mostra aiuto
Accedi o registrati
Primo test

Peugeot 5008 [Video primo test]

-

Abbiamo provato la nuova Peugeot 5008, una vettura che interpreta in modo interessante l'universo SUV di oggi puntando non solo sullo stile ma anche sulla qualità degli interni e sulle dotazioni

Tutto è nato con 208 e 2008, ma con la nuova generazione di SUV la Casa del Leone è stata protagonista di un nuovo cambio di passo nella proposta di gamma che aveva già iniziato a prendere slancio con la 308: oggi con Peugeot 5008, SUV di segmento C a sette posti, si completa dunque la seconda parte di un rilancio che non passa solo attraverso stile e qualità ma anche approccio concettuale al prodotto.

La nuova Peugeot 5008 ha molto in comune con la 3008, in particolar modo nella zona anteriore e nella gran parte della fiancata, ma poi più ci si avvicina alla coda e più si incontrano le modifiche che hanno sostanzialmente declinato la compatta sport utility in qualcosa di più adatto all'utilizzo in famiglia: un plus che potrebbe permettere a Peugeot di attrarre in concessionaria nuovi clienti dopo il successo - quasi inaspettato - della 3008 anche tra fans e proprietari di vetture premium come Audi Q5.

Qualcosa di nuovo, insomma, che nella 5008 si evolve rispetto alla 3008 con l'aumento del passo di 16,5 cm e della lunghezza di 19 a tutto vantaggio dello spazio interno: nei 464 cm, infatti, trovano posto sette sedili (5+2) ma anche un bagagliaio da 680 litri (780 avanzando i sedili di 15 cm) che sale a 1.855 abbattendo gli schienali posteriori in modalità completamente indipendente: le tre sedute della fila centrale, infatti, hanno completa indipendenza. Stesso discorso anche per i due posti aggiuntivi, che si aprono e si chiudono con movimenti semplici e leggeri.

Il passo di 284 cm porta dunque in dote spazio a bordo e 5008 ne trae giovamento nella zona posteriore lasciando invece la zona anteriore sostanzialmente identica a quella della 3008: rimane al suo posto la plancia con il cockpit "driver oriented" ma soprattutto la strumentazione rialzata i-cockpit che prende vita grazie all'uso di un volante di piccole dimensioni finalmente tagliato nella zona superiore per favorire la visibilità di una strumentazione (optional). Non mancano lo schermo LCD montato a sbalzo sulla plancia, i sedili con funzione massaggio e regolazione elettrica (800 euro).

La gamma motori si compone di due unità a benzina e tre a gasolio: 1.2 turbo, tre cilindri, da 130 CV e 1.6 THP da 165 per quanto riguarda gli alimentati a verde mentre il gasolio punta tutto sul 1.6 turbodiesel BlueHDi nella declinazione da 120 CV (non c'è il 100 CV in Italia) e sul 2.0 da 150 e 180 CV: quest'ultima motorizzazione, disponibile solo per l'allestimento GT, è disponibile con il solo cambio automatico Aisin a sei marce. Cambio che troviamo anche sul resto della gamma, millesei turbodiesel compreso. Optional, invece, Advanced Grip Control (da 180 a 880 euro) che pone rimedio all'assenza della trazione integrale sfruttando l'elettronica del sistema ESP per simulare la presenza del differenziale autobloccante anteriore con programmi specifici per sabbia, neve, rocce o asfalto: tra le funzioni anche il controllo automatico della velocità in discesa.

Tre i livelli di allestimento, ai quali si aggiunge GT Line: Access, Active e Allure. Si parte da 25.450 euro della 1.2 PureTech in allestimento Access (Bluetooth e clima manuale di serie) e si arriva ai 40.200 euro della 2.0 BlueHDi GT al top di gamma con una dotazione davvero full: fari a led, ruote da 19", sensori di distanza per cruise control attivo e antitamponamento.

