veicoli commerciali

Tesla e Mercedes insieme? Per nuovi van elettrici e non solo

-

Dalla Germania si ammettono i colloqui in corso per elettrificare lo storico re dei Van europei con DNA USA: TeslaSprinter o Sprinter per Tesla?

Che visti i tempi pieni di tecnologie anche distanti da quelle classiche per l’auto e soprattutto viste le risorse da mettere in ballo, per essere veri leader con tanto di vantaggio competitivo nel settore nuova mobilità, occorre unire le forze… Ve lo diciamo da tempo, qui su AutoMoto.it. VW e Ford di recente, sono solo la punta nota di un Iceberg fatto da accordi a medio termine per costruire modelli di veicoli elettrici superiori e profittevoli rispetto alla media dei vecchi e nuovo entranti. Discorso articolato ma che si capisce in fretta con la notizia di oggi: Tesla e Mercedes Benz potrebbero unirsi per mettere in strada nuovi furgoni elettrici, eredi del già vincente Sprinter. Le maggiori agenzie battono questo weekend le dichiarazioni di Zetsche, Ceo Daimler: "Sono in corso dei colloqui, scenario aperto".

Ritorno di fiamma

Aperto lo scenario, eventualmente per cosa? Un CEO non parla mai a caso e invero ,i destini della chiacchieratissima e giovane casa auto americana fondata da Elon Musk, si erano già incrociati con quelli di chi l’ha inventata, l’auto, in Europa. Quelli di Mercedes avevano investito alcuni milioni, una partecipazione del 9%, in Tesla Motors. Mantenuta però per poco tempo, almeno a quanto noto e direttamente comprensibile dai mercati finanziari. Daimler si rivolge ora sul fronte tecnico agli americani unicamente per alcuni elementi di elettrificazione nella nuova gamma Smart e future classe A e B.

Tutto, tanto o poco che sia, qui? Pare di no, perché come avviene in certi casi i legami restano e anzi, ora che Mercedes ha investito mezzo miliardo in Sud Carolina, dove si produrranno nuovi Van Sprinter, l'elettrificazione sarà d’obbligo: un accordo pubblico e serio con Tesla viene dato da più fonti come già discusso e ottimale. I più razionali commentatori però, vedono uno step iniziale dell’accordo come semplice evoluzione dei mezzi da lavoro dello staff Telsa. Oggi i van dell’azienda americana, non tutti, sono già Sprinter, incredibilmente a gasolio: ovvio che si discuta per averne di elettrici, tutti uguali, magari che vadano oltre i 150 Km di range come quelli previsti sinora.

Staremo a vedere cosa ne esce, se dopo i furgoni VW - Ford confermati, pare arrivino poi le auto elettriche Ford su base MEB, chissà qui cosa ne potra uscire da pianali Mercedes con propulsione Tesla. Fantasie o discorsi già sviluppati, ma certo pensare a come si relazionavano industria americana e tedesca poco più di mezzo secolo fa, rispetto a oggi, fa sembrare meno brutti i tempi attuali. Non a tutti però, se il segmento Van è destinato a vedere questi nuovi accordi per sopperire alle necessità anche da parte di chi è già leader, non osiamo immaginare che fine faranno, quelli che già ora inseguono qualora arrivassero delle auto Mercedes Tesla.

Prime Tesla Model 3 in Europa. Saranno poi i primi e-Sprinter ad andare in USA?
Prime Tesla Model 3 in Europa. Saranno poi i primi e-Sprinter ad andare in USA?

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Mercedes-Benz Sprinter
Maggiori info
Mercedes-Benz