Prova su strada

Nuova Hyundai i10 

New Generation, good vibration

La nuova i10 per Hyundai è il primo modello interamente progettato, sviluppato e prodotto in Europa e destinato ai clienti europei. Tra i suoi must, il nuovo motore a tre cilindri, la garanzia di cinque anni ed il listino che parte da meno di diecimila euro

Nuova Hyundai i10
  • Aggiungi a My Auto
  • Invia a un amico
  • Stampa

Le vetture di segmento alto saranno anche il fiore all’occhiello, ma è sulle vetture di classe A e B che i marchi generalisti costruiscono le loro fortune: indovinare il modello giusto per stile, contenuti tecnici e prestazioni significa garantirsi una (relativa) tranquillità, in termini di vendite e gradimento del pubblico.


Nei prossimi mesi, il segmento A vedrà molti nuovi attori affacciarsi alla ribalta: anticipando i tempi, Hyundai lancia la nuova generazione della sua i10, vettura che introduce nuovi standard per la categoria, con livelli di comfort e sicurezza finora propri dei segmenti superiori.


D’ora in poi bisognerà dimenticare l’equazione city car = auto spartana, ad iniziare dallo stile: i10 offre piacere di guida e qualità percepita d’alto livello, rivelando di aver respirato fin dal momento del suo concepimento l’arie europea, progettata com’è stata all’HMETC (Hyundai Motor Europe Technical Centre), il centro R&D di Hyundai, a Russelsheim, in Germania, per essere poi prodotta nella modernissima struttura di Õzmit, in Turchia, impianto per il quale  nel corso dell’anno sono stati investiti ben 500 milioni di euro e che a pieno regime sarà in grado di produrre 200.000 veicoli all’anno, con 36 auto in uscita ogni ora dalle catene di montaggio.

nuova hyundai i10 (25)
La nuova Hyundai i10 taglia i ponti con il passato, mettendo in mostra un livello qualitativo imparagonabile rispetto a quello riscontrato sul mdoello di precedente generazione

Più stile e sostanza miscelati insieme

La nuova i10 è nata sotto il segno del linguaggio stilistico “Fluidic Sculpture”, che già caratterizza i più recenti modelli Hyundai: nel caso specifico, abbiamo una vettura che appare più lungo, ampio e basso rispetto al precedente, scelta che prelude ad un abitacolo tra i più spaziosi ed accoglienti della categoria. 

 

La griglia esagonale del radiatore richiama lo stile apprezzato sulle sorelle maggiori, con le nuove luci diurne a LED chiamate a delineare un ulteriore effetto visivo di grande impatto. Con 3.665 mm, la nuova i10 è di 8 cm più lunga della versione precedente, diventando anche la più lunga del segmento ma anche quella più larga, toccando i 1.660 mm (+ 65 sulla precedente). Lo stile snello si traduce in un coefficiente di resistenza di appena 0,31, il più basso del segmento, risultato reso possibile da accorgimenti come il parabrezza a filo che non ostacola la linea aerodinamica.


Colpisce subito, ed in termini molto positivi, la soluzione bicromatica per gli interni, che forniscono una piacevole sensazione di sofisticatezza e comfort, grazie ai materiali di ottio livello impiegati per  i sedili, il rivestimento del cruscotto e dei pannelli. Gli intarsi colorati si estendono per tutta la larghezza della plancia, accentuano la sensazione di spazio utile. Davanti a tanta qualità, stride constatare che non si sia trovato uno spazio consono per il sistema di navigazione: la soluzione proposta, con il pannello agganciato con una ventosa al parabrezza, da un senso di precarietà all’intero sistema ed il trovare in giro il filo, che corre dalla presa al visore quasi annulla tutto il lavoro fatto per armonizzare i diversi elementi interni.

hyundai i10 confronta modello
Scopri le caratteristiche tecniche della Hyundai i10 di precedente generazione e delle dirette concorrenti dela nuova generazione grazie al nostro Confronta Modello


L’abitacolo non presenta elementi metallici a vista, migliorando l’impressione di comfort; le superfici del pannello di controllo e le parti esterne sono hanno viti a vista, coperte da rivestimenti specifici, come intorno alle maniglie interne delle porte. Il passo allungato (+5 mm, fino a 2.385) ha permesso di realizzare un abitacolo più ampio: i passeggeri anteriori beneficiano di 4 cm di spazio in più, con 1.070 mm per le gambe ma anche 16 in più per le spalle. La capienza del bagagliaio è aumentata del 12%: siamo ora a 252 litri, al top del segmento, con un aumento di 27 litri rispetto alla versione precedente. I sedili posteriori sono sdoppiati asimmetricamente (60:40), per una capienza totale di 1046 litri. Tra le attenzioni ai dettagli, segnaliamo la  possibilità (finora inedita per il segmento A) di ospitare nella tasca delle portiere anteriori una bottiglia da 1 litro (e da 0,6 litri dietro), in aggiunta ai due vani portabevande posti dietro la leva del cambio.

Colpisce subito, ed in termini molto positivi, la soluzione bicromatica per gli interni, che forniscono una piacevole sensazione di sofisticatezza e comfort, grazie ai materiali di ottio livello impiegati per  i sedili, il rivestimento del cruscotto e dei pannelli

Debutta il tre cilindri a benzina

Tra le due unità propulsive con cui la nuova i10 sarà proposta, le attenzioni maggiori si concentrano sul motore tre cilindri dalla cubatura quasi piena (998 cc), capace di una potenza di 66 CV (48,5 kW) espressa a 5.500 giri/min, 700 giri più in basso della precedente versione, con la maggior coppia di 94 Nm disponibile già dalla soglia dei 3.500 giri/min. Questo motore dispone di alcuni accorgimenti per ridurre attriti e vibrazioni, per una combustione più completa e maggior durata: offset dell’albero motore di 11 mm, molle delle valvole con minori attriti per ridurre la rumorosità meccanica, ugelli per il raffreddamento dei pistoni, valvole con rivestimento in DLC (diamond-like carbon) per esaltare la durata, pistoni e segmenti con trattamento PVD (Physical vapour deposition) per maggiore longevità.

nuova hyundai i10 (4)
L'abitacolo è realizzato con materiali di buona qualità e presenta una gradevole soluzione bicromatica

 

All’inizio del 2014 sarà disponibile la versione GPL, con modifica realizzata direttamente nello stabilimento turco: la potenza sarà di fatto invariata (67 CV, 49,3 kW a 6.200 giri) e coppia ribassata a 90 Nm a 4.500 giri/min. Maggiore brio è ovviamente garantito dal 4 cilindri “Kappa” da 1.248 cc, che offre 87 CV (64 kW) a 6.000 giri/min, con coppia massima di 120 Nm a 4.000 giri. Le caratteristiche inedite delle versioni Kappa includono il doppio albero a camme in testa (DOHC), fasatura variabile (CVVT), blocco motore in alluminio più solido con camice dei cilindri in ghisa, testata in alluminio e bielle più leggere.

Entrambi i motori sono gestita da cambio manuale a 5 rapporti, ma è disponibile anche una trasmissione automatica a 4 velocità.


Il cambio manuale è dotato anelli di sincronizzazione rivestiti in fibra di carbonio, per una maggiore durata; meccanismi con guide, inseriti direttamente negli ingranaggi, assicurano una qualità della cambiata più precisa, semplificando ogni innesto. La quinta marcia ha un rapporto lungo (0,719:1 per il 4 cilindri e 0,774:1 per il 3), per ridurre i giri del motore, migliorare la guida e contenere i consumi. L’indicatore di cambiata nel tachimetro consente al guidatore di ottenere la miglior efficienza nella guida.

nuova hyundai i10 (15)
Il bagagliaio è cresciuto rispetto al passato ed ora offre 252 litri di capacità


La versione BlueDrive, con motore 1,0 litri, propone una serie di particolari tecnici studiati per contenere i consumi, dal sistema ISG (Integrated Stop & Go, disponibile anche come optional a parte), alle ruote da 13” con pneumatici con minor resistenza al rotolamento, che  ottengono consumi ridotti a 4,3 l per 100 km, emissioni contenute in 98g/km ed autonomia di oltre 900 km

Le versioni per l’Italia

La Nuova Generazione di i10 è offerta in Italia in tre allestimenti (Classic, Comfort, Style); unica del segmento A a montare di serie su ogni esemplare 6 airbag, ESP, VSM (Vehicle Stability Management) e TPMS, i10 ha listino che parte da 9.850 euro, con incrementi di 1.500 per accedere agli upgrade successivi, mentre il passaggio di motorizzazione vale 600 euro e la scelta della trasmissione automatica 1.000; la versione GPL (disponibile solo sul 3 cilindri) costerà 1.500 euro in più rispetto alla corrispondente versione alimentata solo a benzina.

nuova hyundai i10 (20)
La nuova Hyundai i10 entra nel segmento A, sempre più strategico per i costruttori automobilistici

 

Prenotabile dal 6 novembre, con consegne iniziali a partire da dicembre, i10 beneficia di una speciale offerta di lancio, identificata come i10 Login: la versione Comfort, già dotata tra gli altri di impianto radio CD+USB, climatizzatore manuale, chiusura centralizzata, alzacristalli elettrici posteriori, specchietti elettrici e riscaldabili, sedili in tessuto e sedile guidatore regolabile in altezza, avrà l’aggiunta di Connectivity Pack (Bluetooth), comandi audio al volante, altoparlanti posteriori e fendinebbia con luci diurne a LED, un pacchetto del valore di 600 euro che però non inciderà sul listino, congelato in 11.350 euro chiavi in mano.

