Salone di Ginevra 2017, tutte le novità dalla A alla Z

Il Salone di Ginevra 2017 non si smentisce, presentandosi anche quest'anno come uno degli appuntamenti più attesi per tutti gli appassionati di automobili. A differenza degli altri Motor Show che affollano sempre più il palcoscenico internazionale, Ginevra rimane un evento a parte, per certi aspetti unico. La kermesse svizzera infatti rimane senza dubbio quella più scintillante ed esclusiva del mondo. È qui infatti che i più blasonati costruttori di supercar scelgono di presentare le loro primizie in anteprima mondiale.

Ferrari e Lamborghini, eterne rivali

Quando si parla di supercar, è inutile girarci intorno, il primo nome che viene a galla è quello della Ferrari. Il nostro speciale dedicato a tutte le novità del Salone di Ginevra 2017 non può che partire proprio dalla Casa di Maranello, che presenta per la prima volta sotto i rifelttori l'inedita 812 Superfast. Erede dell'elegantissima F12berlinetta, questa nuova 12 cilindri racconta il nuovo linguaggio stilistico di Flavio Manzoni e porta la potenza fino a quota 800 CV.

Gli eterni rivali di Lamborghini non stanno di certo con le mani in mano e rispondono per le rime con la nuova Huracán Performante. Si tratta di una versione ancora più brutale della Huracán “standard” che, grazie soprattutto ad una aerodinamica attiva molto sofisticata, è riuscita a risultare più veloce di un mostro come la Aventador SV.

Dall'Emilia alla Gran Bretagna

Rimaniamo con piacere nella Motor Valley emiliana grazie a quel genio di Horacio Pagani che finalmente ha svelato al mondo l'attesissima Pagani Huayra Roadster. Un vera opera d'arte su ruote capace di lasciare senza fiato non solo per la sua eleganza, ma anche per un contenuto tecnico impressionate. Il suo V12 da 6.0 litri di origini AMG è in grado di sprigionare 764 CV e grazie ad un sapiente uso della fibra di carbonio la versione en plein air è riuscita addirittura ad abbassare il peso rispetto alla più “tradizionale” Coupé (1.280 kg, - 80 kg).

Spostiamoci ora in Gran Bretagna, dove il linguaggio dei motori spesso va a braccetto con quello del lusso più sfrenato. Partiamo da Aston Martin, che si presenta a Ginevra con la nuova Vanquish S in versione Coupé e Volante, ma soprattutto con il prototipo della hypercar AM-RB 001, sviluppata in collaborazione con il Red Bull F1 Team. Ne è stato svelato il nome: si chiamerà Valkyrie. I vicini di Bentley attirano il pubblico con la spaventosa Continental Supersports. Già vista a Detroit, si presenta ora per la prima volta in Europa con il suo mastodontico W12 biturbo portato a 710 CV.

Porsche e l'avanzata tedesca

Volando in Germania ci si imbatte subito nella Casa di Weissach che, come al solito, si presenta a Ginevra con un ricco bagaglio di novità. Quella più sensazionale è senza dubbio l'inedita Porsche Panamera Sport Turismo, eccentrica versione “shooting brake” della più classica Panamera. Al suo fianco però il pubblico può rifarsi gli occhi con una dream car del calibro della 911 GT3 restyling (991 II). Chiude il cerchio la mostruosa Panamera Turbo S E-Hybrid, che abbina il V8 biturbo alla tecnologia elettrica per un totale di 680 CV di potenza massima.

Spotiamoci ora nel mondo dei costruttori premium, dove i tedeschi la fanno da padrone. Audi punta tutto sulla posrtività estrema questa volta, presentando in anteprima mondiale le inedite RS 3 Sportback restyling e RS5 Coupé, a cui si affianca l'esagerata Q8 sport concept, che anticipa il futuro SUV sportivo di grandi dimensioni. La Casa della Stella arriva in Svizzera con la nuova Mercedes Classe E Cabrio, ma anche con due gioielli firmati AMG e Maybach. Da un lato si può ammirarare la nuova Mercedes-AMG E 63 SW 4Matic e l'immensa Mercedes-Maybach G 650 Landaulet. A Monaco di Baviera invece propongono la nuova BMW Serie 5 Touring, che viene affincata dal restyling completo della gamma Serie 4. Per la gioia degli appassionati non mancano poi le versioni facelift di M3 ed M4.

Da qualche tempo a questa parte, quando si parla di premium bisogna tornare a considerare un nuovo competitor, che si oppone in tutto e per tutto ai marchi tedeschi. Si tratta di Alfa Romeo che è tornata sulla scena prima con la Giulia e ora con il SUV Stelvio che a Ginevra si motra nella gamma completa, diesel e benzina, oltre che nella versione Quadrifoglio ad altissime prestazioni*.

Dalla Svezia alla Francia: una pioggia di SUV

Non bisogna però dimenticare Volvo, che in Svizzera si presneta con una novità importantissima. Si tratta della nuova XC60, che si prepara a ripetere l'enorme successo della prima serie grazie ad un design curato abbinato a interni spettacolari e a tantissima tecnologia. Anche gli inglesi però vogliono dire la loro con Land Rover che presenta al pubblico in anteprima mondiale l'inedita Range Rover Velar, un nuovo SUV che si va a posizionare tra l'Evoque e la Range Rover Sport. 

Da segnalare però l'ingresso a pieno titolo nel mondo del premium dei francesi grazie a DS, il neonato brand del Gruppo PSA, che presenta il suo primo vero modello. Si tratta della DS 7 Crossback, un SUV di medie dimensioni che si fa notare per soluzioni stilistiche particolarmente ricercate e che viene costruito sulla nuova piattaforma modulare EMP2, la stessa della 3008. Chi ama il lusso in chiave orientale non può evitare di far visita allo stand Lexus dove viene presentata la nuova LS 500h, l'ammiraglia ibrida ad alte prestazioni, affiancata da un racecar pura come la RC F GT3. I rivali di Infiniti invece si presentano sulle rive del Lago di Ginevra con la Q50 restyling e con Project Black S, concept realizzata in collaborazione con Renault F1.

Tedeschi e italiani, non c'è tregua

Passando nel variegato mondo dei marchi generalisti iniziamo, in onore ai record di vendite, da Volkswagen. La Casa di Wolfsburg rialza la testa dopo il recente passato così burrascoso presentando un'auto sfiziosa come la Arteon. Si tratta dell'erede della CC ed è una elegante coupé a quattro porte pensata per chi non vuole sconfinare negli eccessi, in termini di lusso, dei fratelli di Audi. Momento di grande importanza anche per Seat visto che il marchio spagnolo porta al debutto la nuova Ibiza. Un modello di enorme importanza, che si prepara a scrivere un nuovo capitolo in una storia di grande successo. La concretezza di Skoda lascia il passo in questo caso tutta una serie di versioni particolarmente ricercate. Si parte dalla Octavia RS e Scout restyling, per finire alla Kodiaq Sport Line e, anche in questo caso, con il curioso allestimento Scout. Si fa notare anche la piccola Citigo restyling.

Il Gruppo italo-americano FCA si fa notare con il marchio Jeep che dopo il debutto al di là dell'Oceano mostra anche ai clienti europei la nuova Compass. Si tratta di una SUV media, che andrà a collocarsi in gamma tra la compatta Renegade e la più generosa Cherokee. Molto ricco però anche lo stand di Opel. Il palcoscenico di Ginevra ospiterà in anteprima mondiale la nuova crossover Crossland X, che rappresenta il primo modello nato dalla partnership con i francesi di PSA, ma anche la nuova Insignia che affila gli artigli nel tentativo di ripetere il successo della prima serie.

I Francesi sognano con le concept

Hanno fatto poca strada per arrivare a Ginevra ma hanno portato tantissime novità. Stiamo parlando dei francesi, che si presentano con un ricco ventaglio di modelli un po' in tutte le salse. Apriamo le danze con Renault che presenta al pubblico la Captur restyling, oltre alla Zoe e-Sport Concept, prototipo elettrico da pista. Anche Peugeot sceglie la strada delle concept car, svelando la nuova Instinct concept, così come i fratelli di Citroen che mettono in mostra la C-Aircross concept, che ispirerà un futuro SUV compatto, oltre al curioso SpaceTourer 4X4 E Concept. Il marchio low cost per eccellenza, Dacia, porta a Ginevra la Logan MCV Stepway che, grazie ad un look ispirato al mondo dei fuoristrada, cerca un nuovo riscatto. Importantissime novità anche in casa Ford, visto che proprio in Svizzera arriva la nuova Fiesta che si prepara a dare battaglia fin da subito anche con la sportivissima variante ST200, che porta in dote un tre cilindri da 200 CV. 

Tante novità dal Giappone

Passiamo ora all'armata dei giapponesi, anche perché Toyota presenta una grande rivale per gli americani di Ford: si tratta della nuova Yaris. Mazda lo aveva già presentato a Los Angeles ma il nuovo CX-5 è pronto anche per soddisfare gli esigenti palati del pubblico europeo, mentre Honda punta a lasciare il pubblico a bocca aperta con la nuovissima Civic Type R, che ancora una volta vuole riscrivere le regole del gioco nel mondo delle super hot-hatch.

Nissan mostra al pubblico un cavallo di battaglia come la Qashqai, rinnovata da un bel restyling di metà carriera, mentre Mitsubishi tenta di ripartire da un nuovo SUV. Si tratta dell'inedita Eclipse Cross, uno Sport Utility in stile coupé che arriverà il prossimo autonunno per andare a collocarsi in gamma tra ASX e Outlander. Momento da ricordare anche per Suzuki però che non placa la sua offensiva di prodotto presentando al mondo la nuova Swift, una segmento B più sfiziosa rispetto alla concreta Baleno. Intanto i maestri della trazione integrale di Subaru si fanno notare grazie alla nuova crossover XV, che porta al debutto una nuova piattaforma modulare, ma anche un nuovo designe e tanta tecnologia.

La Corea che sfida l'Europa

Chiudiamo il nostro viaggio con i coreani che come sempre non deludono le aspettative. Soprattutto Kia, che alza ancora una volta l'asticella della qualità presentando la sua prima coupé a quattro porte, l'ambiziosissima Stinger, ma anche la nuova Picanto, che si prepara a sfidare di nuovo l'indelebile Panda “nostrana”. I cugini di Hyundai portano a Ginevra la nuova i30 in versione Wagon, mentre SsangYong presenta una nuova concept car, la XAVL che anticipa un futuro SUV.

Commenti (1)