Honda

Integra (1988-89)

  • N.Posti
    • 5
  • Lunghezza
    • 435 cm
  • Larghezza
    • 166 cm
  • Altezza
    • 134 cm
  • Bagagliaio
    • Da 255 dm3
    • A 430 dm3

Perchè comprarla

Lo sfizio a basso costo (ma intensa ricerca) di un modello molto raro oggigiorno, pur semplice e ordinario nelle soluzioni tecniche, che deriva dalla corrispondente Civic. Con la prima generazione Integra si possiede un piccolo pezzo di storia anni Ottanta, da poter raccontare dato che in Italia le vendite furono molto limitate e la vettura poco conosciuta. Coupé molto “blanda” con motore e trazione anteriori, non certo indomabile pur in assenza di ausili alla guida come in uso ai tempi. Il prezzo molto onesto attualmente e semplicità di gestione, intesa come oneri, ne fanno un oggetto fruibile per molti, sapendo che ci si viaggia discretamente secondo il trend di quegli anni: non è una Honda di quelle dal vero DNA sportivo, come la più ambita generazione che la ha seguita.

Informazioni generali

Marca Honda
Modello Integra (1988-89)
Segmento Due volumi
Inizio produzione 1988
Fine produzione 1989
Peso 1.015 Kg
Lunghezza 435 cm
Larghezza 166 cm
Altezza 134 cm
N.Posti 5
Bagagliaio da 255 dm3 a 430 dm3

Allestimenti (1)

Benzina
PREZZO euro
CAMBIO
POTENZA
KW(Cv)
CILINDRATA cm3
CONSUMO litri/100 km
misto
 
12V 5 porte 12V 5 porte - 12V 5 porte Automatico 12V 5 porte 63 KW 12V 5 porte 1.488 cc 12V 5 porte - 12V 5 porte 12V 5 porte
Honda
Inserisci annuncio Inserisci annuncio
Cerca un concessionario Cerca un concessionario
  • La versione che consigliamo

    Motorizzazione unica per l’Italia, 1.5 benzina aspirato, con dotazioni sotto la media del periodo in quanto modello non spinto dalla Casa per il nostro mercato. Possibile trovare, all’estero, versioni quattro e cinque porte con motori leggermente più potenti, sempre benzina ma 16v eventualmente dotati di iniezione elettronica (PGM-FI).
  • Il valore dell'usato

    Attualmente molto rara in Italia, trova spazio sul mercato dell’usato con quotazioni basse ma capaci di rimanere sopra un livello minimo. La tipica efficienza meccanica e affidabilità dei sistemi Honda rende l’auto ancora fruibile salvo verifica di uso fuori dall’ordinario piuttosto che modifiche talvolta presenti sulla piccola coupé giapponese.
  • Storia del modello

    Un nome legato anche alla produzione Honda due ruote, poiché note sono la VT250F degli anni Ottanta e le NC700/750D ancor oggi in vendita, ma la Integra automobile poco ha a che fare con loro. La prima generazione (serie AV) nasce nel 1985, venduta con diverso nome e persino brand in funzione dei mercati (Quint in madre patria, marchio Acura per gli USA e persino in derivazione Rover causa legami del tempo col costruttore britannico). Motore di cubatura medio piccola, 1.5 e prestazioni oneste per le versioni portate nel vecchio continente, dove questa prima generazione di Integra non ha brillato né per vendite né per doti, giacché la Casa non ha spinto da noi le varianti più sostanziose del proprio modello. In ogni caso rispetto alla corrispondente Civic su Integra Honda proponeva i quattro freni a disco e sospensioni ottimizzate.
Ultime prove e news su: Honda