mostra aiuto
Accedi o registrati
Primo test

Mercedes-Benz GLA restyling 2017: più alto, elegante e ricco

-

Il SUV compatto di Mercedes si rifà il trucco. Arrivano nuovi motori, un assetto rialzato, allestimenti rivisti e un miglior valore Cx passato da 0,29 a 0,28. I prezzi partono da 30,140 euro per il benzina. Il top di gamma sarà la GLA 45 4MATIC, offerta a 63.550 euro

Mercedes-Benz GLA restyling 2017: più alto, elegante e ricco

Prendete una tiepida giornata assolata di fine inverno, riscaldata da un bel sole “primaverile”. Prendete qualche ore di libertà e partite per il lago di Como. Ecco quello che abbiamo fatto per provare in un brevissimo test, il restyling 2017 della Mercedes-Benz GLA. Un fugace contatto per apprezzare le novità estetiche e tecniche, e poter assaggiare un pizzico di doti dinamiche.

Correva l'anno 2013 quando sul mercato arrivò un nuovo SUV compatto a impensierire le concorrenti: Mercedes-Benz GLA. Più alto, più accattivante, più sciccoso. Oggi si presenta con un'offerta di motorizzazioni davvero completa: si parte dalla 180d da 80 kW (109 CV) fino alla AMG GLA 45 4MATIC da 280 kW (381 CV). Una novità nella gamma di motorizzazioni verrà rappresentata a breve dalla GLA 220 4MATIC. Con una potenza di 135 kW (184 CV) e una coppia di 300 Nm, colma la lacuna presente tra i due modelli a benzina da 115 kW (156 CV) e da 155 kW (211 CV). Insomma, ce ne è per tutti i gusti.

Come se non bastasse, il cliente potrà scegliere anche un diverso assetto: da quello di serie (più alto di 30 mm grazie all’assetto Comfort Offroad), all’assetto ribassato (in abbinamento all’AMG Line o al pacchetto dinamico) e infine l’assetto comfort.

Cosa distingue visivamente il my 2017 rispetto a quello precedente? I paraurti modificati, i nuovi cerchi in lega leggera e la nuova tonalità beige canyon. Con questi elementi GLA sottolinea a livello estetico la sua natura di SUV in modo ancora più marcato di prima. I fari bixeno, fino a oggi disponibili a richiesta, cedono il posto ai fari a LED.

Prima di raccontarvi brevemente come è dentro e fuori, ricordiamo i prezzi: partono da 30.140 euro per un quattro cilindri benzina 1.6 in allestimento Executive (1760 euro in più per la Business, 1720 euro per la Sport e 3425 euro per Premium). La 180d entry level costa invece 31200 euro.

Dal vivo: come è dentro

Nuovi rivestimenti dei sedili. Diversi elementi decorativi. Un allestimento dell’abitacolo realizzato con materiali più esclusivi e di buona qualità. Ecco al centro il Media Display sospeso da 20,3 cm (8") ben proteso in avanti. Le cornici delle bocchette di aerazione sono più marcate e sottolineano lo stile SUV dell’abitacolo facendo il paio con la plancia portastrumenti, rivestita di serie con pelle ecologica Artico e impreziosita con cuciture a contrasto rosse.

Se lo sguardo però si sposta alle spalle del volante, ecco apparire una nuova strumentazione che mostra un nuovo design delle cifre e il tachimetro che presenta una suddivisione a intervalli di 30 km/h. A caratterizzare meglio la percezione all'interno dell'habitat abitacolo, ecco anche nuove lancette con perno centrale nero e la cornice cromata attorno al display di visualizzazione della marcia. Piccolezze, penseranno alcuni. Dettagli che poi sommati ad altri dettagli fanno o non fanno la differenza. E a proposito di differenze. GLA ha un altro elemento distintivo rispetto alla concorrenza del segmento di riferimento: la telecamera a 360 gradi, che rileva l’area attorno alla vettura e la trasmette al Media Display come immagine a schermo intero, oppure in sette diverse viste in modalità split screen. Non manca anche una vista virtuale dall’alto, prodotta con i dati forniti da quattro telecamere: frontale, posteriore e una posizionata nei due retrovisori.

Dal vivo: come è fuori

Guardiamo la vettura da fuori. Fissiamo lo sguardo sul suo “muso” e non possiamo che iniziare a parlare dei fari. La GLA monta Led High Performance, disponibili a richiesta o di serie a seconda della versione, che vanno a sostituire i fari bixeno offerti finora. Oltre all’illuminazione brillante, questi fari si distinguono per una temperatura del colore simile alla luce diurna e non affaticano gli occhi nella guida notturna. Mercedes garantische che anche il consumo energetico è più contenuto: circa il 60% in meno rispetto ai fari xeno e il 70% in meno rispetto a quelli alogeni. La luce anabbagliante da 34 watt sfrutta la tecnica LED per proiezione, mentre quella abbagliante utilizza la tecnica LED per riflessione.

Stessa tecnologia anche per i fari posteriori. Le luci di arresto e gli indicatori di direzione vengono regolati su tre intensità: luminosità massima di giorno, media nella guida notturna e bassa a vettura ferma di notte, per evitare di abbagliare gli utenti della strada che seguono. Con questa funzione, GLA offre automaticamente il livello di luminosità che più si addice alle condizioni atmosferiche, di luminosità e di traffico.

Come va?

Il test su strada non è stato sicuramente sufficiente per poter dare giudizi sensati e curati. Abbiamo percorso circa una decina di chilometri sulle strade lungo lago e una quarantina di chilometri in autostrada. Ci riserviamo quindi di effettuare una prova di guida in un secondo momento. C'è da dire che della nuova GLA se ne apprezza subito il comfort, la corretta triangolatura volante-sterzo-pedana e più in generale l'ergonomia complessiva. Merita un voto alto anche per la percezione diffusa di qualità dei materiali. Per quanto concerne la dinamica, GLA non cambia e si conferma una vettura molto agile, con uno sterzo preciso e delle sospensioni che anche se piuttosto rigide, copiano bene le asperità e rendono confortevoli anche tratti sconnessi come il pavè cittadino.

  1 di 10  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento