mostra aiuto
Accedi o registrati
Prova su strada

Fiat 500L Living 1.6 MultiJet 105 CV

Abitacolo magico
-

La nuova Fiat 500L Living è più corta di una Lancia Delta ma offre un abitacolo eccezionale in termini di spazio e comodità, con due posti di emergenza in più nel bagagliaio. Buoni consumi del 1.6 diesel da 105 CV, sterzo troppo leggero in autostrada

Fiat 500L Living 1.6 MultiJet 105 CV

Tutti i costruttori, chi più chi meno, sono impegnati da un po' di tempo a cercare di ottenere qualcosa che a prima vista potrebbe sembrare impossibile Ricavare un grandissimo spazio all'interno di un'automobile, mantenendo dimensioni esterne compatte, ideali per muoversi anche in città. Una bella sfida, dal momento che ci si scontra con numerose e complesse problematiche in fase di progetto. Alla Fiat però, con la nuova 500L Living, possono dire di esserci riusciti alla grande.

Una sette posti... più corta di una Delta!

La 500L Living altro non è che la versione “allungata” della 500L (+ 20 cm di sbalzo posteriore), che dispone di due posti in più (per quanto piccoli) ricavati nel  bagagliaio. Fin qui niente di strano, sembrerebbe la classica monovolume a sette posti dalle dimensioni importanti, pratica, spaziosa e confortevole.

fiat 500l living (8)
La 500L Living si distingue dalla 500L per la diversa conformazione della coda allungata

 

E invece no, perché la 500L Living rimane certamente molto spaziosa e davvero comoda, ma è a tutti gli effetti un'auto compatta, nonostante quanto possa sembrare a prima vista, dal momento che è addirittura più corta di una Lancia Delta (modello di segmento C). Questa è la vera magia compiuta dagli ingegneri Fiat, che da un'auto di 4 metri e 35 (una VW Golf, per la farsi un'idea, è lunga 4,27 m) sono riusciti a ricavare un abitacolo spaziale, capace di offrire un'abitabilità straordinaria e un bagagliaio (almeno con i due sedili abbassati) extra-large.

Prezzi

Con un prezzo d'attacco fissato a quota 19.200 euro (0.9 TwinAir 105 CV Pop Star), ma che può crescere fino a raggiungere i 23.895 della più accessoriata Lounge con il turbo diesel MultiJet da 120 CV, la 500L Living, sempre prodotta in Sebria nello stabilimento di Kragujevac, si mette in diretta competizione con Dacia Lodgy, Ford C-Max 7, Kia Carens e Opel Zafira Tourer. Bisogna precisare però che le dirette competetitors, disponibili anche in versione a sette posti, superano abbondantemente (almeno di circa 20 cm) la lunghezza della monovolume italiana.

Fuori: spunta la coda lunga

All'esterno la sette posti torinese mette in mostra lo stesso design dal sapore retrò che ha decretato il grande successo della sua parente stretta 500L (anche a ottobre, con 3.688 unità commercializzate, la 500L è stata la monovolume preferita in Italia). Quello che cambia è piuttosto la coda, allungata di quei 20 cm necessari per ampliare il vano di carico e vari posto ai due posti aggiuntivi.

 

Rispetto alla più tradizionale 500L, la Living è sicuramente meno bilanciata nelle proporzioni, specialmente prendendo in considerazione la fiancata o il tre quarti posteriore, ma nel complesso gli stilisti del centro stile Fiat sono riusciti a mantenere intatte quelle forme tondeggianti e simpatiche, con passaruota pronunciati, fari tondi e paraurti bombati, che hanno conquistato il pubblico italiano.

Nonostante le dimensioni compatte i progettisti sono riusciti a realizzare un abitacolo che oseremmo definire magico, grazie alla sua capacità di offrire uno spazio davvero sopra alle righe e un comfort eccezionale

Dentro: un abitacolo magico

Il vero punto di forza della 500L Living rimane però lo spazio interno. Nonostante le dimensioni compatte infatti i progettisti sono riusciti a realizzare un abitacolo che oseremmo definire magico, grazie alla sua capacità di offrire uno spazio davvero sopra alle righe e un comfort eccezionale.

 

Più volte i progettisti italiani hanno dichiarato di essere partiti dall'interno nella progettazione della 500L e si vede. Con il suo tetto così alto, la monovolume italiana dentro non è solo incredibilmente ariosa ma anche davvero luminosa, grazie alle ampie superfici vetrate (a richiesta si può avere anche il tetto panoramico Skydome offerto a 1.000 euro), mentre i sedili risultano davvero comodi, anche per merito della possibilità di avere la regolazione lombare elettrica. Chi occupa la seconda fila ha spazio in quantità per le gambe, con la comodità di disporre di un pavimento piatto, mentre non mancano numerose tasche e pratici vani portaoggetti dove riporre gli oggetti di uso quotidiano.

fiat 500l living (39)
Gli interni della versione Lounge sono quelli più ricchi con sistema multimediale UConnect, clima automatico bizona e rivestimenti bicolore

7 posti? Una 5 posti con maxi-bagagliaio

Un discorso a parte va riservato per i due posti ricavati nel bagagliaio, peraltro offerti in via opzionale con un sovraprezzo di 750 euro. Prima di tutto occorre precisare che è la stessa Fiat a considerare la 500L Living non una sette posti a tutti gli effetti quanto piuttosto una 5+2, capace di ospitare con i due sedili supplementari al massimo persone che non superano un'altezza di 1,64 metri.

 

Questo significa che la Living è da considerare come un'auto comodissima per cinque passeggeri, che però rispetto alla 500L tradizionale, dispone di una maxi-bagagliaio, con all'occorrenza la possibilità di “dare uno strappo” ad uno o due passeggeri in più, meglio se bambini. I due piccoli sedili nel bagagliaio sono da considerare quindi come una soluzione aggiuntiva  o di emergenza, anche perché offrono solo 18 cm di altezza dal pavimento, obbligando a prendere posto rannicchiati su se stessi. Originale, infine, l'idea di delimitare la zona riservata ai piedi dei passeggeri della terza fila con una linea rossa e tanto di scritta “Do not cross”.

fiat 500l living (31)
Tanto lo spazio per chi occupa la seconda fila. Il divano posteriore è scorrevole, almeno sugli allestimenti più ricchi

Bagagliaio: difficile fare di meglio in 4,35 m

Il bagagliaio della 500L, insieme al suo magico abitacolo, è l'altro fiore all'occhiello della Living. La sua capacità di carico è pari a 560 litri in configurazione a cinque posti (la 500L non va oltre i 343 litri), ma può crescere abbattendo i sedili della seconda fila fino a raggiungere i 1.708 (1.310 litri il valore massimo della 500L), un valore da record per un'auto così compatta. La forma da monovolume ed il tetto alto rendono il bagagliaio inoltre molto ben sfruttabile, soprattutto in altezza.

UConnect e tanti accessori

La 500L Living rimane equipaggiata con l'ormai collaudato sistema multimediale Uconnect con display da 5 pollici (un po' piccolo rispetto agli standard di oggi), semplice da utilizzare, chiaro nella visualizzazione e capace di integrare in maniera efficace smartphone e riproduttori musicali grazie ai collegamenti Bluetooth, Aux e Usb.

La Living è da considerare come un'auto comodissima per cinque passeggeri, che però rispetto alla 500L tradizionale, dispone di una maxi-bagagliaio, con all'occorrenza la possibilità di “dare uno strappo” ad uno o due passeggeri in più, meglio se bambini

 

Si può avere anche il navigatore (400 euro), mentre sull'allestimento più ricco Lounge il climatizzatore automatico bizona viene offerto di serie, così come cruise control, fari automatici, sensori pioggia e parcheggio posteriori, volante regolabile in altezza e profondità, vetri elettrici posteriori e fendinebbia con funzione cornering. Un appunto invece va riservato al ruotino, che viene fornito solo in via opzionale (100 euro), in aggiunta al kit di riparazione, completamente inutile quando si squarcia uno pneumatico, per esempio contro un marciapiede.

fiat 500l living (7)
Con 1.100 euro in più si può avere la vernice metallizzata bicolore con tetto bianco

Dimensioni compatte, peso e sicurezza ok

Come abbiamo anticipato la Living è lunga (solo) 4,35 metri (4,15 la 500L), mentre la larghezza si ferma a quota 1,78 e l'altezza a 1,67. Invariato invece, rispetto alla cugina 500L, il valore di passo, pari a 2,61 m, mentre aumenta di 20 cm lo sbalzo posteriore.

 

All'anteriore la 500L Living sfrutta all'anteriore sospensioni di tipo MacPherson, con un posteriore a ruote interconesse, mentre il peso ferma l'ago della bilancia a 1.395 kg (con motore 1.6 diesel 105 CV), un valore assolutamente nella norma per una monovolume di queste dimensioni.

 

Di serie la Living offre tutti i dispositivi fondamentali per garantire un elevato standard di sicurezza, tra cui spiccano Abs, Esp, Hill holder, airbag frontali, laterali e a tendina (quelli per le ginocchia sono opzionali).

fiat 500l living (21)
Il sistema multimediale UConnect è molto chiaro semplice e completo. Il display da 5 pollici è un po' piccolo rispetto agli standar di oggi

Motorizzazioni: benzina, diesel e metano

Dopo un primo momento di lancio in cui erano disponibili solo alcune unità, oggi la 500L Living può dire veramente di offrire una vasta gamma di motorizzazioni. Si parte con il bicilicilindrico turbo benzina 0.9 TwinAir da 105 CV, offerto anche in versione da 85 CV a metano Natural Power, per arrivare ai più gettonati turbo diesel. Oltre al piccolo 1.3 MultiJet da 85 CV, oggi vengono offerti i più brillanti 1.6 MultiJet nelle versioni da 105 e 120 CV.

 

In particolare, il turbo diesel 1.6 MultiJet da 105 CV, protagonista del nostro test, è un quattro cilindri capace di sviluppare 320 Nm a 1.750 giri/min. Questa motorizzazione consente alla Living di scattare da 0 a 100 km/h in 11,8 secondi e di raggiungere una velocità massima di 181 km/h, a fronte di un consumo medio dichiarato pari a 4,5 l/100 km (emissioni 120 g/km). I motori a benzina TwinAir e i diesel MultiJet da105 e 120 CV sono dotati di un manuale a sei marce, mentre il più piccolo 1.3 diesel Multijet è abbinato a un manuale a cinque rapporti o in via opzionale all'automatico Dualogic.

Saliti a bordo la prima impressione è quella di trovarsi al volante di un'auto subito facile, accogliente e sopratutto comodissima

Le nostre impressioni di guida

Dopo la prima presa di contatto avvenuta in occasione della presentazione stampa, oggi ci concentriamo maggiormente sulla 500L Living equipaggiata con il motore turbo diesel MultiJet da 105 CV. Saliti a bordo la prima impressione è quella di trovarsi al volante di un'auto subito facile, accogliente e sopratutto comodissima. La posizione di guida ideale, facile da trovare anche per merito del volante regolabile in altezza e profondità, è decisamente turistica, piuttosto rialzata da terra, studiata per soddisfare i sempre più numerosi amanti della guida alta.

fiat 500l living (34)
I due sedili aggiuntivi ricavati nel bagagliaio sono adatti in situazioni di emergenza o per due bambini. Originale la scritta "Do not cross" che delimita lo spazio riservato ai piedi

 

Il quattro cilindri MultiJet prende vita e non fa troppi complimenti per nascondere la sua anima a gasolio. Al minimo infatti è avvertibile in maniera distinta il tipico “ticchettio” dei motori diesel, ma questo non fa della Living un'auto rumorosa, anzi. In città il motore Fiat si sente, ma non è mai troppo invadente, mentre alle alte velocità autostradali, con la sesta inserita, scompare quasi del tutto, coperto dai fruscii aerodinamici (un po' troppi per la verità, anche perché la superficie frontale in altezza e in larghezza non è trascurabile) e dal rumore di rotolamento degli pneumatici.

Scattante in città, pigra in ripresa. Bene il cambio a 6 marce

Il MultiJet da 105 CV è un motore corposo fin dai regimi più bassi, merito dell'abbondante coppia di 320 Nm disponibile già a 1.750 giri/min. Questo rende la 500L scattante e reattiva in città, mentre l'ottima elasticità di questo quattro cilindri diesel consente di limitare l'utilizzo della leva del cambio a sei marce, che comunque presenta innesti precisi, privi di impuntamenti e un'escursione non eccessivamente lunga. La rapportatura inoltre è  ben calibrata sullo stile di auto, riuscendo sempre a mantenere il numero di giri piuttosto basso, a tutto vantaggio dei consumi.

fiat 500l living (37)
Il maxi-bagagliaio della 500L Living da 560 litri

 

Il motore regala un buono spunto nelle partenze da fermo e offre il meglio di sé intorno ai 2.000-2.500 giri/min, mentre, come accade per i diesel di questa cubatura, è inutile spingere oltre i 3.000 giri/min perché a questo punto ha già espresso tutto quello che poteva in termini di prestazioni. La ripresa invece non è il punto di forza di questo motore, che fatica a risalire dai 1.500 giri oltre i 2.000, utilizzando la stessa marcia. Per un sorpasso quindi, meglio scalare.

Ottimi i freni, sterzo poco comunicativo

Il meglio la Living 1.6 MultiJet lo esprime ad andature costanti, con la sesta marcia inserita  quando fa venire a galla tutte le sue doti in termini di comfort. Il pedale della frizione risulta abbastanza morbido, così come lo sterzo, ideale per le manovre in città, dove si può anche utilizzare (fino a 50 km/h) il tasto city per renderlo ancora più leggero. Alle velocità più sostenute lo sterzo della monovolume Fiat diventa un po' meno comunicativo, rimanendo sempre molto leggero quando invece avremmo preferito un feeling più preciso e consistente.

Con il 1.6 diesel da 105 CV la monovolume torinese è vivace in città, silenziosa in autostrada e sempre poco assetata di carburante. Nel corso della nostra prova siamo riusciti ad ottenere una media di consumo pari a 6,4 l/100 km

 

Ottimi i freni, veramente efficaci anche nelle frenate di emergenza più impegnative, così come l'intervento di Abs ed Esp, sempre puntuali e giustamente invasivi, per mettere al riparo da qualsiasi rischio. L'assetto è naturalmente votato a garantire il massimo comfort dei passeggeri. La Living digerisce bene quindi dossi e imperfezioni del manto stradale e naturalmente non è un'auto a cui chiedere troppo, forzando il ritmo e la velocità. In questo caso infatti, considerata la mole dell'auto, è inevitabile il manifestarsi di fenomeni di rollio e un certo alleggerimento del retrotreno, anche se il monitoraggio costante dell'Esp mette al riparo da qualsiasi imprevisto.

fiat 500l living (5)
La Living mantiene inalterato quel design simpatico e vivace, con un tocco di gusto retrò, che ha decretato il successo della 500L

Consumi

I consumi, insieme all'incredibile spazio a bordo e alla comodità, sono l'altro punto di forza della Living 1.6 MultiJet da 105 CV. Con questo motore la monovolume torinese è vivace in città, silenziosa in autostrada e sempre poco assetata di carburante. Nel corso della nostra prova siamo riusciti ad ottenere una media di consumo pari a 6,4 l/100 km (15,6 km/l), un risultato lontano dai 4,5 dichiarati dal costruttore, ma comunque molto positivo per un'auto così spaziosa.

Conclusioni

La Fiat 500L Living, con la sua configurazione 5+2, è da considerare una monovolume con cinque posti veri più un maxi-bagagliaio, più che una vera sette posti. All'occorrenza sa offrire in ogni caso due sedili aggiuntivi “di emergenza”, mentre i suoi punti di forza rimangono un abitacolo magico, capace di regalare una spaziosità eccezionale in relazione ad una lunghezza di soli 4,35 m, e la grandiosa comodità. Molto buoni i consumi del 1.6 MultiJet da 105 CV, il motore ideale per la Living insieme alla variante da 120 CV.

Pregi

- Abitacolo enorme in relazione alle dimensioni esterne da compatta

- Bagagliaio maxi
- Consumi diesel 1.6 MultiJet 105 CV

Difetti

- Rumorosità motore alle basse velocità e troppi fruscii aerodinamici

- Sterzo troppo leggero alle alte velocità
- Ripresa un po' pigra
 

  1 di 53  
  • fuoripista, Ivrea (TO)

    abitacolo magico ...

    nessuna botola per oggetti lunghi , es sci o meglio schienalino centrale abbattibile , già presente sulla fiat idea peccato
Inserisci il tuo commento
Fiat
  • Fiat Automobiles S.p.A. Corso Giovani Agnelli, 200
    10135 Torino (TO) - Italia
    800 342 800   http://www.fiat.com

Altri su Fiat 500L Living

Nuovo: Fiat 500L Living

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Fiat 500L Living

Vedi tutti
Indietro Avanti