mostra aiuto
Accedi o registrati
prova offroad

33 Jeep alla scoperta della Sicilia

-

La splendida isola del Mediterraneo ha ospitato la prima edizione europea dei Jeep Experience Days, ispirati ai famosi Easter Jeep Safari di Moab (Utah). Il mito Jeep è più vivo che mai sia tra i 4x4 che sul mercato: annunciato un nuovo modello nel 2016

Voto della redazione
8,5
33 Jeep alla scoperta della Sicilia

La Jeep è in splendida forma. Lo dicono i numeri di mercato e lo conferma il grande capo del mercato europeo Steve Zanlunghi (Head of Jeep Brand per la regione EMEA): la Casa americana è quella con la maggiore crescita in Europa nel 2015 (+156%) e ha il vento in poppa soffiato dalla compatta Renegade. Il SUV italiano ha parecchi primati; è la prima Jeep costruita fuori dagli USA ed è anche la più venduta del brand statunitense nel corso dell’anno in Italia. Non solo, ha anche aperto la strada a una nuova strategia globale che porterà la Jeep a produrre sei famiglie di modelli in sei diversi Paesi. È proprio il caso di dire che le 4x4 più iconiche degli USA si sono messe in caccia, con l’obiettivo di imporsi non solo con prodotti validi, ma anche con una comunicazione forte, che fa leva sui punti cardine di questa Casa leggendaria.

Alla scoperta della Sicilia

Lo splendido evento siciliano, che ci ha portato a esplorare l’Etna con 33 vetture Jeep, ha proprio questo scopo. Punta a ricreare in Europa lo spirito degli Easter Jeep Safari che radunano ogni anno migliaia di duri e puri del fuoristrada a Moab, nello Utah, per una settimana all’insegna dell’offroad più temerario. Il vulcano siciliano ha fatto da strepitoso palcoscenico al primo evento europeo denominato Jeep Experience Days. Per due giorni abbiamo guidato/giocato tutta la gamma Jeep su strada, ma soprattutto su percorsi offroad a tratti molto duri. È stato sorprendente scoprire le capacità offroad della compatta Renegade. La prima Jeep prodotta in Italia ha seguito zitta zitta e senza un lamento la poderosa Wrangler Rubicon spinta dal motore 3.6 da 286 cavalli in cima a pendenze vertiginose e dentro guadi spacca sospensioni. L’intera famiglia Jeep ci ha permesso di scoprire come queste vetture, al di là della qualità complessiva e delle dotazioni di bordo degni di una classe premium, garantiscano ancora oggi il più puro DNA che ha reso famoso questo brand nel mondo.

La prima Jeep prodotta in Italia ha seguito zitta zitta e senza un lamento la poderosa Wrangler Rubicon spinta dal motore 3.6 da 286 cavalli

 

Durante il primo giorno abbiamo lasciato Catania e abbiamo esplorato l’Etna al volante della nuova Cherokee motorizzata col 2.2 Multijet da 200 cavalli con cambio automatico a 9 rapporti. L’auto si è rilevata comoda, silenziosa e molto veloce sui percorsi extraurbani. Si viaggia in un salotto, ma  quando serve la Cherokee è una vera Jeep. Con un certo timore l’abbiamo lanciata alla massima velocità dentro una cava di basalto (vedi il video) e la Jeep ci ha ripagati con una disarmante facilità di guida persino coi controlli elettronici disinseriti. L’ultima generazione di SUV Jeep impiega ottimo cambi automatici (a 8 marce, a 9 marce e a doppia frizione), ma anche i sempre più diffusi dispositivi di assistenza alla guida come il “Forward Collision Warning” con Crash Mitigation, il “Lane Departure Warning” e il “Blind Spot Monitoring”).

 

La piccola Renegade non si è fermata nemmeno davanti ai percorsi più insidiosi

jeep experience days (17)

 

Perché va bene divertirsi in fuoristrada, ma bisogna sempre tenere in primo piano la sicurezza su strada e in questo Jeep non ha fatto rinunce. Evidenziamo solo una certa lentezza da parte del sistema di navigazione nell’interpretare la strada e nell’aggiornarsi. Il primo giorno ci ha condotto al Castello di Donnafugata, dimora patrizia del XVII secolo, dove sono stati esposti i mezzi “MOPARized”, nati dalla collaborazione tra Mopar e Jeep, che puntano a una spettacolare customizzazione delle auto americane. Erano esposti tre concept car su base Wrangler – denominate Rubicon "Stealth", Sahara Black Revenge e Rubicon Sunriser  - dotate di accessori Mopar per l’impiego off-road più estremo, e quattro vetture - modelli Cherokee, Renegade Trailhawk e Wrangler Rubicon – anch’esse equipaggiate con dotazioni Mopar adatte al tempo libero e alle attività outdoor.

jeep experience days (3)
La Wrangler personalizzata da Mopar

La Valle dell’Irminio

Il secondo giorno ci ha visto alla guida della Wrangler Rubicon spinta dal motore 3.6 a benzina da 286 cavalli. La belva del gruppo FCA ci ha portati a esplorare la  Valle dell’Irminio in un giro off-road estremo tra fango, roccia, sabbia e guadi.  Qui tutta la gamma Jeep – non solo la nostra Rubicon – ha fatto faville, esibendo un’attitudine al fuoristrada che è una qualità pressochè unica nel mondo dei SUV odierni. Il merito va in larga parte ai sistemi di trazione integrale Jeep; a seconda dei modelli, sono disponibili “Jeep Active Drive”, “Jeep Active Drive Low “, “Jeep Active Drive I 4x4” con disconnessione dell'assale posteriore, “Jeep Active Drive II 4x4” con inserimento di marce ridotte, "JEEP Active Drive Lock 4x4” con bloccaggio meccanico dell’assale posteriore.

 

E ancora: sistemi “Rock-Trac® 4x4”, “Command-Trac® 4x4”, Quadra Drive® II 4x4 con differenziale elettronico a slittamento limitato posteriore, “Quadra-Trac II® 4x4” e “Quadra-Trac® SRT® full-time 4x4” esclusivo della Grand Cherokee SRT. Inoltre, sulle vetture Jeep si apprezza il “Selec-Terrain®”, il sistema di controllo della trazione che permette di scegliere tra cinque modalità per tutte le condizioni climatiche: Auto,  Snow,  Sand, Mud e Rock (su alcuni modelli è disponibile anche la variante “Sport” per la guida alle alte velocità).

 

La nostra Jeep Experience in Sicilia si è conclusa all’Eremo della Giubiliana. Qui Guillame Drelon (Head of Jeep Marketing Planning & Customer Experience EMEA - Fiat Chrysler Automobiles) ci ha svelato che la Cherokee "Night Eagle”, presentata al salone di Francoforte come showcar, sarà prodotta in serie limitata per l’Europa. Non solo, sarà accompagnata dalla serie speciale Renegade "Night Eagle. E nel 2016 Jeep sorprenderà gli appassionati del fuoristrada a stelle e strisce con una nuova SUV del segmento C, che andrà a posizionarsi proprio tra la Renegade e la Cherokee. Seguiteci su Automoto.it, perché presto vi sapremo dire di più.

 

La gamma Jeep al completo, sullo sfondo l'Etna

jeep hp1

 

  1 di 22  
  • lucfont80, Milano (MI)

    Vorrei andare anch'io

    Che spettacolo, pure mentre fuma l'Etna.
Inserisci il tuo commento
Jeep

Altri su Jeep Renegade

Nuovo: Jeep Renegade

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Jeep Renegade

Vedi tutti
Indietro Avanti