mostra aiuto
Accedi o registrati
cronaca live

Dakar 2016. Live terza tappa: vincono Barreda (moto) e Loeb (auto)

-

Oltre 620 chilometri di gara per i piloti al via della terza giornata. Circa 190 i km di prova speciale. Vincono la Peugeot di Loeb e la Honda di Barreda

Dakar 2016. Live terza tappa: vincono Barreda (moto) e Loeb (auto)

La terza tappa è una corsa contro il tempo. I piloti dovranno correre per oltre 600 km anche attraverso le montagne rocciose e il tracciato oggi farà una importante selezione in classifica. La terza tappa può consentire agli inseguitori di rimontare. Ma occhio alla pioggia e al maltempo, che sono presenti anche in questa umida giornata di gara.

I concorrenti vanno da Termas de Rio Hondo a Jujuy. In totale la tappa prevede 620 km (anche oggi il percorso è stato ridotto a causa delle piogge). C'è un trasferimento iniziale di oltre 100 km che porta i piloti dentro la speciale di 190 km. Terminata questa, i concorrenti devono affrontare il lunghissimo trasferimento di oltre 300 km.
Partono prima le moto, a seguire le auto e i camion.  Sotto la nostra cronaca in diretta, con i vincitori e i fatti salienti di questa lunga giornata di gara!

 

La cronaca in diretta:

(ora italiana)

Ore 18.00
Bis di Sébastien Loeb e della sua efficace Peugeot DKR, che vincono anche la terza tappa. Il francese domina anche oggi e precede il compagno di squadra Sainz. Terzo Nasser Al Attiyah (Mini). Loeb è primo anche nella generale (vedi sotto le classifiche di oggi).

Ore 17.20
La gara dei camion è interrotta: il terreno è diventato impraticabile per il fango.

Ore 16.58
Sébastien Loeb è primo anche al CP2, distanzia Peterhansel di 47 seconds. Hirvonen è terzo a quasi 2 minuti.

Ore 16.28
Carlos Sainz (Peugeot) e Nasser Al Attiyah (Mini) sono secondo e terzo al CP1 dietro Loeb.

Ore 16.02
Sébastien Loeb e altre 5 auto hanno raggiunti il CP1 col francese che anche oggi si piazza al comando provvisorio. Lo segue, distaccato di soli 52 secondi, Stéphane Peterhansel, mentre De Villiers e Hirvonen accusano un minuto di ritardo.

Ore 15.40
Antoine Meo, cinque volte campione del mondo di enduro, termina la prova speciale in netta risalita (dopo i problemi del prologo). E' oggi quarto assoluto.

 
Ore 15.16
Aveva vinto il prologo. Oggi Joan Barreda replica e vince la terza tappa con la sua Honda 450. Da quando corre la Dakar, lo spagnolo ha vinto 14 tappe. La Honda domina il podio della terza tappa: secondo e terzo sono infatti i compagni di Joan,  Benavides e Gonçalves.
Barreda (Honda nr 6)

 

Ore 15.01
Sébastien Loeb (Peugeot DKR 2008) dopo la vittoria di ieri apre le danze nella categoria auto. Entra ora in speciale. Il nove volte campione del mondo WRC oggi può fare molto bene, perché la navigazione è semplice e la sua bravura al volante è semplicemente stratosferica.
 
Ore 14.40
Joan Barreda piomba rapido come un ghepardo al CP2 e guadagna ben 5 minuti sul leader Price. E' il mattatore della terza tappa, ma non è ancora finita.
 
Ore 14.06
I due top rider Price e Faria hanno raggiunto il CP2. Toby perde un po' di terreno e regala 6 secondi a Ruben: Faria ha guadagnato ben 3 minuti nella generale.
 
Ore 13.25
Joan Barreda guida a cannone la sua Honda 450 Rally CRF e piazza il miglior tempo al CP1. Oggi lo spagnolo ha l'intenzione di replicare il successo del prologo.
 
Ore 13.20
Alain Duclos su Sherco raggiunge il CP1 e si piazza tra Ruben Faria e Toby Price. Il francese ha rifilato 6 secondi a Faria e ora ha solo 1 minuto e 10 secondi da Price.
 
 
Ore 13.19
Toby Price raggiunge senza problemi il CP1. Alle sue spalle, come un ombra, il pilota Husqvarna Ruben Faria.
 
Ore 13.14
Juan Agustín Rojo non vincerà alcuna tappa e già ora rischia il ritiro dalla Dakar. Ma ci è comunque simpatico: è infatti il più giovane motociclista in gara. Ha solo 18 anni e corre con una Gas Gas. Peccato che già nel prologo abbia accusato un ritardo di due ore. Ma alla terza tappa è ancora in gara. 
 
Ore 12.30
Il meteo in speciale annuncia pioggia forte e rischio di temporali. Questo potrebbe rimescolare le carte.
 
Ore 12.14
Toby Price è entrato in speciale. Occhi puntati quindi sul giovane leader della corsa.
 
Ore 11.54
Parte Manuel Lucchese. L'italiano, in sella alla Yamaha nr 80, è ora 49esimo e punta a vincere nella categoria "senza assistenza". Manuel ha una grande esperienza alla Dakar e quest'anno è giunto preparato in Sudamerica. Non ci resta che seguirlo con attenzione.
 
Ore 11.46
Durante la seconda tappa 75 piloti sono rimasti senza benzina e, per recuperare terreno, hanno superato il limite di velocità e sono stati per questo penalizzati. Ruben Faria e Stefan Svitki hanno ricevuto un minuto di penalità a testa. Faria ora ha quindi un minuto abbondante di ritardo nella generale da Price. Alain Duclos su Sherco ne approfitta e passa terzo nella generale.
 

Classifiche:

Moto - terza tappa:

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

6

HONDA

02:30:37 - -

2

47

HONDA

02:31:03 00:00:26 -

3

2

HONDA

02:31:29 00:00:52 -

4

49

KTM

02:31:30 00:00:53 -

5

5

KTM

02:31:34 00:00:57 -

6

4

HUSQVARNA

02:31:55 00:01:18 -

7

42

YAMAHA

02:32:39 00:02:02 -

8

23

KTM

02:32:49 00:02:12 -

9

20

SHERCO TVS

02:32:58 00:02:21 -

10

14

KTM

02:33:29 00:02:52 -

 

Auto - terza tappa:

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

314

PEUGEOT

02:09:39 - -

2

303

PEUGEOT

02:11:02 00:01:23 -

3

300

MINI

02:11:04 00:01:25 -

4

301

TOYOTA

02:11:41 00:02:02 -

5

315

MINI

02:12:28 00:02:49 -

6

302

PEUGEOT

02:12:31 00:02:52 -

7

319

TOYOTA

02:12:42 00:03:03 -

8

311

TOYOTA

02:13:28 00:03:49 -

9

305

TOYOTA

02:14:33 00:04:54 -

10

321

PEUGEOT

02:15:26 00:05:47 -

Moto - generale:

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

6

HONDA

06:26:50 - -

2

5

KTM

06:27:04 00:00:14 00:01:00

3

47

HONDA

06:27:38 00:00:48 -

4

2

HONDA

06:27:58 00:01:08 -

5

20

SHERCO TVS

06:28:00 00:01:10 -

6

14

KTM

06:28:37 00:01:47 -

7

4

HUSQVARNA

06:29:28 00:02:38 -

8

8

HUSQVARNA

06:30:47 00:03:57 00:01:00

9

17

SHERCO TVS

06:31:23 00:04:33 -

10

3

KTM

06:31:53 00:05:03 -

11

18

YAMAHA

06:34:07 00:07:17 -

 

Auto - generale:

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

314

PEUGEOT

06:01:42 - -

2

301

TOYOTA

06:06:45 00:05:03 -

3

302

PEUGEOT

06:06:57 00:05:15 -

4

315

MINI

06:07:34 00:05:52 -

5

300

MINI

06:08:21 00:06:39 00:01:00

6

319

TOYOTA

06:08:25 00:06:43 -

7

311

TOYOTA

06:10:24 00:08:42 -

8

307

TOYOTA

06:11:37 00:09:55 00:01:00

9

321

PEUGEOT

06:12:29 00:10:47 00:01:00

10

303

PEUGEOT

06:14:02 00:12:20 -
  1 di 16  
  • joeCodino

    Scusate, al seguente link:

    http://www.dakar.com/dakar/2016/us/stage-400/rankings/stage-bikes.html#ancre

    ho visto che la classifica (sia di tappa che la generale) delle moto è diversa (posizione e tempi di barreda non coincidono con la classifica di moto.it).

    Sono io che non so leggerla ?

    Grazie.
  • paolorit, Vicenza (VI)

    Mi pare ci sia un errore nell'articolo e nelle classifiche, a Barreda dovrebbero aver dato una penalizzazione di 1 minuto, quindi si piazza 5^ nella classifica di tappa e 3^ in generale.
    La testa della classifica torna in mano a KTM, certo che fa impressione vedere quelle tre honda lì attaccate dietro il primo, questo sembra proprio l'anno buono per l'ala dorata.
    Un po' deluso da Botturi e dalla iron woman Laia Sanz, era legittimo aspettarsi di più da entrambi.
Inserisci il tuo commento