mostra aiuto
Accedi o registrati
#galebordons

Smart fortwo cabrio | Test drive #AMboxing

-

I nostri #galebordons alla guida di una cittadina iconica... e senza capote: la Smart fortwo cabrio

Intro

E’ un animale da città per definizione. E’ quella vettura da lanciare nelle vie strette del centro, da parcheggiare in ogni condizione, da guidare con leggerezza (ma comunque vigili, ovvio). E’ la smart fortwo cabrio, l’ideale per questa stagione; si tratta di un modello impreziosito nel nostro caso dal disegno di Roberta Cacciatore, che ne ha fatto una smart per la pace. Stupenda da vedere, e infatti tutti si sono voltati vedendoci passare.
 


Esterni

Abbiamo quindi guidato un pezzo unico, una smart fortwo cabrio da guardare senza sosta, per comprendere appieno le varie componenti dell’opera d’arte. Per il resto, a disposizione abbiamo una vettura tipicamente cittadina, una due posti secchi lunga due metri e settanta, larga uno e sessantasei, e alta addirittura uno e cinquantacinque, che tradotti significano grande facilità per salire a bordo e per scendere, senza piegamenti necessari e senza ginnastica aggiuntiva non richiesta. A ben vedere, ingresso e discesa sono coerenti con l’approccio filosofico della vettura: smart è un modello che può andare a insinuarsi fino agli spazi più piccoli, e fa dell’immediatezza il proprio credo principale. Con queste premesse, anche salire e scendere devono essere operazioni rapide da portare a termine. Davanti e dietro i gruppi ottici non sono di dimensioni abbondanti. La calandra è stretta, e per le luci diurne abbiamo la tecnologia a LED. Dietro il bagagliaio è minimal e si apre facilmente, ma a fare centro è il taglio della capote, che si apre con una semplice pressione sulla chiave (a vettura spenta) o sul pulsante preposto quando saremo a bordo. La capote si apre in meno di venti secondi, ed è anche possibile eliminare, rimuovendolo, il montante che collega il rollbar al parabrezza, per dare più armonia e portare ancora più aria all’interno di un abitacolo che rimane comunque protetto da fruscii sostanziosi.
 


Interni

Dentro smart fortwo cabrio è fashion, nonostante nella nostra versione passion tutta la personalizzazione sia all’esterno, sul disegno di Roberta Cacciatore. Dentro quindi abbiamo un ambiente sobrio, dove al centro della plancia prende posto l’infotainment, comprensivo di tecnologia bluetooth e di uscita USB. Sotto troviamo il climatizzatore monozona manuale, mentre il volante è bellissimo perché riporta la mente a un approccio racing che passa dagli elementi circolari inseriti sulle razze. A disposizione infatti abbiamo vari comandi, e anche la strumentazione utile per gestire l’ottimo computer di bordo che prende vita davanti ai nostri occhi; a colori, riporta varie informazioni utili, compresa la guida green che potremo migliorare di chilometro in chilometro. I sedili sono profilati e comodi, e l’unico vero neo sta nella cintura: a causa di un punto di attacco non modificabile, taglia il collo dei più alti e fa pressione sulle spalle dei più bassi. Poca cosa, perché lo spazio a bordo è tanto, anche per gli extralarge: il volante si alza e si abbassa ma non si setta in profondità, eppure trovare la posizione di guida ideale è molto semplice, agendo manualmente sulla slitta del sedile. Il passeggero può contare sul vano portaoggetti incassato, e non deve ricavarsi una posizione comoda mettendosi a sedere in maniera astrusa. Anzi, il comfort c’è pure per i lunghi viaggi, tanto che da questo punto di vista smart si rivela utilizzabile anche fuori porta. Occhio alle velocità, però, perché nonostante sia stato inserito un sistema di antisbandamento ad alte velocità, in condizione limite sembra di guidare sulle uova. Bisogna quindi rispettare la natura di smart fortwo cabrio, e godersi tutto il cielo immenso che si potrà ammirare dall’ampia apertura della capote. Il bagagliaio ci consente di caricare al massimo un paio di trolley da breve vacanza, ma il portellone si apre agilmente.
 


