nuove norme

Patente B: 6 ore di guide obbligatorie in autoscuola per ottenerla 

Un nuovo decreto ministeriale stabilisce che dal prossimo 2 maggio chiunque debba conseguire la patente B (privatisti compresi) dovrà obbligatoriamente affrontare sei ore di guida presso un’autoscuola, a fianco di un istruttore autorizzato

Tutto su: Sicurezza | Normative

  • Aggiungi a MyAuto
  • Invia a un amico
  • Stampa
neopatentati

Secondo quanto stabilito da una nuova norma, chiunque debba conseguire la patente B, ovvero quella che autorizza la guida di autoveicoli di massa complessiva non superiore a 3,5 tonnellate e con un numero di posti a sedere non superiore a 8 escluso il conducente, dovrà affrontare almeno sei ore di guida presso un’autoscuola autorizzata.

Pubblicato nella “Gazzetta Ufficiale” del 23 aprile 2012 n. 95, il decreto datato 20 aprile 2012 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti stabilisce infatti che l'aspirante al conseguimento della patente B, anche se privatista,  deve obbligatoriamente effettuare almeno sei ore di esercitazioni obbligatorie di guida presso un'autoscuola, a fianco di un istruttore abilitato ed autorizzato. 

I candidati che presenteranno domanda d'esame per il conseguimento della patente B dopo il 30 aprile 2012 (a decorrere dal 2 maggio) saranno tenuti ad effettuare tali esercitazioni obbligatorie, mentre le disposizioni di cui all'art.2 c.2 relative alle esercitazioni in autostrada con carreggiata a tre o più corsie (previste anche per la "Guida Accompagnata")  sono in vigore già dalla data di pubblicazione del decreto.

scuolaguida

Vengono escluse dalla norma le patenti B SPECIALI, a causa della molteplicità degli adattamenti necessari (che possono essere prescritti su di un veicolo in ragione delle varie minorazioni o mutilazioni) in attesa di un successivo decreto.

Questa decisione rappresenta la volontà di stabilire per legge un percorso formativo minimo obbligatorio, che ricalca comunque il programma di apprendimento stabilito già da molte Autoscuole professionali per la preparazione dei propri allievi. La decisione è stata presa inoltre nella convinzione che una migliore preparazione alla guida dei neo-patentati costituisce senza dubbio un espediente valido per favorire la sicurezza stradale.

Abbiamo anche provato a contattare alcune autoscuole che, benché fossero a conoscenza della nuova norma, non hanno saputo fornirci spiegazioni chiare sulle procedure che un eventuale privatista dovrebbe affrontare dal due maggio in poi per ottenere la patente B. La norma infatti è ancora troppo recente e non tutte le autoscuole si sono ancora organizzate per affrontare questa nuova eventualità.

In particolare non appare chiaro al momento, vista la recentissima attivazione della norma, se il privatista che necessita di effettuare le sei ore di guida obbligatorie avrà la possibilità di guidare l’auto dell’autoscuola senza effettuare un’eventuale iscrizione alla scuola guida stessa, pagando esclusivamente le ore passate a fianco dell’istruttore.

Le autoscuole che abbiamo contattato offrono mediamente mezz’ora di guida con istruttore a 13-14 euro, mentre il costo per ottenere la patente B presso le autoscuole autorizzate che abbiamo interpellato si aggira intorno ai 500 euro, guide escluse.

 

Fonte: Scuolaguida.it



16/05/2012

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono stati inseriti 0 COMMENTI. Commenta »

     
    Ricerca articoli
     
    Ricerca Concessionarie:

    Ultime notizie da Moto.it Leggi tutte le notizie di moto
    • Ducati Scrambler 2015

      Presentata al salone Intermot di Colonia la Ducati Scrambler. Ha motore 803 cc da 75 cv, ruota anteriore da 18 pollici, ABS e pesa 176 kg. Quattro versioni, ecco i prezzi

    • Suzuki, ufficiale il rientro in MotoGP nel 2015

      Al salone Intermot di Colonia Suzuki ufficializza i programmi per la prossima stagione. A Valencia già nel 2014 come wild card

     
    ATTENZIONE