Ssangyong Rexton 2017, nuovo capitolo per il maxi SUV coreano [Video]

Arriva alla quarta generazione il maxi SUV di Ssangyong, la Rexton. Dopo una lunga carriera nel mercato europeo, che ha visto un discreto apprezzamento anche nel nostro paese, la percentuale di vetture circolanti a distanza di più di 10 anni rimane molto alta. Un risultato raggiunto grazie a una proposta solida e fatta di concretezze, a discapito di una linea che ha sempre diviso le opinioni e che riprendeva profondamente i canoni orientali di un design articolato e multiforme.

Il nuovo modello si rinnova profondamente nell’aspetto, allineandosi allo stile europeo con linee più semplici e proporzioni che, seppur imponenti, trovano un buon bilanciamento. Disponibile per adesso il solo 2.2 diesel da 181 CV con cambio automatico a 7 marce o manuale a 6 rapporti. La trazione è sia 2WD che 4WD con la possibilità di riduzione per i percorsi più impegnativi.

Dal vivo: com’è fuori

Si tratta di una vettura estremamente dimensionata, basti considerare un’altezza di 1,84 m per una lunghezza di 1,92 m e una lunghezza di 4,85 m. Quindi, anche se ciò si traduce in misure difficili da gestire per un box auto, siamo di fronte a volumi di abitabilità e carico notevoli; visto che in configurazione 5 posti (optional la terza fila di sedili) si parte da 820 litri di capacità nel porta bagagli, per arrivare a quasi 2000 abbattendo gli schienali. Esteticamente, come già detto, lo stile diventa meno audace, ma non per questo noioso, i fari guadagnano la firma LED e il paraurti seppur lavorato rimane piacevole e non forza la linea, che prosegue sul fianco dove una cornice in acciaio inox contorna i cristalli delle portiere e termina sul montante C di generose proporzioni. Anche al posteriore lo stile riprende quanto visto per il frontale con un vano di carico non troppo rialzato che consente di stivare in tutta semplicità il carico. A completare il pacchetto ci sono le ruote da 20”, che si possono avere anche in misure da 18” 17”.

Dal vivo: com’è dentro

Se dal fuori sorprende, dentro colpisce per un grande salto, in termini di qualità di materiali e accoppiamenti. La pelle traforata sui sedili e trapuntata sulla plancia donano all’auto un’atmosfera premium, grazie anche al contributo delle plastiche molto curate, anche quelle più nascoste. L’infotainment è demandato al sistema touch da 9,2” montato centralmente e coadiuvato da un altro schermo all’interno del quadro, dove gli indicatori rimangono analogici. Lo spazio anche per i più alti non manca e la regolazione elettrica dei sedili permette di trovare sempre la posizione più comoda. Molto bene anche la seconda fila, dove si ripropone la stessa cura e dove si sta comodi per lunghe tratte sia in due che in tre.

In conclusione

Disponibile in versione Road Dream e Icon, la nuova Rexton parte da circa 35 mila euro. Un’offerta adatta a chi ha bisogno di tanto spazio per la famiglia, concretezza, un ambiente curato e doti utili per affrontare i terreni più impegnativi.