Ricarica per Auto Elettriche: A2A aumenta i costi dell'energia

Ricarica per Auto Elettriche: A2A aumenta i costi dell'energia
Pubblicità
Doccia fredda per gli abbonati A2A: Le nuove tariffe rischiano di rendere le ricariche più costose
8 aprile 2024

A2A ha aumentato i costi degli abbonamenti e della ricarica per le vetture elettriche. 

A partire da questa mattina, chi utilizza (o meglio, utilizzava) un abbonamento A2A per la ricarica delle auto elettriche ha dovuto fare i conti con una spiacevole sorpresa: un rincaro significativo dei costi. Questo movimento dell'azienda segue il trend già intrapreso da altri operatori del settore, come Be Charge e Enel X, che hanno ristrutturato le proprie tariffe.

Ad esempio, l'abbonamento base, noto come E-moving Small e che offre 40 kWh al mese, ha visto un aumento del costo fino a 25 euro, equivalente a 0,625 euro al kWh. La versione Medium, che prima offriva 100 kWh al mese, ora richiede 57 euro. Infine, l'abbonamento Large garantisce 200 kWh mensili al costo di 106 euro, ovvero 0,53 euro al kWh. 

Tuttavia, c'è un'opportunità di risparmio per i clienti A2A Energia per le utenze domestiche, che possono beneficiare di sconti sugli abbonamenti. In questo caso, i prezzi scendono rispettivamente a 22, 49 e 85 euro al mese per i tre piani di ricarica (costo unitario per abbonamento: 0,55 €/kWh; 0,49 €/kWh e 0,42 €/kWh). Tuttavia, la beffa sta nel fatto che le nuove tariffe includono solo le colonnine pubbliche standard, escludendo quelle più performanti Ultra e Fast+, che richiedono un costo aggiuntivo basato sui kWh prelevati, il cui importo è indicato sull'app.

Questo cambiamento non solo ha reso le ricariche più veloci meno convenienti rispetto a pochi giorni fa, ma ha anche reso i Tesla Supercharger una scelta più attraente per molti. Con tariffe che oscillano tra 0,50 e 0,60 euro al kWh, i Supercharger possono risultare più convenienti in determinate situazioni, soprattutto considerando che solitamente offrono una maggiore disponibilità di stalli di ricarica e una minore incidenza di guasti tecnici rispetto alle colonnine pubbliche.

Ricordiamo che i proprietari di veicoli non-Tesla possono sottoscrivere un abbonamento mensile di 12,99 euro per accedere alle tariffe più convenienti dei Supercharger. Tuttavia, questa spesa potrebbe essere facilmente compensata da coloro che percorrono lunghe distanze e hanno bisogno di ricaricare con maggiore frequenza.

 

Pubblicità