mostra aiuto
Accedi o registrati
#AMboxing

Infiniti Q30 | Tra i consumi ridotti e un pizzico di claustrofobia

-

Il brand lusso di Nissan sforna Infiniti Q30: bellissimo design, sia dentro sia fuori, dove però entra un pizzico di claustrofobia...

Qualche facinoroso l'ha trovata così bella da spaccarci un finestrino, e in effetti Infiniti Q30 colpisce al primo sguardo. Le linee da segmento C vitaminizzato lasciano infatti ottime sensazioni alla prima occhiata: piace tutta, piace fuori, piace dentro, anche se non mancano i "ma" da raccontare. Lo facciamo con il nostro consueto spirito.

Esterni

Bellissimo il comparto anteriore con la calandra che si spinge fino a terra e che dà un senso di particolare forza all'idea di insieme. Si passa anche dai fari full led adattivi che illuminano particolarmente bene, mentre in fiancata nervature e cerchi non cambiano gli equilibri determinati dall'avantreno. La vera particolarità sta però nella parte posteriore: i gruppi ottici sono stretti, e Q30 sembra quasi schiacciata ma con gusto. Doppi gli scarichi nonostante la motorizzazione non spinta, e portellone manuale.

Interni

Tanta microfibra e un senso premium che investe subito quando si sale (o meglio si scende, perché è bassa) a bordo. C'è però un altro senso che coglie il driver, così come l'occupante anteriore, così come chi siede dietro: un pizzico di claustrofobia. Lo spazio non è infatti enorme, e per quanto si riesca a trovare comodamente (e manualmente) la giusta posizione di guida, non si può dire che si navighi nello spazio. Strano per una vettura lunga più di quattro metri e larga oltre un metro e ottanta. Davanti si è in un cockpit con ogni cosa al suo posto tranne i comandi dell'infotainment che sono sdoppiati, e sdoppiati male: si perde una certa intuitività che però viene smorzata dai comandi disponibili sulle razze di un volante che ricorda in tutto e per tutto quelli di Mercedes. Anche il display centrale del computer di bordo va in quella direzione, con un senso di già visto che piace soprattutto a noi che proviamo auto diverse durante l'anno. Il climatizzatore è sdoppiato, l'infotainment ricorda quello di Nissan, con il produttore che entra anche nel design di alcune funzioni, come la telecamera posteriore. Forse questa Q30, facendo parte del brand lusso di Nissan (Infiniti, appunto), avrebbe meritato un look diverso in alcune features. Particolare la levetta del cambio, piccola e minimale. Dietro si gestiscono le bocchette del climatizzatore e si ha a disposizione una presa da 12V. Il bagagliaio offre da 368 a 1200 litri, e ha un vano sotto la prima paratia che convince.

Motori

Abbiamo pescato la cannuccia corta, nel senso del motore diesel meno potente. Abbiamo un propulsore 1.5 litri diesel con 109 cavalli e una coppia onesta di 260 Nm. Magari non si trova la prestazione, ma che consumi! Si va dai 13-14 chilometri percorsi in città con un litro di gasolio, e si arriva ai 19 intorno al limite autostradale e ai 22 quando si guida a 110. La frenata di emergenza aggredisce l'asfalto in maniera potente, e l'accelerazione da zero a cento ferma il crono in poco meno di 12 secondi (velocità massima 190 orari). Il motore è molto elastico ma ovviamente manca di un pizzico di potenza in alto, e più che le ripartenze da fermo sono le riprese 80-110 a metterci un filo in difficoltà. Bene lo start and stop, che porta però una certa dose di vibrazioni quando il motore riparte.

Sensazioni di guida (cambio frizione sterzo)

Il volante è forse troppo grande, ma lo sterzo è in linea con la vettura: non troppo diretto, quindi, perché tra le mani non abbiamo un modello sportivo. Il cambio è un doppia frizione a sette marce, ben spaziato, sufficientemente intelligente, che non ci lascia mai a piedi e che non ha lag particolari pur richiedendo il raggiungimento del kick down al pedale quando serve potenza. A bordo c'è una grande insonorizzazione e si può parlare fino a velocità adeguate, e il valore aggiunto è dato da un assetto neutro, non secco, che porta a una tenuta valida anche a velocità sostenute. Il beccheggio non entra mai nel nostro mirino, merito anche dell'altezza esigua di questa Infiniti Q30.

Sistemi sicurezza attivi

A disposizione abbiamo la frenata assistita mentre tutto il resto è un optional. Il cruise control disponibile non è adattivo, mentre sulla nostra mancano sia l'assistente di corsia sia il sensore di protezione dell'angolo cieco.

Altri optional

Indubbiamente il climatizzatore automatico fa molto dell'esperienza di bordo in questi mesi estivi: sdoppiato, rinfresca senza fatica anche ad alte temperature esterne. La telecamera posteriore è imprescindibile, vista l'esiguità delle dimensioni del lunotto, e anche il parcheggio automatico aggiunge comodità a ogni manovra. I fari full led adattivi illuminano molto bene, e l'ingresso keyless ci consente un valore aggiunto da non perdere di vista. Se uniamo questo come condimento a un'esperienza di guida non monotona e parca nei consumi, non possiamo che promuovere questa Q30, perché in fondo il "già visto" in termini di derivazione di alcuni elementi da altre Case e modelli è un problema che investe solo noi che proviamo auto diverse tutto l'anno.

Target, prezzi e conclusioni

Vuoi un'auto alla tedesca senza per forza buttarti sui brand canonici tedeschi? Scegli Infiniti, e scegli Q30. Fuori è bellissima da vedere, e molto in questo senso lo fanno le linee e il colore; dentro è altrettanto premium, fatti salvi alcuni elementi ispirati da Nissan. Rimane un modello cui guardare con interesse, perché ha linee capaci di spezzare il filo con ciò a cui siamo abituati sulle nostre strade. Si parte da circa 25.000 euro, e nella nostra versione si va dai 31.500 ai 37.000 della nostra vettura in prova. Un prezzo adeguato, anzi forse più basso rispetto a quanto ci saremmo attesi. Per le prestazioni puntate su qualcosa di più potente, ma in generale una coppia, magari non molto avanti con l'età, potrà serenamente puntare su questa Infiniti Q30.

Pregi

+ Design
+ Consumi

Difetti

- Dentro può sembrare claustrofobica
- L'assemblaggio di diversi elementi, soprattutto Nissan e Mercedes, potrebbe far storcere il naso a qualcuno (ok, a pochi...)

Scheda

Motore In prova
Cilindrata: 1.5 diesel
Numero cilindri: 4 in linea
Potenza: 109 cavalli
Coppia: 260 Nm a 1750 giri
Cambio: automatico doppia frizione a 7 rapporti
Trazione: anteriore
Consumo km/litro: 13/14 in città, 19 a 130, 22 a 110
Emissioni CO2 per km: 111 grammi

Prestazioni:
Velocità Massima: 190 chilometri orari
0-100: 11.6 secondi

Misure:
Lunghezza/Larghezza/Altezza in cm: 443/181/150
Passo: 270 centimetri
Bagagliaio: 368-1200 litri
Pneumatici: 17 pollici
Peso: 1479 chilogrammi

  1 di 39  
  • Vinx2

    sempre bravi. le loro recensioni (senza quel buonismo in eccesso che tanti loro colleghi non lesinano) sono molto valide
Inserisci il tuo commento
Altri su Infiniti Q30
Maggiori info
Infiniti