 

Per i10, che si avvale del “pacchetto” Hyundai a chilometraggio illimitato, con 5 anni di garanzia, 5 anni di assistenza stradale e 5 anni di controlli gratuiti è allo studio una specifica formula di finanziamento, la iPlus, con minimo anticipo (sotto i 2.000 euro), ridotta rata mensile (inferiore ai 100 euro) e possibilità di riscatto a 24 o 36 mesi: a queste condizioni, accedere al mondo Hyundai sarà davvero possibile a tutti.

Il confronto con la precedente i10 non ammette repliche: siamo davvero su un altro pianeta, dinnanzi ad un evidente salto di qualità

Un evidente salto di qualità

Il confronto con la precedente i10 non ammette repliche: siamo davvero su un altro pianeta, dinnanzi ad un evidente salto di qualità. Allestita su una piattaforma inedita, più rigida del 27% e silenziosa del 14%, la nuova i10 evidenzia come i due anni di sviluppo siano serviti a definire una vettura capace d’essere molto piacevole, pratica e disinvolta sia in ambito urbano, quando serve esibire agilità e semplicità in manovra, che fuori città, quando ad essere sollecitati sono organi meccanici come cambio, freni e sospensioni.  

nuova hyundai i10 (17)
La nuova i10 viene offerta con motori a tre e quattro cilindri a benzina. Disponibile anche la variante BlueDrive a GPL

 

Se cercate una compagna con cui affrontare la giungla quotidiana del traffico, prendete nota: con la i10 potrebbe esserci un colpo di fulmine. Piacevolissima a velocità moderata, è giusta per andare in ufficio dopo aver accompagnato i figli a scuola, per stivare la spesa fatta al supermercato, per uscire con gli amici andando al cinema in compagnia. La posizione di guida è decisamente buona, in altezza come in profondità, grazie anche alla felice scelta di un sedile dal profilo insieme accogliente e sportivo; il volante regolabile assicura la visione corretta del quadro strumenti e soprattutto piace per l’immediata confidenza che offre, grazie al rivestimento in pelle di qualità, per una presa sulla la corona sicura in ogni contesto, mai incerta o scivolosa..


La valutazione complessiva è di promozione piena, con note di merito per il cambio, dagli innesti precisi resi ancor più morbidi dal lavoro inappuntabile della frizione, l’impianto frenante compatto e quasi aggressivo con i quattro elementi a disco, la silenziosità interna che eleva il comfort di viaggio. Per le sospensioni si è optato per una taratura sul rigido: esaltante in condizioni di asfalto di qualità, ma esposta anche a qualche reazione diretta e più secca in caso di passaggi veloci su imperfezioni, buche o dossi stradali. Ma è il dazio da pagare per avere tra le mani un’auto dall’elevata guidabilità, piacevole e sincera.

nuova hyundai i10 (37)
La nuova I10 viene offerta con 5 anni di garanzia, 5 anni di controlli gratuiti e 5 anni di assistenza stradale includa


Il tre cilindri, chiamato ad operare in un ambito non propriamente urbano, si rivela agile e pronto, e  guidando con attenzione i valori di consumo esibiti come bandiera dalla dirigenza Hyndai sembrano alla portata dell’automobilista medio e non solo dei tester in fase di omologazione. Ovviamente mostra i limiti della ridotta cavalleria quando viene spronato al massimo e mostra di non gradire le sollecitazioni più estreme con l’impianto di climatizzazione in funzione. Ma è un propulsore onesto, che offre quanto promette ed in tempi di attenzione alle spese può rappresentare una valida opportunità di scelta. Maggiore divertimento lo offre il quattro cilindri, dalla cubatura più adatta alle dimensioni della vettura e le cui performance possono così arrivare ad attivare l’ESP, chiamato a correggere le manovre meno ortodosse ed altrimenti confinato a restare un po’ malinconico in panchina.

Pro

Posizione di guida

Comfort interno
Qualità allestimento
Silenziosità di marcia

Contro

Soluzione per navigatore



17/10/2013
Alfonso Rago

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Sono stati inseriti 1 COMMENTI. Commenta »

  • 1. Mi piace molto questa Hyundai i10.

    La trovo una macchina decisamente in gamba.Però non sono riuscito ancora ha capire se è ad iniezione diretta o nò,nessuno ne parla,otimo i 4 freni ha disco.

 
LISTINI, PREZZI, BROCHURE
Ricerca Concessionarie:
Altri modelli interessanti
 
ATTENZIONE