mostra aiuto
Accedi o registrati
Primo test

Porsche Panamera 4 E-Hybrid, figlia della 918 [Video primo test]

-

Abbiamo provato la nuova Porsche Panamera 4 E-Hybrid, vettura con cui la casa di Weissach dimostra di che pasta è fatta nel mondo dell’ibrido plug in

Rispetto alla generazione precedente, la nuova Panamera ibrida è una vera rivoluzione. Anche grazie al know-how maturato nello sviluppo di una hypercar come la 918 Spyder, gli ingegneri di Weissach sono riusciti a compiere un piccolo-grande miracolo. Migliorare l’efficenza della loro gran turismo ibrida, aumentando al tempo stesso le prestazioni. In attesa della Mission-E, l’attesissima super elettrica pensata per sfidare a viso aperto l’eccentrica Tesla Model S, Porsche dimostra di che pasta è fatta nel mondo dell’ibrido plug in con la nuova Panamera 4 E-Hybrid.

Più bella fuori, tutta nuova sotto

Nonostante da fuori possa sembrare simile alla precedente generazione la nuova gran turismo tedesca è completamente nuova, a partire proprio dal vecchio, caro motore termico. Al posto del precedente sei cilindri con compressore volumentrico ora troviamo un moderno V6 da 2.9 litri biturbo in grado di sprigionare 330 CV e 450 Nm di coppia massima. Il motore elettrico rimane collocato “a cascata” tra l’unità a benzina e il cambio ma ora sprigiona 136 CV, mentre prima ne aveva soltanto 95. Tutto nuovo anche il cambio perché al posto del convertitore ora troviamo il nuovissimo doppia frizione PDK a otto rapporti. Il risultato è una potenza complessiva del sistema ibrido decisamente più impressionante rispetto al passato.

La Panamera E-Hybrid oggi è in grado di esprimere 462 CV e 700 Nm (la vecchia generazione aveva 416 CV e 590 Nm), che vengono gestiti e scaricati su tutte e quattro le ruote grazie alla raffinata trazione integrale AWD gestita dal Porsche Traction Management. Nonostante un peso davvero notevole (l’ago della bilancia supera le 2,1 tonnellate), dovuto in parte alle dimensioni della Panamera (siamo oltre i 5 metri), in parte al complesso powertrain ibrido, la nuova Panamera E-Hybrid regala prestazioni da capogiro, degne di una vera Porsche. Lo scatto da 0 a 100 km/h infatti viene coperto in 4,6 secondi e la velocità massima arriva a sfiorare i 278 km/h. Se invece volete muovervi utilizzando soltanto il motore elettrico ora potete toccare i 140 km/h.

Quanto si viaggia in elettrico?

A proposito, per alimentare un motore elettrico divenuto così potente i tedeschi hanno dovuto ripensare anche alla batteria agli ioni di litio. Anche qui gli ingegneri hanno compiuto un piccolo capolavoro rispetto alla vecchia Panamera ibrida perché sono riusciti ad aumentare la capacità - passata da 9,4 a 14,1 kWh - senza aggravare il peso. I nuovi accumulatori, sempre raffreddati a liquido, hanno permesso di migliorare l’autonomia in elettrico. Quella dichiarata è di 50 km, ma noi nel corso del nostro breve test di primo contatto siamo riusciti a farne circa 35. Un risultato che comunque regala un bel “bonus” ha chi ha la possibilità di ricaricare la Panamera tutti i giorni per abbattere notevolmente i consumi di benzina.

Per una ricarica completa delle batterie servono poco meno di 6 ore con la normale presa domestica. Porsche però mette a disposizione anche un sistema di ricarica rapida che riduce il tempo a 3,6 ore ma richiede 7,2 kW di corrente. Un dettaglio non trascurabile, specialmente per la rete elettrica del nostro Paese. Per quanto riguarda i consumi di carburante invece, nel corso del nostro breve test in Sud Africa, abbiamo rilevato una media di circa 10 - 10,5 l/km, ma senza mai risparmiarci con il pedale del gas. Un valore non da record ma comunque impressionante per un’auto così pesante e potente.

Prezzo

Come per tutte le ibride plug in poi è chiaro che il potenziale di un’auto come questa Panamera E-Hybrid emerge solamente ricaricando il più possibile le batterie - almeno una volta al giorno - per sfruttare così il vantaggio della guida in elettrico. Il dato di consumo va quindi interpretato tenendo presente che si avranno circa 35 km quotidiani da percorrere senza attingere nemmeno una goccia di benzina dal serbatoio. I prezzi della Hybrid partono da 111.500 euro, circa 18.000 euro in più rispetto alla Panamera benzina “base” di ingresso alla gamma.

Pregi e difetti

  • - Sistema ibrido - Prestazioni - Qualità
  • - Peso molto elevato - bagagliaio poco capiente in relazione alle dimensioni esterne

 

  1 di 20  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Porsche Panamera
Maggiori info
Porsche