mostra aiuto
Accedi o registrati
WRX

Mondiale Rallycross. Kristoffersson (VW) vince a Hell e allunga

-

Pur infortunato, lo svedese vince il Rallycross di Norvegia davanti a Bakkerud e Loeb e vola in testa al Mondiale con 8 punti di vantaggio su Ekstrom. Solberg, per la prima volta in questa stagione fuori dalla finale, è terzo con l’altra Volkswagen

Mondiale Rallycross. Kristoffersson (VW) vince a Hell e allunga

Hell, Norvegia, 11 Giugno. Altra Prova del Mondiale Rallycross, la quinta, altro Tempio della velocità, Hell, in Norvegia. Cocktail perfetto, ma non deve stupire. IGM, il Promoter, e Monster Energy, il benef… sponsor, lo sapevano già che per lanciare uno spettacolo vincente devi scegliere anche i teatri giusti par mandarlo in scena. Ma il Rallycross non finisce mai di stupire, e questa volta manda in scena le gesta di un autentico superuomo. Kristoffersson, infatti, si era infortunato venerdì, durante le pre-griglie, quando un piede era rimasto intrappolato nella ruota di Sébastien Loeb. Niente di particolarmente drammatico, nell’esito, e nessuna colpa di nessuno, ma correre dopo aver ridotto la lussazione, qualificarsi il quarto posto agli intermedi, e vincere la propria semifinale e la finalissima in tempi strettissimi è indubbiamente un’impresa per soli eroi (o per potenti antidolorifici).

Comunque, di fatto, Kristoffersson ha sorpreso anche per come è riuscito a raddrizzare un week end apparentemente poco fortunato. Oltre all’infortunio e dopo la seconda posizione al termine della prima sessione di qualifica, infatti, Kristoffersson vinceva la terza ma rimaneva al palo nella quarta, vinta dal compagno di Squadra Solberg. Meglio dello svedese al giro di boa degli intermedi facevano Bakkerud, particolarmente aggressivo, Ekstrom e Solberg. La “belve” di sempre, insomma, ma sempre più “affamate”.

Bakkerud batteva Loeb e Timerzyanov nella prima semifinale, e Kristoffersson faceva meglio di Ekstrom e Timmy Hansen nella seconda. “Regolato” Ekstrom, che resta uno dei piloti più regolari e redditizi della stagione, e che non è il Campione del mondo in carica per caso, lo scontro della finalissima poteva contare sul contributo di spettacolarità del duello annunciato con Bakkerud, con la pericolosa alternativa di veder spuntare dalle seconde file Loeb e Hansen, come sempre riluttanti a svolgere un vero e proprio compito di Squadra.

Molto bella, la finalissima ha mantenuto per tutto il suo sviluppo un altissimo indice di incertezza, pur nell’istantanea evidenza che, una volta sotto controllo il dolore al piede, Kristoffersson era perfettamente in grado di gestire la situazione. Così, dopo i colpi di scena di Lydden Hill, il Rallycross di Norvegia premia il suo eroe più meritevole al termine di un evento dal finale estremamente incerto e omogeneo per forze in campo.

Molto bella, la finalissima ha mantenuto per tutto il suo sviluppo un altissimo indice di incertezza, pur nell’istantanea evidenza che, una volta sotto controllo il dolore al piede, Kristoffersson era perfettamente in grado di gestire la situazione

Mondiale bellissimo, che resta aperto. Kristoffersson ha ora otto lunghezze di vantaggio sul Campione del Mondo Ekstrom, e terzo a 37 punti è Petter Solberg, il norvegese già due volte Campione del mondo che per la prima volta nel corso di questa stagione non è riuscito a entrare nella finale. Nel frattempo Sébastien Loeb ha raggiunto Timmy Hansen al quarto posto. è bene ricordare, tuttavia, che su Hansen, tuttavia, pesano i dieci punti di penalità sottratti al Pilota del team Peugeot Hansen per una gomma distrattamente non punzonata.

Si passa ora, il 30 giugno, al Rallycross di Svezia. Troppi Piloti e Team sono di casa a Holjes, altro tempio della specialità, per cui c’è da aspettarsi una data di Mondiale memorabile.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento