mostra aiuto
Accedi o registrati
Cosa è cambiato

Nuova Ford Fiesta | Cosa è cambiato [Video]

-

Ottava versione per la segmento B di casa Ford, che cambia in maniera straordinaria. Come? Ve lo raccontiamo noi

Rottura, rottura, rottura. Con il passato, intendiamoci, in una accezione totalmente positiva. Ma quanto l'hanno cambiata rispetto al passato? Sulle strade arriva l'ottava versione di un modello del segmento B che a partire dal 1976 è stata capace di essere venduta in Italia 1.100.000 volte, per un successo che oggi diventa grande, adulto, senza però smettere di ammiccare ai giovani.

Raramente abbiamo visto modifiche così radicali, a partire dall'anteriore. Se la guardiamo da vicino, dobbiamo sempre ricordarci che sì, qui abbiamo la Titanium, ma che sulle altre tre versioni, Plus, ST Line e Vignale i particolari cambiano eccome: ST Line - calandra nero lucida e paraurti racing; Vignale, novità assoluta: griglia cromata con dettagli a V e fendinebbia dal design dedicato. Qui invece Titanium, con calandra cromata, grigia, e fendinebbia orientati verticalmente che donano linee dinamiche verso le fiancate. Già dalla prima occhiata i raffinati noteranno che è cambiata anche nelle dimensioni: ora sfonda i 4 metri di lunghezza, e si ferma a 4.04 contro i 3.96 della precedente, mentre in altezza e in larghezza guadagna un centimetro, passando rispettivamente a 1.48 e 1.73.

Due i particolari che suggeriscono una chiara disponibilità di tecnologia legata alla sicurezza: il radar incastonato nel paraurti e la telecamera disponibile sul parabrezza. Fanno da sfondo a 11 nuovi sistemi che prima non c'erano e che oggi ci sono, a continuare quel processo di democratizzazione di optional che solo in passato, fortunatamente, erano pensati per modelli e brand lusso. Optional non da poco: già disponibile sulla Plus assistente di corsia, camera anteriore e limitatore di velocità, ma vanno citati anche park assist attivo, cruise control adattivo, assistente anti-collisione con il riconoscimento dei pedoni, driver alert System, sensore di protezione dell’angolo cieco e tanto altro. L’anteriore è completato dalle luci diurne a LED e dai gruppi ottici allungati che si spingono fino al principio della fiancata. Belli infine i cerchi, in lega da 16 pollici su Titanium di serie.

Spesso abbiamo visto come i designer dedichino la loro concentrazione al comparto anteriore; accade così che il posteriore si perda in un pizzico di anonimato. Questo non accade con la Nuova Fiesta, perché al carattere dell’anteriore segue quella del posteriore, completamente ridisegnato; a colpire sono soprattutto le nuove proporzioni di Fiesta, e molto in questo senso è determinato dai gruppi ottici. Li ricordate prima? Erano esplosi in verticale, mentre stavolta abbiamo un orientamento orizzontale che idealmente allunga Fiesta in larghezza, certamente più del centimetro di variazione effettiva. Cambiando le misure cambia ovviamente anche il bagagliaio, che ospita oggi 303 litri di carico. Ovviamente, con l’abbattimento dei sedili possiamo aumentare la capacità a quasi 1000 litri. Rispetto al passato quindi abbiamo un +8 litri di capacità a divano posteriore non abbattuto, in pratica un cestello da sei bottiglie da un litro e mezzo d’acqua. A completare il modello in prova la rear view camera, utilissima per ciò che riguarda ogni manovra.

Cambiata fuori, cambiata anche dentro, e migliorata da elementi in pelle e tessuto che ti investono non appena apri la portiera. Anzi, quando la apri ti accorgi di un altro optional, la protezione della carrozzeria, che compare e scompare fornendo un supporto adeguato che ti consente di non rigare e appoggiarti senza pensieri a chi ti sta a fianco.

Anche dentro, per ciò che riguarda la dotazione, cambia molto: il volante in pelle ha tre razze e comandi disponibili sia per gestire i tanti assistenti attivi alla guida, sia pure per gestire al meglio il Sync3, il sistema infotainment targato Ford che bene abbiamo imparato a conoscere nel corso del tempo. In questo caso il sistema si declina su un display touchscreen capacitivo da 8 pollici, che fa da porta di ingresso a un sistema infotainment particolarmente completo.

All’interno piacciono molto le linee della plancia, che fanno respirare una certa dose di sensazione premium, una novità estremamente importante per un segmento come questo e per un marchio come Ford. Inoltre, attenzione anche all’effetto lounge che passa dall’illuminazione interna a LED, al pomello del cambio in pelle, così come la leva del freno a mano.

Le linee sono sinuose, Ford ha adottato il tablet verticale con comandi facilmente gestibili e due rotelle per quella che rappresenta la Mid Radio, che si inserisce tra la Low, con display da 4.2 e la high, con display da 8 pollici. In più, da far suonare a pieno volume il sistema disponibile griffato Bang & Olufsen con dieci altoparlanti e 675 Watt di potenza. In più, con l’interpor design packs, abbiamo la possibilità di aggiungere charme con i tappetini dalle cuciture a contrasto, lo specchietto retrovisore interno rivestito, e gli inserti verniciati nelle portiere, negli elementi di ventilazione e nella plancia. Chiusura sui vani portaoggetti, sulla visibilità, e sull’abitabilità posteriore.

Anche in ordine di marcia, specie con il nostro 1.5 litri diesel da 85 CV, abbiamo ottime risposte. Soprattutto da un punto di vista del consumo sulla percorrenza nel misto, dove riusciamo a percorrere oltre 19 chilometri con un litro di gasolio. Il cambio a sei marce, manuale, è privo di impuntamenti e si declina in una frizione certamente non pesante e in uno sterzo declinato su un volante dal diametro adeguato. Sterzo diretto ma non direttissimo, Ford Fiesta predilige le andature uniformi, senza però togliersi qualche sfizio in accelerazione. La frenata di emergenza richiede spazi di arresto nella media, ma in generale è la percezione di sicurezza a emergere chilometro dopo chilometro. Anche in questo Fiesta è cresciuta, così come nell'insonorizzazione degli interni, che ci consentono conversazioni agili e non urlate anche con chi siede dietro.

I prezzi? Al lordo di promozioni continue che sono sempre da tenere attentamente sotto controllo, abbiamo tra le mani il modello Titanium che parte da 16.250 euro. Con tutti gli optional di cui disponiamo sfondiamo quota 20, ma certamente di qualcosina potremmo fare a meno per mettere meglio a fuoco il prezzo a seconda delle nostre possibilità di spesa.

Ford Fiesta non cambia tanto per cambiare, ma rappresenta nell'ottava versione un tangibile passo in avanti e una nuova asticella per tutti i concorrenti. Ci è piaciuta non poco, e non vediamo l'ora di provarla nelle versioni benzina Ecoboost da 1.0 litro tre cilindri, con potenze da 100 a 140 CV, magari sui modelli ST e Active che arriveranno prossimamente, in un approccio più da famiglia, da ecosistema, che da semplice modello lanciato sul mercato. Ma se le premesse sono queste......

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Ford Fiesta
Maggiori info
Ford
  • Ford Italia S.p.A. Via A. Argoli, 54
    00143 Roma (RM) - Italia
    800 22 44 33   http://www.ford.it