mostra aiuto
Accedi o registrati
attualità

Legge di stabilità, tutte le novità: dagli incentivi alle assicurazioni

-

Sono tante le novità per automobilisti e motociclisti contenute nella Legge di Stabilità appena approvata dal Governo. Ecco cosa cambierà

Legge di stabilità, tutte le novità: dagli incentivi alle assicurazioni

Sono tante le novità per automobilisti e motociclisti contenute nella Legge di Stabilità appena approvata dal Governo. La novità più grande è senza dubbio la norma che prevede la possibilità di individuare e poi sanzionare chi viaggia senza assicurazione o regolare revisione sfruttando i numerosi occhi elettronici sparsi sulle nostre strade (Autovelox, Tutor, ZTL). Ma di questo ne abbiamo già parlato in maniera approfondita, spiegando anche dubbi e perplessità.

Ci sono però altre novità di rilievo a partire dal maxi ammortamento previsto per l'acquisto di veicoli nuovi destinati ad attività lavorative che dovrebbe aiutare professionisti e imprese ad accelerare il ricambio dei propri parchi veicolari. Per le aziende viene introdotta la possibilità di effettuare acquisti di veicoli con un maxiammortamento (commi dal 91 al 94) che può arrivare al 140% del costo sostenuto per i mezzi che siano inerenti all'attività d'impresa ma che riguarda in pari percentuale anche tutte le altre tipologie di veicoli aziendali o da utilizzare per lavoro. 

La Legge di Stabilità prevede l'istituzione di un fondo di 5 milioni di euro da utilizzare per gli incentivi alla sostituzione dei vecchi autocaravan

Ai commi 85 e 86, la Legge di Stabilità prevede l'istituzione di un fondo di 5 milioni di euro da utilizzare per gli incentivi alla sostituzione dei vecchi autocaravan con mezzi più moderni e meno inquinanti: si arriva a 8.000 euro per veicolo. Il provvedimento interessa i mezzi ''attrezzati permanentemente per essere adibiti al trasporto e all'alloggio di sette persone al massimo, compreso il conducente'', di categoria euro 0, 1 o 2, da sostituire con veicoli nuovi della medesima tipologia e classe di emissione non inferiore a euro 5. L'incentivo, sarà applicato dal venditore sotto forma di sconto, per i contratti firmati dal primo gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 e con immatricolazioni entro il 31 marzo 2017. 

Il comma 964, al fine di contrastare l'elusione della tassa automobilistica, modifica gli adempimenti previsti dal Codice della Strada per la cessazione della circolazione dei veicoli a motore e dei rimorchi per la loro definitiva esportazione all'estero, che va documentata con la reimmatricolazione, comprovata dall'esibizione della copia della documentazione doganale di esportazione e nel caso della "cessione intracomunitaria, dalla documentazione comprovante la radiazione dal PRA". 

Infine, viene istituito un fondo di 5 milioni di euro per "avviare un programma straordinario di prove su veicoli nuovi di fabbrica e su veicoli circolanti" per verificare la corrispondenza tra le emissioni di omologazione e quelle reali su strada, oltre che per "incrementare le verifiche di conformità su veicoli e dispositivi a tutela della sicurezza stradale e della salute pubblica".

 

  • zuffo7101, Piacenza (PC)

    per il fatto che da domani l altro non si potrà più vender in concreto le auto sotto i 2000 € di valore agli slavi (per il fatto che non è concretamente possibile comprovare l avvenuta immatricolazione in un altro stato) devo dire che renzi è 1 vero fenomeno !!
    chiuderanno dei salonisti e si rallenterà ancora il mercato del nuovo che è in condizioni pietose(per vendere un auto nuova ogni trenta abitanti come nel 1982 dovremmo avrere le immatricolazioni del nuovo ben oltre i 2.000.000 visto che siamo molti di più di 60.000.000 nel 2015 in italia)
    ha visto lungo marchionne ad andarsene dall italia visto che quest anno non ce l abbiamo fatta a immatricolare le auto/abitante del 1972 ed anche per il cambio innaturale del dollaro con l euro innaturalmente lontano dal cambio al 1 gennaio 2002 (0,9 dollari=1 euro)che sarebbe ragionevole...
    ma in che mani siamo finiti ?
  • davide.l, Bolzano/Bozen (BZ)

    Quella dei tutor/autovelox che possono controllarti l'assicurazione è ottima, bisogna solo vedere se viene messa in pratica all'Italiana.... Avrei voluto qualcosa sul fronte dementi al cellulare in auto, tipo sequestro e confisca del mezzo e pure galera. Ma si sà all'italiotto toccagli pure la moglie ma non il telefonino..
Inserisci il tuo commento