mostra aiuto
Accedi o registrati
primo test

Volkswagen Golf R 2017 [Video Primo Test]

-

Abbiamo guidato sul circuito Mallorca l'ultima evoluzione della Golf R: potente, veloce e molto stabile grazie a un ottimo telaio e la trazione integrale 4motion

In principio fu la R32, dopo quindici anni la lettera R caratterizza ancora il modello più prestante, potremmo dire l’ammiraglia della gamma Golf, ma quanta strada ha percorso la vettura tedesca: dentro l’involucro dell'ultra quarantennale mito VW quale auto affidabile per tutti gli usi, ci troviamo di fronte oggi a un vero concentrato di tecnologia e prestazione per guidare sempre più veloce, magari in pista, con grandissima sicurezza. Con ben 310 CV, dieci più della precedente edizione e trazione integrale a disposizione, questa rinnovata versione della Golf R da il meglio di se in circuito pur se con piena dotazione, tramite il pacchetto Performance e lo scarico in titanio, impressiona non poco anche ferma con il motore al minimo, in strada. Quando si provano bene certe auto si provano anche al limite, andiamo quindi a conoscerla con il video live della nostra prova avvenuta sulla maggiore delle isole Baleari, nel piccolo ma tecnico tracciato maiorchino.

Dal vivo: com'è fuori

Esteticamente, specie da lontano, non svela subito quello di cui è capace, apparendo con il già noto restyling 2017 Golf. Avvicinandola però le finiture si evidenziano in chiave sportiva con dettagli propri, oltre l’altezza, come i bei fari led anteriori e posteriori, con indicatori di direzione animati e la maggiore areazione per meccanica e motore, nonché dei retrovisori in contrasto di tono (cromati opachi, nero lucido o carbonio). I cerchi in lega leggera Cadiz da 18 pollici (opzionali i 19’’ Spielberg torniti a specchio) mostrano il bell’impianto frenante di grandi dimensioni con tanto di logo R sulle pinze, ma a farsi notare sono anche i quattro terminali di scarico. Tra gli optional degni di attenzione in tutti i sensi, lo scarico in titanio di realizzazione Akrapovič, che toglie 7,2 kg dall’originale.

La nuova VW Golf R 2017 con finiture sportive dedicate

Dal vivo: com'è dentro

Curata, da vera Golf 2017 e grintosa, da vera R. La connotano i sedili sportivi anteriori, un volante multifunzione rivestito in pelle, con paddle, inserti decorativi in nero lucido e pomello cambio rivestito in pelle Carbon Style. L’illuminazione ambiente è di tono blu e ovviamente si può selezionare il profilo di guida, come anche una visione più tecnica dei dati nella consolle, includendo le forze di accelerazione in tempo reale. Quando si corra a pieno gas non servirebbe tutto quanto di altro sa offrire, ma essendo un’auto polivalente e soprattutto una moderna Golf, include per l’uso “normale” tante dotazioni Volkswagen utili che si aggiungono alla dovuta regolazione adattiva dell’assetto DCC, come la strumentazione interamente digitale (Active Info Display) il cruise adattivo, i sensori parcheggio Park Pilot, Light Pack, Mirror Pack, App-Connect, sistema di controllo perimetrale Front Assist con frenata di emergenza e sterzo progressivo. Il navigatore Discover Media usa un display touch da otto pollici, con servizi online inclusi per tre anni.

Gli interni della Golf R 2017

Come si guida

Il pianale MQB è qui allestito per dare il meglio di reattività e controllo ad alta velocità, anche in pista, come l’abbiamo provata noi. Il quattro cilindri turbo 2.0 benzina TFSI da 310 CV, con lo scarico in titanio ha una voce a dir poco notevole, già al minimo e ancor più correndo, specie nelle scalate dove la ecu è calibrata con il DSG per fornire emissioni sonore esaltanti. Proprio con il DSG dona alla Golf R maggiore fluidità e prestazione, godendo di un rapporto in più da sfruttare, con gran coppia erogata non solo ai bassi (dichiarata tra 2000 e 5400 giri) ma anche un buon allungo tra i 5000 e i 6500 giri, che impegnandosi tra curve e brevi rettilinei del Mallorca non fa certo rimpiangere motori con qualche cilindro in più. La velocità massima è autolimitata a 250 Km/h, che diventano circa 267 Km/h fruendo del pacchetto Performance, quello che include anche freni maggiorati e alleggeriti (per circa 2 Kg), oltre lo spoiler. 0-100 coperto in 5,1 secondi, con il cambio manuale, che scendono a 4,6 con il DSG dotato di launch control, sposato una taratura più spinta del motore, con 20 Nm di coppia in più, arrivando a quota 400. Il controllo della Golf R, anche spingendo forte in pista, è alla portata di tutti grazie ai molti supporti ma soprattutto alla trazione integrale che dona grande equilibrio, anche al 100% di pedale. Sensazioni sincere e rapide, sul volante a tre razze, mentre la frenata affidata a grandi pinze mono-pistone non è forse aggressivamente racing come altre, sposando un compromesso apparentemente ideale per chi vada sì forte in pista ma non così spesso. I consumi dichiarati? 7,9 l/100 km, per scendere a 7,0 I/100 km con il DSG, nel ciclo combinato NEDC.

Prestante ma gestibile in pista, con la trazione integrale 4Motion

In conclusione

Vuole essere sportiva di buon contenuto tecnico, che fa sensazione quando corre in pista per chi la osservi e da emozione, sicura, senza rischi o sbandate inattese, a chi la guidi. Rimanendo però ancora una vera Golf per quel che può offrire come auto da tutti i giorni: fuori con la sua linea di base, nota e apprezzata, ma anche internamente per i contenuti, senza scordare quel bagagliaio, da 343 (fino a 1.233) litri. Listino prezzi Golf R 2017 da 45.900 € in Italia, per versioni tre o cinque porte già ordinabili (la Variant, pur prodotta, non arriva da noi); cifra che potrà salire di qualcosa per avere la consigliata DSG, utile non solo in pista, magari con kit Performance, quest’ultimo in arrivo nei prossimi mesi.

    

  1 di 10  
  • Casa Quarti

    Grande Emiliano, servizi sempre molto belli e competenti. Un consiglio visto che le hai provate tutte...... Ho una Focus ST 3 ma mi sta passando per la mente di cambiarla con una tra Cupra, Golf R o S3. Il motivo è che dovendo e volendo guidare la mia auto tutti i giorni e non frequentando parecchio le piste, inizia a farmi gola il DSG. A parte i 10 cv in meno e il DGS 6 rapporti di Cupra, potrebbe valerne la pena di sostituirla con la mia Focus? Meglio una delle altre 2 e aumentare un po il budget? O tu terresti la ST e pensi non valga la pena sostituirla con una di queste? Accetto consigli da tutti. Grazie
Inserisci il tuo commento
Altri su Volkswagen Golf
Maggiori info
Volkswagen
  • VOLKSWAGEN GROUP ITALIA S.P.A. Viale G.R. Gumpert, 1
    37137 Verona (VR) - Italia
    800 865 579   http://it.volkswagen.com