • 35. Per merito di pochi .....

    Questo succede xchè qualcuno ha voluto approfittare della vecchia normativa . Un economia sana non puo' stare in piedi su un consumismo fine a se stesso.Cambiare auto ogni 2*3 anni x non pagare le tasse è solo un modo x creare delle bolle speculative stile usa.E comunque le riduzioni sono solo x veicoli ad uso promiscuo dipendenti e imprese (non agenti e rappresentanti)

  • 36. Gass-02 COMMENTO 31

    dai che la pacchia pian pianino finisce per tutti...se siamo a questi livelli non è certo colpa dei dipendenti. Vergognati tu! tsè.

  • 37. Purtroppo.......

    .........eh sì gentili signori tutti è proprio una guerra tra "poveri" accomunati solo da rabbia e frustazione quotidiana. Leggere tutti i posts mi rattrista ma è una condizione a cui oramai ho fatto l'abitudine ossia sopportare o meglio subire le angherie di una classe "dirigente" in un paese che se solo avessi una sola opportunità e forse anche le palle, lascerei volentieri gustandomi da fuori il suo lento ed irreversibile processo di caduta nel baratro economico, sociale ed etico. Se state pensando che questo non è patriottismo vi do assolutamente ragione, non credo più in questo paese nè nelle sue istituzioni........................e quanto gli ho dato a questo paese ingrato ed infame!!!!! Comunque mai smettere di lottare e so che voi tutti lo fate ogni giorno con dignità e coraggio.

  • 38. Ci si dovrebbe piuttosto chiedere...

    ...dove fiscano le maggiori entrate che derivano da provvedimenti come quello commentato nell'articolo...che ahimè e' solo uno dei tanti...
    Signori lasciate stare le lotte di classe, qui l'equita' non c'entra, si è semplicemente davanti ad uno Stato che è sempre più assetato e che ti "restituisce" sempre meno.

  • 39. @commento 31

    Il fatto da valutare non è la % che paghi sulle tue fatture...ma quante fatture emetti in % sui lavori che fai. E quanto queste fatture rispecchiano il valore reale di quanto incassi. Se le risposte a queste due domande sono diverse dal 100% dovresti avere il buon gusto di stare in silenzio e ringraziare di poter detrarre anche quel poco che ti fanno detrarre. A meno che tu non sia agente di commercio utilizzi il mezzo che "scarichi" esattamente come un dipendente...solo che tu qualcosa recuperi...anche per quando la usi la domenica e in vacanza. Se paghi TUTTO quello che è previsto che tu paghi allora va bene, ti riconosco il rischio d'impresa (nessuno ti ha comunque puntato una pistola alla testa credo) altrimenti, e certamente è così perché tirerai fuori le solite manfrine " le tasse son troppo alte, per sopravvivere un po' di nero ci vuole ecc ecc" veramente...nasconditi.

  • 40. mercato già morto

    è come continuare a sparare a un cervo morto ormai. eppoi chi non usa l auto per lavoro? non conosco nex che ce l ha solo per andare a spasso. leggge invece perfetta per dare un ennesimo colpo di vite alla quale seguirà l'ottimo e giustissimo aumento dell IVA. MOOOOLTO BENE.

  • 41. sono un libero professionista

    E sono d'accordo con la legge. Sono stanco dei furbetti elusori. Vorrà dire che si venderanno meno Audi e BMW. Di auto buone sotto i 20.000 ce ne sono anche troppe.

  • 42. le moto sono deducibili fino a 300 cc. dopo no

    le moto hanno da sempre avuto il limite dei 300 cc.

    per tutti i dipendenti, voi che lamentate ingiustizie e vessazioni, voi che additate i "professionisti" come fossero ricchi evasori... sappiate che il lavoro che state svolgendo DA DIPENDENTI potete tranquillamente chiedere alla società di svolgerlo DA PROFESSIONISTI autonomi, con fattura. cosa cambia per voi?
    che da professionista non hai giorni di vacanza, non hai la malattia pagata, non hai il sindacato che ti para il fondoschiena, non hai la garanzia dello stipendio fisso. devi farti la tua contabilità e presentare le dichiarazioni (che ha un costo), pagare l'INPS o la cassa autonomamente ...... partendo dallo stesso Lordo per l'impresa... non credo che arriveresti allo stesso netto. anzi.... vorrei ben vedere. solo che per molti è comodo fare la "lotta di classe" senza sapere di cosa si parla. io sono professionista, piglio lordo meno di dipendente, e in più lavoro a natale capodanno e ferragosto. non ho un sindacato e non so se i clienti mi pagheranno. se oltretutto mi aumentano l'aliquota INPS e poi pure mi tolgono la deducibilità del mio 250 (unico mezzo che ho, io ricco professionista evasore)... mi conviene espatriare.....

  • 43. Mah, sono perplesso

    Mah, sempre meno deduzioni-detrazioni, sempre più tasse ed imposte. Non vedo però decisione contro: corruzione, spesa pubblica abnorme, fuori controllo e soprattutto senza risocontro per i cittadini. Carissimi, non è una questione di "scontro" tra lavoratori dipendendi e lavoratori liberi pordìfessionisti/imprenditori, che qulcuno ha interesse a fomentare per interssi ideologici, di partito e clientelari. Siamo tutti lavoratori. Dovremmo cominciare a prendercela con chi occupa posti di lavoro e/op dirigenziali (soprattutto nel lavoro "pubblico") e lavoro ben poco (o per niente).

  • 44. libero proessionista

    per chi non lo sapesse lo stato ti da 5 quando comperi il mezzo , poi te ne toglie 10 , perchè se hai un mezzo di lavoro devi per forza guadagnare molto di più (vedi studi di settore ) i ns. professò li sanno fare i conti .
    Non pensiate che si raddrizzi l'Italia in questa maniera .
    Potremmo pagare TUTTI anche il 90% di tasse MA LORO riusciranno sempre a spartirseli e ad imbottire i puff dei divani (vedi un ministro della sanità , mi sembra poggiolini ).
    ITALIANI , avete la memoria cortaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!

  • 45. Iscrivetevi pure

    in 2 gg vi danno la partita iva , e poi scaricate tutte le moto che volete , come il mio vicino che da dipendente diceva che agli artigiani non costavano nulla i mezzi .
    Messosi artigiano comperato subito il mezzo ....... sono passati 20 anni ed è ancora quello ...........

  • 46. leggetevi l'intervista di Giannino

    sull'intelligenza dei nostri professori

  • 47. loro e chi è d'accordo

    sono delle ...

  • 48. molto pericoloso

    stanno segando il ramo dell'albero su cui siedono

  • 49. pisto03 COMMENTO22

    Il problema sono proprio quei signori li.
    Quelli che vanno a spendere i soldi all'estero per paura del "reditest" come dici te, sono quelli che dichiarano 10000 euro di reddito all'anno e ogni 2 anni cambiano auto da 50-60000 euro, fanno la settimana bianca, la settimana alle maldive ecc. ecc, incassano 100 e dichiarano 30..
    Se dichiari il vero, non hai paura del "reditest".

  • 50. Comunque mai smettere di lottare e so che voi tutt

    .... voi tutti lo fate ogni giorno con dignità e coraggio.

    ECCO I MIEI COMPLIMENTI AL LETTORE CHE HA POSTATO QUESTO.
    aLEX-GINO
    HA FATTO IL COMMENTO GIUSTO..CIOè INCORAGGIARE..NON LAMENTI!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • 51. Auto dipendenti e autonomi

    Non confondiamo l'uso dell'auto per andare a lavorare con quello dell'auto per lavoro. Sono due concetti molto diversi. I dipendenti al massimo la usano per recarsi sul posto di lavoro e poi non si muovono finché non arriva il momento di tornare a casa. E qualora dovessero usarla il costo gli viene rimborsato dal datore di lavoro. Il lavoratore autonomo usa l'auto per recarsi dai clienti e spesso gira tutto il giorno quindi è un costo necessario ed indispensabile per produrre reddito, come il computer o l'ufficio di cui paga l'affitto. Usare l'auto solo per recarsi sul posto di lavoro spesso non è una necessità ma una comodità, si potrebbero usare anche i mezzi pubblici.

  • 52. Eterno dilemma dipendenti vs imprenditori

    Ma perché il dipendente , che si lamenta tanto delle agevolazioni agli imprenditori ( o imprese ), non si apre una impresa da solo ?? Così anche lui potrà avere gli stessi benefici fiscali da cui si ritiene escluso ?? È no..., troppo facile vedere solo quello che ci fa comodo.
    E viceversa ..... Anche l'imprenditore che si lamenta delle troppe ferie o permessi del dipendente perché non chiude tutto e cerca lavoro da dipendente??
    Bisognerebbe fare 20 anni da una parte e 20 anni dall'altra e poi si potrebbe essere più obbiettivi !!!!!

  • 53. Non preoccupatevi del mercato...

    Tutti uguali.
    Volete acquistare un mezzo da 10000E? Mettete manoi al portafogli e pagate...Ne volete acquistare una da 80000? Idem chi se lo può permettere a maggior ragione un professionista lo faccia, altrimenti se non gli va' o la propria impresa non gira va a piedi, con l abici , con lo scooter come vuole. Intraprendere significa investire i propri soldi, tutti, senza nessun aiuto della collettività. Altrimenti la collettività aiuti tutti, ma tutti , dal mendicante ad Agnelli.

  • 54. mdv_1

    sono totalmente d' accordo con te!.mi hai tolto le parole di bocca..tutti i dipendenti che rosicano e parlano per indivia..io non li capisco..anche io sono dipendente, ma se il mio capo al posto della Panda si compra il Q7, ben venga!.non posso che esser contento per lui, e visto quello che costerà di mantenimento, in molti ci guadagneranno..che mi frega se l' auto la deduce o meno, la usa in settimana o anche nel weekend, l' importante è che la usi....detrae quindi ci guadagna di più?.innanzitutto non è così semplice il discorso..ed in secondo luogo, dei soldi che "risparmia" cosa se ne fa?.ma li spende ovviamente!.quindi ben venga!.comoda criticare chi ha i macchinoni, poi stare a casa dal lavoro con 37 di febbre, prender il giorno di permesso per andare a divertirsi con i figli o per vedere la partita, magari produrre poco perchè c'è la crisi ma pretendere sempre lo stesso stipendio..io certi ragionamenti non riesco neanche a concepirli, e si che non c'è bisogno di essere imprenditori/artigiani/rappresentanti per capire..

  • 55. @mdv

    il dipendente oggi come oggi non apre partita iva per 2 motivi:
    1 non è mica stupido...rischiare quel poco che ha..
    2 non è mica scemo....vede il suo datore di lavoro...
    ma chi è disposto a mettersi in un tale casino per un auto o peggio per qualche fantomatica agevolazione che poi in realtà non ce neanche??
    che poi alla fine cosa sarà mai sta macchina o moto? sto telefono? sti vestiti sedicenti firmati??

 
Ricerca articoli
 
Ricerca Concessionarie:

Ultime notizie da Moto.it Leggi tutte le notizie di moto
  • Harley-Davidson Street 750 On Tour

    Harley-Davidson porta nelle province italiane la nuova Street 750. Da fine aprile inizia l’edizione 2014 di “#HD Street 750 On Tour", lunghi fine settimana on the road con prove moto gratuite. Oltre dieci le date già confermate

  • Nuova Honda Africa Twin CRF1000?

    Ai lettori più attenti non era certo sfuggita la nostra anticipazione del 9 gennaio sulla futura Africa Twin, che avrebbe ripreso la linea della CRF 450 Rally 2013. Ora anche l'autorevole quindicinale tedesco Motorrad conferma il nostro pensiero

 
ATTENZIONE