mostra aiuto
Accedi o registrati
Curiosità

Porsche, 718 Boxster coinvolge gli studenti della Naba nel suo “Universe"

-

Gli studenti della Naba di Milano sono stati chiamati ad immaginare una versione speciale della Porsche 718 Boxster dedicata alla città meneghina. Ecco il progetto vincente

Porsche, 718 Boxster coinvolge gli studenti della Naba nel suo “Universe

Ieri pomeriggio alla Naba si è tenuta la premiazione dei lavori eseguiti dagli studenti dell'accademia, promossa dai Centri Porsche di Milano. Tra quaranta progetti concorrenti si è presentato il vincitore, in modo davvero appagante: in cortile è stata posizionata la Porsche 718 Boxster allestita secondo il progetto prescelto e svelata dai teli senza aver comunicato prima quale livrea avesse trionfato. Una gran bella emozione dunque vedere a sorpresa il proprio lavoro realizzato per le tre ragazze vincitrici Chiara Marradi, Jessica Anselmini e Silvia Anese.

Presentazione

Porsche, che da poco ha festeggiato la milionesima 911, per ben orientare sul carattere giovanile e dinamico della sua 718 Boxter, ha chiesto al Naba una collaborazione per produrre una livrea iconica con cui vestire questo modello.

“Storie di Milano” è diventato dunque il tema del workshop all'interno del corso di Graphic Design & Art Direction che ha portato a selezionare i tre migliori progetti . Per merito si è aggiunto un quarto premio Eleganza, che verrà allestito su di una Cayman alla prossima Fashion Week milanese.

Janis Joplin, una buona occasione

Janis Joplin fece decorare la sua Porsche 356 da Dave Richards nel 1965. Dave rappresentò così la sua “History of Universe” sulle sinuose curve della cabrio di Zuffenhausen.

Da questo episodio i Centri Porsche di Milano hanno riarrangiato il tema Universo in Storie, da dedicare a Milano, e portato a compimento questa collaborazione con la Naba. Se qualcuno protesta per l'accostamento tra figli dei fiori, magari scomparsi perchè contro un certo sistema, con un prodotto che comunque appartiene alla fascia del lusso si fermi un momento.

Porsche ha creato un'occasione concreta per giovani studenti di poco di più di vent'anni in cui poter mostrare la propria creatività innata, la disciplina e la responsabilità di cui si è capaci. Un'iniziativa costruttiva preziosa e di buon esempio per chi l'istruzione invece amministra. L'entusiasmo dei partecipanti è stato al top.

Art Car

Dal punto di vista artistico l'operazione capitanata da Luigi de Vita Tucci, direttore dei Centri Porsche milanesi, ha una valenza adorabile: chiunque pensi ad un'auto decorata non può che pensare immediatamente alle Bmw di Andy Warhol, di Cesar Manrique e le altre straordinarie Art Car di Monaco. Rolls Royce alza anche lei la manina e cita subito la stupenda “Yellow Subamarine” di John Lennon. Le Trabant decorate sono arrivate perfino sul palco di “Zoo Tv Tour” degli U2. Porsche poteva rimanere a guardare? No di certo, rilancia anzi decorando il suo nuovo modello 718 in via ufficiale, concepito direttamente nella città riferimento mondiale del Design da studenti non noti, sostenuti soltanto dalla forza delle loro idee. Un'operazione coi piedi per terra molto costruttiva e attuale dunque, che apre nuove prospettive e alza l'asticella dell'impegno da parte delle (poche) case automobilistiche nell'arte e nel design.

Il 1965 risulta dunque una tappa fondamentale da citare per riportare da quanto tempo Porsche si presta da “tela” per i migliori creativi ma diviene qui “solo” un petesto accattivante per perpetrare con inventiva sempre fresca il tema dell'Art Car.

Il progetto

Il tema “Storie di Milano” è stato rappresentato girando tutto attorno alla carrozzeria nella sua interezza e dialoga con il lavoro di Richards, riportando il tema ”Universe” sulla parte posteriore di 718, trasformando la mappa della metro milanese in costellazione, su sfondo a toni di blu perfettamente integrati con i curatissimi fanali posteriori. A lato sinistro dell'auto il tram di Milano avvolge come un serpentone la sua gente e anche le minigonne dell'auto sono curate dal disegno, dove troviamo rappresentate le ruote del tram. Sul cofano troviamo una coppia di giovani all'ora dell'aperitivo, con il Duomo sullo sfondo. Ai lati del paraurti vi sono le stoffe della moda e sulla fiancata destra un grande orologio ricorda il tempo, che a Milano corre sempre più che altrove. Una visione di città evoca un ritmo verticale attuale ma anche antico della città, come è Milano.

Il concept di Chiara, Silvia e Jessica coinvolgeva felicemente anche gli specchietti laterali e la cornice del parabrezza nella decorazione, rimasti neri invece nel modello realizzato.

Alessandro Sammartini

  1 di 9  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Porsche 718
Maggiori info
Porsche