mostra aiuto
Accedi o registrati
attualità

Tagli, le Province minacciano: «Chiudiamo le strade»

-

L'UPI lamenta il taglio alle finanze provinciali: «130.000 chilometri di strade si stanno deteriorando in maniera pericolosa»

Tagli, le Province minacciano: «Chiudiamo le strade»

«I servizi che non possono più essere svolti, perché le strade mettono a rischio gli automobilisti o le scuole non sono sicure, saranno chiusi». Così minaccia il presidente dell'UPI (Unione delle Province Italiane) Achille Variati in occasione del seminario nazionale sullo stato della finanza delle Province a Bologna.

Variati punta il dito contro drastico taglio alle finanze delle province che non permettono di portare avanti la gestione dei loro ambiti di competenza, come scuole e strade. Dal 2013 al 2016 le entrate delle Province sono scese del -43% e la spesa complessiva si è quasi dimezzata, arrivando a -47%, lamenta l'UPI in una nota.

«Un quadro scoraggiante – aggiunge Variati - che oltre a rappresentare chiaramente lo stato di crisi finanziaria delle Province dimostra come da tre anni a questa parte ci sia stato impedito di fare programmazione. La nostra capacità di investimento è crollata del 62% e il patrimonio pubblico che gestiamo, 130 mila chilometri di strade e tutte le 5.100 scuole superiori italiane, si sta deteriorando in maniera pericolosa».

  • Alberto.Morotti, Trescore Balneario (BG)

    Questo e tanto altro dimostra di come sia allo sbando questo paese, inutile che elenchi i già troppi problemi, o meglio quei problemi che secondo lo stato italiano sono più importanti di altri......... quelli che ragionano di tutto questo ci soffrono, chi vive con la testa vuota si accorgerà troppo tardi........ sempre che ci arrivi
Inserisci il tuo commento