mostra aiuto
Accedi o registrati
Aziende

Renault, otto modelli elettrici entro il 2022

-

Il Gruppo Renault ha svelato il suo piano industriale fino al 2022. Ecco i dettagli

Renault, otto modelli elettrici entro il 2022

Si chiama "Drive the Future" il nuovo piano industriale varato dal Gruppo Renault: tra gli obiettivi il raggiungimento di quota 70 miliardi di euro per quanto riguarda i ricavi annuali. La soglia minima del margine operativo è fissata al 5%, mentre i flussi di cassa dovrano avere sempre segno positivo. 

Ambizioso l'obiettivo di unità vendute annualmente: il Gruppo Renault intende toccare quota 5 milioni: si tratta di un aumento del 40% rispetto al dato dello scorso anno. Nel 2016, infatti, sono state acquistate 3,47 milioni di vetture. Per centrare questo risultato, Renault intende non solo ampliare la gamma delle auto, ma anche quella dei veicoli commerciali; importante sarà anche l'impatto delle economie di scala derivanti dall'intesa con Nissan e Mitsubishi e dalle piattaforme comuni. 

Nei piani di Renault c'è anche l'espansione della presenza del gruppo in alcuni mercati, tra cui i cosiddetti BRIC: l'obiettivo consta nel raddoppiare le vendite fuori dall'Europa. In particolare, Renault opererà in Russia tramite la controllata AvtoVaz, mentre in Cina si sfrutteranno le joint venture pensate per lo sviluppo dei veicoli elettrici e quelli commerciali

Fondamentale snodo della strategia di Renault è anche l'elettrificazione della gamma: entro il 2022 verranno lanciati otto nuovi veicoli 100% green e 12 a propulsione ibrida. I fondi stanziati dal gruppo transalpino per la ricerca e sviluppo sono ingenti: si parla di 18 miliardi di euro in sei anni, 4,2 miliardi dei quali derivano dai risparmi generati dall'Alleanza con i partner giapponesi.

«Il Gruppo Renault è oggi un gruppo mondiale sano e redditizio, che guarda al futuro con fiducia. L’ambizione di Drive the Future è realizzare una crescita forte e redditizia, mettendo a frutto gli investimenti in regioni e prodotti chiave, capitalizzando le risorse e le tecnologie dell’Alleanza e migliorando la nostra competitività. Facendo leva sull’impegno degli uomini e delle donne di Renault, questo nuovo piano farà emergere tutto il nostro potenziale per innovare e crescere in un’industria che evolve rapidamente», ha commentato Carlos Ghosn, direttore generale di Renault.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento