mostra aiuto
Accedi o registrati
trasporti

Taxi: sciopero nazionale il 24 marzo. Stop di 14 ore

-

Auto ferme dalle 8 alle 22 per protesta contro il ddl concorrenza in discussione al Senato

Taxi: sciopero nazionale il 24 marzo. Stop di 14 ore

Tassisti ancora sul piede di guerra contro Uber: il 24 marzo 2017 è previsto lo sciopero nazionale dei taxi dalle 8.00 alle 22.00. Lo hanno annunciato in una nota Unica Cgil, Fit Cisl Taxi, Ugl Trasporti Taxi, Ugl Taxi, Federtaxi Cisal, Usb Taxi, Uti e Unimpresa. Non hanno firmato il documento Uri, Uritaxi, Casartigiani e Confartigianato, mentre alcune sigle sindacali potrebbero aderire successivamente.

I tassisti rivendicano l'eliminazione dal testo del disegno di legge sulla concorrenza in discussione al Senato ogni riferimento alle applicazioni come Uber come condizione per proseguire il tavolo delle trattative aperto nei giorni scorsi con il Ministero dei Trasporti. L'emendamento contestato prevede di «adeguare l'offerta di servizi di mobilità ai più moderni standard tecnologici, ivi compresi quelli che si svolgono con applicazioni web e quelli che utilizzano piattaforme tecnologiche per l'interconnessione tra passeggeri e operatori del servizio».

Nei giorni scorsi è stato rispedito al mittente l'invito di Carlo Tursi, general manager di Uber Italia, a incontrarsi con tutte le sigle sindacali del settore taxi il 20 marzo per discutere le ragioni della protesta. «In qualità di general manager di Uber, una società tecnologica che per troppo tempo è stata vista in contrapposizione al servizio taxi, vi invito a discutere di proposte concrete che possano vederci collaborare da qui in avanti. Troppo tempo è stato speso su un confronto che non guarda al futuro ma solo al passato, penalizzando anche i consumatori che di questo non hanno colpe. Noi vogliamo guardare al futuro e vorremmo farlo anche con voi», aveva scritto Tursi.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento