TEST AUTO ELETTRICA

Volvo C30 Electric 

E' rifinita come un'auto di serie. E non è un caso...

Al Michelin Challenge Bibendum 2011 abbiamo provato la nuova C30 elettrica

Volvo C30 Electric
  • Aggiungi a My Auto
  • Invia a un amico
  • Stampa

Tra le auto presenti al Challenge Bibendum 2011 una delle proposte più interessanti disponibili per il test drive è certamente la Volvo C30 Electric.

Full-electric la vettura è praticamente irriconoscibile dalla versione "standard" se non per via di alcuni dettagli, tra cui la la presa elettrica posta nella parte destra della calandra - celata da una piccola paratia - e le scritte electric disposte sotto l'attaccatura del montante anteriore ed in bella mostra al centro del diffusore posteriore.

FOCUS ECOLOGICO
Non mancano, naturalmente, una grafica dedicata ed alcuni dettagli aerodinamici adottati anche dalla 1.6 turbodiesel DRIVe di serie, che come la versione elettrica strizza l'occhio all'ecologia pur conservando sotto al cofano un motore a combustione termica.

COME UNA C30
Come la C30 sono sostanzialmente anche gli interni, con quattro posti ed un posto guida molto ergonomico. Le uniche differenze si notano a livello di pomello del cambio, dall'aspetto decisamente futuristico, e nel quadro strumenti...in cui il contagiri viene sostituito da un strumento analogico di aspetto "tradizionale" che segnala il consumo istantaneo o la quantità di energia recuperata in frenata.

DUE DRIVING MODE
Girata la chiave d'avviamento non succede davvero nulla. La vettura è semplicemente pronta a partire spostando impostando il cambio in modalità Drive o Hi-Performance.

Iniziamo la guida in Drive, che a differenza della modalità Hi-Perfomance utilizza al 100% il recupero dell'energia in frenata: la vettura è silenziosissima e si muove come se sotto al cofano pulsasse un motore da 1.6 litri.

COME UN MILLESEI
Volvo dichiara una accelerazione da 0 a 100 km/h in 10.5 secondi e la sensazione è che il dato non sia poi così diverso dalla realtà, in particolar modo nella modalità hi-performance, che sfrutta al massimo il potenziale del motore elettrico rinunciando a gran parte del recupero dell'energia in frenata per assicurare maggior scorrevolezza e piacere di guida anche nelle fasi transitorie e nei cambi di direzione.

MOLTO CONFORTEVOLE
Oltre alla prestazione, davvero oltre le nostre aspettative, la vettura è anche molto confortevole: in accelerazione, oltre allo bassissimo rumore emesso dal propulsore, non si percepisce alcun tipo di cambiata. L'accelerazione è fluida, progressiva e senza interruzioni.

Buona è anche la frenata, che è equiparabile a quella della C30 standard, così come in linea a quello della vettura "di serie" ci è parso lo sterzo che è elettroassistito.

150 KM DI AUTONOMIA
In termini di autonomia la vettura assicura 150 km attraverso un paco batterie da 280 kg da 24 kWh (8 ore la ricarica completa), mentre per quanto concerne la sicurezza la C30 Electric rispetta gli elevatissimi standard che sono tipici della Casa svedese.

SVILUPPO IN CORSO
Tra i partner del progetto vi sono l'Agenzia per l'Energia Svedese - che ha finanziato l'operazione con 15 milioni di euro - la Vattenfall oltre che nuovi partner assieme al quale Volvo sta sviluppando nuove tecnologie che permetteranno di rendere più semplice l'uso di un'auto elettrica: la ricarica wireless è certamente una di queste.



20/05/2011


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Sono stati inseriti 0 COMMENTI. Commenta »

     
    LISTINI, PREZZI, BROCHURE
    Acquista nuove, km 0, usate
    Ricerca Concessionarie:
     
    ATTENZIONE