mostra aiuto
Accedi o registrati
in diretta

Dakar 2016. Live seconda tappa: vincono Loeb (auto) e Price (moto)

-

La seconda tappa porta i concorrenti nel vivo del rally. La giornata è durissima: 800 km totali, 500 di prova speciale cronometrata. Loeb porta alla vittoria la Peugeot 2008

Dakar 2016. Live seconda tappa: vincono Loeb (auto) e Price (moto)

La Dakar 2016 entra nel vivo con la seconda tappa, che porta i piloti da Villa Carlos Paz a Termas de Rio Hondo. Auto, moto, quad  e camion sono chiamati a coprire una distanza complessiva di circa 800 km. Il percorso è in parte rivisto a causa delle pioggia torrenziale che affligge la corsa sin dal primo giorno.
I concorrenti partono con un trasferimento di circa 90 km, che li porta diretti in prova speciale.
La prova è stata ridotta a causa del fango: le moto percorrono 350 km al posto di 450, le auto 390 al posto di 510. Dopo questo estenuante test, dovranno completare il trasferimento pari a 330 km, destinazione Termas de Rio Hondo.
Partono prima le moto, poi le auto e infine i camion. È una tappa lunghissima, in cui i piloti devono fare attenzione ad amministrare i mezzi, ma anche i consumi di carburante. Il fondo sarà nella prima parte roccioso, ma ci sarà spazio anche per il fango e infine per la sabbia a fine tappa. Sotto la nostra cronaca in diretta, con i vincitori e i fatti salienti di questa lunga giornata di gara!

Antoine Meo


La cronaca in diretta:

(ora italiana)


Ore 18.38
Sébastien Loeb vince la sua prima tappa alla Dakar 2016. Il francese ha guidato la sua Peugeot 2008 in modo magistrale distanziando di 2'23 il compagno di squadra Stéphane Peterhansel.

Ore 18.20
Aggiornamento dei motociclisti italiani in gara. Simone Agazzi è costretto al ritiro a causa di una brutta caduta in cui ha riportato danni alla spalla. Era la prima esperienza alla Dakar per il forte pilota di Bergamo, che avrà modo di rifarsi: buona guarigione Simone!
Alessandro Botturi è dodicesimo, Paolo Ceci ventiduesimo e Jacopo Cerutti trentunesimo. Manuel Lucchese chiude al 49esimo posto. Più attardati gli altri italiani in gara.

Ore 17.45
Sébastien Loeb passa al comando nelle auto anche al CP2, con un vantaggio di 51 secondi sulla Toyota di Giniel de Villiers. Already second on the Dakar four times, the South African is enjoying a good start to the race. Nasser Al-Attiyah è attardato e ha un distacco superiore ai 3 minuti dal leader Loeb.

Ore 17.20
Stéphane Peterhansel viaggia forte con la sua Peugeot. Accusa infatti al CP1 solo 35 secondi di ritardo dal compagno di squadra Sébastien Loeb e precede  Giniel de Villiers di 4 secondi.
Orlando Terranova finisce impantanato nel fango come Nani Roma. Cyril Despres è invece velocissimo: il 5 volte vincitore della Dakar con le moto mostra un grande affiatamento con la Peugeot 2008 alla sua seconda partecipazione nella categoria auto. 

Ore 17.15
Sébastien Loeb (Peugeot) stacca i rivali al CP1 e mostra di andare fortissimo in questa tappa. Guida col suo piglio rallistico e impressiona il pubblico. Sembra imprendibile!

Ore 16.36
Steven Svitko è terzo nelle moto.  Nani Roma e Xavier Pons nelle auto registrano un forte ritardo al km 183 e perdono diverso tempo.

Ore 16.27
Toby Price vince la seconda tappa nelle moto con la KTM. Solo 16esimo nel prologo, Toby è primo a Termas de Rio Hondo. L'australiano ha battuto Ruben Faria di 20 secondi e ora è primo nella classifica generale con due secondi di vantaggio.

Ore 16.15
Sebastien Loeb viaggia come un missile terra-terra con la sua Peugeot. Dopo un'ora di gara è il più veloce e distanzia gli inseguitori Carlos Sainz e Stefan Peterhansel.

Ore 15.58
Faria e Barreda concludono ora la speciale! Faria è stato velocissimo e ha rifilato tre minuti a Barreda. Resta da attendere l'arrivo di Toby Price, oggi velocissimo.

Ore 15.50
Nelle auto Carlos Sainz perde un sacco di tempo al km 112, dove resta immobile per diversi minuti con la sua Peugeot. Potrebbe essere stato rallentato da una foratura o da un problema tecnico. 

Ore 15.40
Nella categoria Auto è Martin Prokop il più veloce nei primi chilometri della speciale. Nelle moto, al CP3, continua la battaglia tra Faria e Price, che vede stavolta in vantaggio il primo.

Ore 15.07

Come abbiamo sospettato, il roadbook di oggi presenta qualche imprecisione (dovuta probabilmente ai tagli sul percorso imposti dal maltempo). Ne risulta che Barreda e gli altri piloti hanno sbagliato strada in buona fede, perché così indicava il loro roadbook. Intanto Price continua a essere la lepre della tappa anche al CP2. Lo segue Faria, che corre in coppia con Barreda (che ha perso diversi secondi a favore di Ruben).

Ore 14.38
Toby Price impone il suo passo e fissa il miglior tempo al CP1. Mancano 146 km alla fine della speciale. Sono in corsa finalmente le auto. Bernhard Ten Brinke parte per primo, ma ha alle sue calcagna Carlos Sainz, Xavier Pons e il vincitore della Dakar 2015, Nasser Al-Attiyah.

Ore 14.20
E' Faria a condurre le danze col miglior tempo al CP1. Dopo 208 km ha solo 14 secondi di vantaggio sul debuttante Kevin Benavides.

Ore 14.05
Le 136 moto e i 45 quad in gara sono alle prese con la prova speciale. Tutti i motociclisti incappano nell'errore collettivo al km 145, che li porta fuori traccia. Forse il roadbook non è chiaro e a fine giornata bisognerà capire cos'è successo. Il brasiliano Azevedo cade in prova speciale e si fa male, ma riprende la corsa. 

13.41
Barreda finalmente ritrova la retta via, seguito sempre dai rivali diretti.
 

13.38
Helder Rodrigues, Adrien Van Beveren, Michael Metge e Kevin Benavides seguono Barreda e Faria. Il gruppo si allontana dalla traccia giusta.

13.26
Barreda e Faria, in prossimità del km 145 della prova speciale (circa a metà quindi), prendono la direzione sbagliata insieme e perdono molto tempo. 

 

Ore 12.35
Le due rivelazioni del 2015 partono separati da solo due minuti. Parliamo di Matthias Walkner e Toby Price. Entrambi corrono con le KTM ufficiali.

Ore 11.49
Joan Barreda entra in speciale e punta al colpaccio. Lo segue staccato di tre minuti Ruben Faria, che nel 2016 guida l’Husqvarna ufficiale. Alle loro spalle il pilota Yamaha Helder Rodriguez.

Ore 11.24
Adrien Van Beveren ha vinto per ben due volte l’Enduropale du Touquet. Oggi compie 25 anni e si schiera al via della seconda tappa con intenti bellicosi.

Ore 11.44
La prima moto entra in prova speciale. C’è tanto fango, le condizioni sono difficili! Il maltempo flagella l’Argentina.


Le classifiche

Seconda tappa Moto:

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

3

KTM

03:46:24 - -

2

8

HUSQVARNA

03:46:44 00:00:20 -

3

5

KTM

03:47:52 00:01:28 -

4

20

SHERCO TVS

03:48:15 00:01:51 -

5

14

KTM

03:48:24 00:02:00 -

6

2

HONDA

03:49:02 00:02:38 -

7

6

HONDA

03:49:46 00:03:22 -

8

47

HONDA

03:50:00 00:03:36 -

9

17

SHERCO TVS

03:50:49 00:04:25 -

10

4

HUSQVARNA

03:50:56 00:04:32 -

11

16

KTM

03:51:33 00:05:09 -

12

18

YAMAHA

03:52:53 00:06:29 -

13

9

KTM

03:53:28 00:07:04 -

14

12

KTM

03:53:33 00:07:09 -

15

52

KTM

03:53:36 00:07:12 -

16

7

YAMAHA

03:53:57 00:07:33 -

17

19

HONDA

03:54:16 00:07:52 -

18

23

KTM

03:54:34 00:08:10 -

19

27

HUSQVARNA

03:55:45 00:09:21 -

20

33

KTM

03:57:00 00:10:36 -


Seconda tappa Auto:

 

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

314

PEUGEOT

03:45:46 - -

2

302

PEUGEOT

03:48:09 00:02:23 -

3

307

TOYOTA

03:48:24 00:02:38 -

4

301

TOYOTA

03:48:47 00:03:01 -

5

315

MINI

03:48:51 00:03:05 -

6

321

PEUGEOT

03:49:46 00:04:00 -

7

300

MINI

03:50:04 00:04:18 -

8

329

TOYOTA

03:50:11 00:04:25 -

9

311

TOYOTA

03:50:48 00:05:02 -

10

317

RENAULT

03:51:34 00:05:48


Generale Moto:

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

3

KTM

03:53:09 - -

2

8

HUSQVARNA

03:53:11 00:00:02 -

3

5

KTM

03:54:30 00:01:21 -

4

20

SHERCO TVS

03:55:02 00:01:53 -

5

14

KTM

03:55:08 00:01:59 -

6

6

HONDA

03:56:13 00:03:04 -

7

2

HONDA

03:56:29 00:03:20 -

8

47

HONDA

03:56:35 00:03:26 -

9

4

HUSQVARNA

03:57:33 00:04:24 -

10

17

SHERCO TVS

03:57:39 00:04:30 -

 

Generale Auto:

Pos. Name Mark Time variation Penalty

1

314

PEUGEOT

03:52:03 - -

2

302

PEUGEOT

03:54:26 00:02:23 -

3

307

TOYOTA

03:54:45 00:02:42 -

4

301

TOYOTA

03:55:04 00:03:01 -

5

315

MINI

03:55:06 00:03:03 -

6

321

PEUGEOT

03:56:03 00:04:00 -

7

300

MINI

03:56:17 00:04:14 -

8

329

TOYOTA

03:56:32 00:04:29 -

9

311

TOYOTA

03:56:56 00:04:53 -

10

317

RENAULT

03:57:59 00:05:56 -

11

303

PEUGEOT

04:03:00 00:10:57 -
  1 di 5  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento