CONCEPT CAR

Lancia Aprilia Sport by Zagato 

Rivive da due fotografie del 1938...

Tutto su: Concept car

  • Aggiungi a MyAuto
  • Invia a un amico
  • Stampa
1a

Dopo tante concept car e modelli di produzione ispirati più o meno dichiaratamente ad illustri progenitrici era inevitabile che prima o poi saremmo arrivati ad una vera e propria... resurrezione. La vettura protagonista di questo articolo infatti è a tutti gli effetti nuova, eppure risale al 1938. Sì avete capito bene.
Ci spieghiamo: la vettura esisteva, ma è andata distrutta. Di lei non sono sopravvissuti nemmeno i disegni tecnici, solo due fotografie. Eppure rimane una pietra miliare nella storia della Zagato - a cui si deve la realizzazione di questa vettura da competizione su base Aprilia - e in quella della lancia . Così il centenario del marghio italiano era un'occasione troppo ghiotta per non ripensare a questa splendida realizzazione: Andrea Zagato, però, ha saputo andare oltre, decidendo di riportare letteralmente in vita la creazione del nonno Ugo.

Un'operazione nostalgica che è diventata ben presto una sfida tecnologica, dal momento che ricostruire un'automobile partendo da due fotografie è una cosa più facile a dirsi che a farsi: i più sofisticati programmi di progettazione però hanno consentito di superare anche questo ostacolo, passando quindi alla costruzione dei pannelli della carrozzeria, fino a ricreare la vettura armoniosa che potete ammirare nella fotogallery che vi proponiamo.



04/12/2006

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre notizie su:Lancia

Sono stati inseriti 0 COMMENTI. Commenta »

     
    Ricerca articoli
     
    Ricerca Concessionarie:

    Ultime notizie da Moto.it Leggi tutte le notizie di moto
    • Andorra 500 by Cyril Despres

      Un affascinante rally stradale per moto d’epoca organizzato dal cinque volte vincitore della Dakar nel Principato di Andorra

    • Ducati Scrambler: made in Asia?

      Sui siti stranieri si discute da giorni sul luogo di produzione della nuova Scrambler. Secondo alcuni la nuova Ducati sarebbe costruita solo in Asia. Ecco come stanno le cose

     
    ATTENZIONE