Dal vivo: com'è fuori

L'allungamento del passo e della coda rispetto alla 3008 hannpo reso leggermente meno sportivo il look della 5008 anche se la vettura rimane globalmente ben disegnata e piacevole nelle forme: per intenderci l'idea che trasmette è quella è vicina a quella di una versione station wagon della 3008 piuttosto che di un modello completamente nuovo. La 5008 vanta una costruzione di ottimo livello, con una zona anteriore particolarmente raffinata nelle versioni di punta, dotate di fari full led. La zona di coda si fa notare, invece, per la presenza di una struttura lucida che collega idealmente i due fari regalando una sensazione di grande solidità.

Dal vivo: com'è dentro

La zona anteriore riprende in tutto e per tutto la 3008 e questo è un grande plus della Peugeot 5008 visto e considerato che il SUV di segmento C è stato molto apprezzato dal pubblico sotto questo punto di vista. Ottimi i materiali utilizzati, bella l'idea dell'i-cockpit ora evoluta con l'introduzione della strumentazione digitale e del volante tagliato nella zona superiore. Un modo semplice per mettere fine a tante discussioni sul tema ma soprattutto per godere di un pannello LCD davvero ben disegnato e leggibile ma soprattutto indipendente nella parte multimediale (navigazione compresa) rispetto al display centrale. Buona l'ergonomia anche se la climatizzazione inserita all'interno del software risulta sempre un po' macchinosa nel funzionamento.

L'allungamento del passo ha permesso alla fila centrale di assicurare grande spazio a bordo, in particolar modo per le gambe, mentre chi siede sugli strapuntini posteriori (oltre a togliere qualche cm per le gambe di chi siede nella fila di mezzo) sarà comodo solamente nel caso di altezze inferiori al metro e settantacinque. Per tutti gli altri è necessario un po' di adattamento.

Niente male il vano bagagli, anzi: nella configurazione a cinque posti è certamente il più ampio della categoria anche se mancano alcuni accorgimenti per rendere più "furbo" lo sfruttamento degli spazi.

Come si guida

La nuova Peugeot 5008 sfrutta il potenziale della piattaforma EMP2 in termini di leggerezza e di funzionamento delle sospensioni: la vettura si dimostra sincera e piacevole da guidare, avvicinandosi molto alla performance della "sorella bassa" 308. Rispetto alla 3008 si percepisce il passo più lungo ed un leggero aumento di peso ma i motori, in particolar modo se assistiti dal cambio automatico Aisin a sei marce, si sono dimostrati in tutti i casi sufficientemente ricchi di potenza e coppia per muovere bene la 5008. Ovviamente se si cerca la performance è necessario rivolgersi ai 180 CV del 2.0 BlueHDi o ai 165 del 1.6 THP a benzina ma se non si viaggia particolarmente di fretta e si vuole consumare poco già con il 1.6 BlueHDi da 120 CV si ha tutto quello che serve, a partire dai consumi vicini ai 6l/100km.

Silenziosa e confortevole la nuova 5008 è ben assistita, nelle versioni top, dalle funzionalità di cruise control attivo e di frenata automatica: sotto questo punto di vista Peugeot si è sostanzialmente allineata ai migliori costruttori.

In conclusione

Una 3008 con sette posti o con tanto bagaglio in più. Di certo una vettura che interpreta in modo interessante l'universo SUV di oggi puntando non solo sullo stile ma anche sulla qualità degli interni e sulle dotazioni, davvero di ottimo livello.

Pregi e difetti

  • - stile interessante - si guida molto bene - spazio a bordo
  • - clima integrato al sistema multimediale - leve del cambio solidali al piantone - grip control a pagamento

 

  1 di 33  
  • nautilus24, Milano (MI)

    E' un bel macchinone il Peugeot 5008,non privo di una certa classe e lussuosità.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 5008
Maggiori info
Peugeot