Motore

A disposizione per questa recensione abbiamo avuto il tre cilindri 1.0 benzina che eroga 71 cavalli e 91 Nm di coppia. Si tratta più che altro di un propulsore adatto per la città, dove troviamo la velocità sufficiente per cavarci di impaccio dalle situazioni più scomode. In generale, questo motore rivela ottimi consumi che possono pure contare sulla presenza dello start and stop. Inoltre, è possibile passare dalla modalità eco a quella sportiva, per la verità non così sensibili ma che ciononostante cambiano un pizzico la capacità della vettura di cambiare rapidamente sul cambio automatico a doppia frizione twinamic a 6 marce. In città, con smart fortwo cabrio riusciamo a percorrere 15 chilometri che diventano 16 a limite autostradale e salgono addirittura a oltre venti a 110 orari. Non è l’auto adatta per lottare nel quarto di miglio con Vin Diesel: accelera infatti da zero a cento in 15 secondi e mezzo, e frena beccheggiando ma restando tutto sommato abbastanza composta. Attenzione al bagnato: in fase di frenata di emergenza, specialmente se svetterete oltre i cento chilometri orari, la prima percezione che avrete sarà quella di guidare sulle uova, come scrivevamo più sopra. In realtà, basterà come già detto rispettare la vettura. Se volete proprio saperlo, smart fortwo cabrio può raggiungere i 151 chilometri orari di velocità, ma è come zigzagare con il T-Max ad alte velocità sulle autostrade. Non proprio sicuro, ecco. Oltre che fuorilegge.

Sensazioni di guida

Apritela appena potete. E’ questo il consiglio che ci sentiamo di dare dopo averla guidata. Solo così potrete portare a livello 2.0 l’esperienza di guida su smart fortwo cabrio. La capote in tela si apre facilmente, ma a livello di climatizzazione va sottolineato che per continuare a portare aria fresca nell’abitacolo dovreste impostare la temperatura al minimo. In altri casi, vi sembrerà che il climatizzatore stia impazzendo (conosci il tuo ‘nemico’). Lo sterzo di smart è come il resto della vettura: pratico, immediato, diretto. Anche il cambio migliora rispetto alle altre generazioni ma offre ancora notevoli margini di miglioramento. In generale, è fatta per andature senza strappi, meglio non calcare troppo la mano, anche perché con 71 cavalli non avrete molto da spingere. In città la guida semplice va di pari passo con la semplicità di parcheggio, anche perché quei venti centimetri circa in più rispetto ai modelli precedenti non hanno compromesso questa caratteristica da sempre peculiare della citycar tedesca. Il beccheggio e rollio, specialmente nei cambi repentini di direzione e nello spostamento dei carichi si fanno sentire, soprattutto quando andrete ad aggredire strade extraurbane che allontaneranno smart dal proprio habitat naturale.
 


Optional sicurezza e altri optional

Sulla nostra versione tutta la personalizzazione è sulla carrozzeria, e dentro non rimane molto spazio per gli optional. Ciononostante, in fase di acquisto sarà un gioco scegliere dall’ampio elenco a disposizione dell’utilizzatore finale. A nostra disposizione, però, oltre al sistema infotainment di base rimane il cruise control non adattivo. Lo streaming audio è possibile ma occhio al pairing, non sempre così garantito. Comoda l’uscita USB per ricaricare il proprio smartphone.
 


Target, prezzi e conclusioni

Da premiare nell’utilizzo quotidiano specialmente in città, smart fortwo parte nel nostro caso da oltre 16.000 Euro e arriva a 17.000 nella nostra versione. Saremmo potuti anche arrivare più su, sfiorando i 20.000 Euro, ed è questo forse un limite vista la natura della vettura. Serve in città, certo, ma a condizione che non vi sia necessario puntare su un bagagliaio capiente, o su più di due posti. In quel caso, spazio ad altri modelli che offrono maggiore abitabilità a minor prezzo. Smart tuttavia rimane un’incona, che noi considereremmo in caso di utilizzo professionale. E’ una vettura di servizio, un’auto che non vi tradirà.

Pregi e difetti

  • Maneggevolezza - Consumi
  • Prezzo - Percezione di sicurezza ad alte velocità (ma è una city car!)

 

Motore In prova:

Cilindrata: 1.0 benzina
Numero cilindri: 3 in linea
Potenza: 71 cavalli
Coppia: 91 Nm
Cambio: meccanico sequenziale a 5 rapporti
Trazione: posteriore
Consumo km/l: 15 in città, 16 a 130, 21 a 110 orari
Emissioni CO2 per chilometro: 93 grammi

Prestazioni:
Velocità Massima: 151 chilometri orari
0-100: 15.5 secondi

Misure:
Lunghezza/Larghezza/Altezza in cm: 270/166/155 centimetri
Passo: 187 centimetri
Bagagliaio: 190-340 litri
Pneumatici: 15 pollici
Peso: 975 chilogrammi

  1 di 40  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su smart fortwo Cabrio
Maggiori info
smart
  • Mercedes Benz Italia Via Giulio Vincenzo Bona, 110
    00156 Roma (RM) - Italia
    800 006 006   http://www.be-smart.it