mostra aiuto
Accedi o registrati
Facelift

Ssangyong Rexton W: il restyling

-

Nel corso del Salone Internazionale dell’Automobile di Busan, in Corea del Sud, è stato presentato il Ssangyong Rexton W, versione restyling che si distingue alcune novità estetiche e per una serie consistenti aggiornamenti a livello tecnico

Ssangyong Rexton W: il restyling

In occasione del Busan International Motor Show, in programma dal 24 maggio al 3 giugno in Corea del Sud, è stato presentato il Ssangyong Rexton W, che rappresenta la versione restyling del SUV commercializzato per alcuni anni anche in Italia.

Rispetto alla versione precedente, il Rexton W si distingue non solo per un design più moderno e filante, caratteristica fondamentale per rispondere ai gusti dei diversi mercati mondiali in cui verrà commercializzato, ma anche per una serie di novità tecniche a livello di parti meccaniche e propulsori.

La sezione anteriore si distingue per una nuova griglia costituita da tre listelli orizzontali cromati, al centro di cui spicca il logo del marchio sudcoreano, mentre si presenta totalmente rinnovata anche la parte inferiore del paraurti, dove spiccano tre prese d’aria dalla conformazione piuttosto affilata. I gruppi ottici principali rivelano un look più lineare e includono anche luci diurne a LED.

La fiancata si presenta sostanzialmente invariata rispetto al modello non interessato dal facelift e si distingue principalmente per gli inediti cerchi in lega dal rinnovato design a cinque razze sdoppiate, mentre la sezione di coda si caratterizza per i nuovi gruppi ottici a LED e per una diversa conformazione del paraurti, oltre che per lo spoiler posto al di sopra del lunotto, che conferisce un tocco di sportività all’immagine complessiva della vettura.

Aperta la portiera è possibile notare un abitacolo in parte ridisiegnato, dove la novità principale è rappresentata dalla plancia, che presenta inedite bocchette di ventilazione e una nuova disposizione dei diversi comandi, con lo schermo del sistema di navigazione collocato al centro della consolle, in una posizione di assoluto rilievo.

Modifiche più lievi invece sono state riservate al volante, dove si notano solamente nuovi tasti multifunzione per il controllo dei dispositivi multimediali, mentre il quadro strumenti all’interno del cruscotto non sembra presentare particolari novità estetiche.

Come anticipato in apertura, la Rexton W può vantare anche una serie di aggiornamenti a livello tecnico. Sotto al cofano di questo Sport Utility infatti non si trova più la precedente unità turbodiesel a cinque cilindri di origine Mercedes-Benz da 2.7 litri,  bensì il nuovo motore quadricilindrico e-XDi 200 LET alimentato a gasolio, capace di erogare 155 CV e di scaricare al suolo 360 Nm di coppia massima, che viene abbinato al collaudato cambio automatico a cinque rapporti, sempre di origine Mercedes-Benz.

Secondo il costruttore coreano la versione a trazione anteriore è in grado di percorrere in media 13,7 Km/l, un risultato che corrisponde ad un risparmio del 20% se paragonato ai valori fatti registrare dalla precedente unità utilizzata.

Il marchio sudcoreano ha comunicato inoltre che sono state apportate una serie di migliorie tecniche al telaio, realizzato mediante nuove leghe d’acciaio, al fine di aumentare la rigidità strutturale e di garantire migliori risultati nei crash test.

L’equipaggiamento di serie si rivela piuttosto completo e comprende i cerchi in lega da 18 pollici, il cruise control e il sistema multimediale corredato di collegamento Bluetooth, mentre per quanto riguarda la sicurezza il Rexton W può contare su ESP, ARP (Active Roll-over Protection) e il dispositivo elettronico di controllo della pressione dei pneumatici.

Per il momento la Casa non ha comunicato informazioni ufficiali in merito ai prezzi di commercializzazione e ai mercati di destinazione del rinnovato modello coreano.

  1 di 14  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Ssangyong Rexton II
Maggiori info
Ssangyong