mostra aiuto
Accedi o registrati
cronaca live

Dakar 2016. Live settima tappa: vincono Meo (KTM) e Sainz (Peugeot)

-

La settima tappa coincide con la fine della prima settimana di gara. I piloti andranno da Uyuni a Salta, rientrando quindi in Argentina. La tappa è lunga e prevede 481 km di trasferimento e 336 di speciale

Dakar 2016. Live settima tappa: vincono Meo (KTM) e Sainz (Peugeot)

La settima tappa coincide con la fine della prima settimana di gara. I piloti andranno da Uyuni a Salta, rientrando quindi in Argentina. La tappa è lunga e prevede 481 km di trasferimento e 336 di speciale. 
I concorrenti arriveranno in Argentina distrutti dalla fatica e inzuppati d'acqua, a causa dei numerosi fiumi da guadare. Ma sarà una giornata lunga e difficile anche per i mezzi di assistenza, chiamati a percorrere 1.000 km di trasferimento su strada trafficate e con limiti molto bassi. Pronti? Si parte!

Loeb con i tifosi in Bolivia

Cronaca in diretta

(ora italiana)


20.43
Dopo Sébastien Loeb e Stéphane Peterhansel, oggi la vittoria va a Carlos Sainz che agguanta la terza tappa del rally. Lo spagnolo regala la sesta vittoria consecutiva alla Peugeot 2008 DKR in questa 38esima Dakar. 

Carlos Sainz

Ore 18.35
Le moto sono state fermate alla fine della prima speciale crono di oggi. Le auto invece proseguono e entreranno nella seconda speciale alle ore 20.

Ore 17.50
Grandissimo risultato nelle moto per Antoine Meo (KTM): il cinque volte campione del mondo di enduro, alla sua prima Dakar, si aggiudica la giornata. Ricordiamo che la gara è stata sospesa per il maltempo. Paulo Gonçalves (Honda) è secondo.

Antoine Meo

Ore 17.00
Gara sospesa! Un violento temporale ha fatto alzare pericolosamente il livello dei fiumi attorno al km 350. La situazione è di oggettivo pericolo, in particolare per le moto. La direzione sospende la tappa.

Ore 15.45
Paulo Gonçalves è virtualmente terzo di tappa: la direzione gara gli ha abbonato 10 minuti e 53 secondi, il tempo che il portoghese ha perso nel soccorso al rivale della KTM,  Matthias Walkner.

 Ore 15.20
Le tre Peugeot sono al comando quando passano al CP1: Sébastien Loeb è il più veloce e stacca di un minuto Stéphane Peterhansel e di 1'45" Carlos Sainz 

Ore 14.40
Antoine Méo (KTM), leader al CP1, consolida la sua leadership provvisoria ed entra nella sezione non cronometrata. Il francese precede di 4'29" Hélder Rodrigues (Yamaha) e di 4'32" Toby (Price) KTM. Paulo Gonçalves (Honda) è solo 11esimo.

Ore 13.40
Bad news (cattive notizie):  Wessel Bosman (no. 130), Humphrey Senn Van Basel (no. 121), Javier Pizzolito (no. 22) e Joan Barreda (no. 2) risultano ritirati dalla corsa.

Ore 13.00
Antoine Meo (KTM) viaggia come un jet e piazza il miglior tempo al CP1, rifila oltre un minuto a Price.

Ore 12.40
Paulo Gonçalves (Honda) ha un ritardo di 11 minuti da Price, dovuto però all'assistenza prestata a Walkner. La direzione di gara sicuramente gli sconterà il ritardo, ma intanto Rodrigues e Svitko ne approfittano e passano in seconda e terza posizione.

Ore 12.10
Barreda non è partito per la speciale. Problemi con la moto oppure ha deciso di mollare il colpo?

Ore 12.00
Gara finita (con molta probabilità) per Matthias Walkner (KTM): per lui sospetta frattura della clavicola.

Ore 11.45
Paulo Gonçalves (Honda) si ferma per dare assistenza a Walkner sulla pista.

Ore 11.35
Matthias Walkner (KTM) cade dopo 15 km di speciale.

Ore 11.25
Paulo Gonçalves (Honda) parte all'attacco di Toby Price (KTM) e ha un vantaggio provvisorio di 35 secondi. E' guerra aperta tra i due mattatori di questa Dakar.

Ore 11.15
Toby Price entra in speciale. Tra tre ore toccherà anche alle auto, con Peterhansel incaricato di aprire le danze.

Ore 11.00
Joan Barreda (Honda no. 6) ha finito la gara ieri 5 ore dopo il vincitore Toby Price (KTM). Ora Barreda rinuncia a ogni speranza di vittoria e darà il suo supporto al compagno di squadra Gonçalves. La priorità è una: far vincere la Honda.

Tappa Moto

 

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

49

KTM

02:27:27 - -

2

47

HONDA

02:29:20 00:01:53 -
3

 

19

HONDA

02:31:18 00:03:51 -

4

7

YAMAHA

02:31:55 00:04:28 -
5

 

3

KTM

02:32:00 00:04:33

-

 

 

Generale Moto

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

3

KTM

22:55:42 - -

2

5

KTM

23:01:54 00:06:12 00:01:00
3

 

2

HONDA

23:03:31 00:07:49 -

4

47

HONDA

23:13:31 00:17:49 -

5

49

KTM

23:13:36 00:17:54 -

 

Tappa Auto

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

303

PEUGEOT

03:19:03 - -
2

 

314

PEUGEOT

03:19:41 00:00:38 -

3

300

MINI

03:22:25 00:03:22 -

4

302

PEUGEOT

03:22:30 00:03:27 -

5

315

MINI

03:23:10 00:04:07 -

 

Generale Auto

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

314

PEUGEOT

21:46:28 - -
2

 

302

PEUGEOT

21:48:50 00:02:22 -
3

 

303

PEUGEOT

21:51:18 00:04:50 00:01:00

4

300

MINI

22:04:04 00:17:36 00:01:00

5

315

MINI

22:19:21 00:32:53 -
  1 di 19  
  • Vincenzo.C, Gela (CL)

    Cioè fatemi capire... Barreda si ritira così? Quindi se può vincere corre e tutta la squadra DEVE essere alle sue dipendenze, se chiedono a lui di correre per altri manda tutti a quel paese e se ne va? Molto professionale, quasi a livello di un bambino viziato... fossi Honda non lo farei più salire su una moto mia.

    Per la Redazione: perchè non mandate gli aggiornamenti della "diretta" con cadenza regolare? Tipo ogni mezz'ora o ogni ora, salvo fatti importanti...? Così so quando collegarmi.
Inserisci il tuo commento