mostra aiuto
Accedi o registrati
primo test

Lexus RC F 2017: sportività premium alla giapponese [Video Primo Test]

-

Abbiamo testato la Lexus RC F 2017 sul tracciato spagnolo di Ascari, nel sud della penisola iberica. Motore V8 fenomenale, telaio molto comunicativo, anche se il cambio...

Ronda (SPA) – Metti una vettura sportiva, dal design unico, ma che ugualmente non rinuncia alla sua dose di classe. Metti una pista bella e tecnica, come il Circuito Ascari di Ronda, in Spagna, il cui disegno si ispira alle parti più iconiche dei tracciati del mondo. Metti anche un meteo non proprio amichevole che passa dal diluvio al sole primaverile nel volgere di un amen. A tutti questi ingredienti, aggiungete anche un istruttore come l’ex pilota di Formula 1, Jarno Trulli, ed il gioco è fatto. «Dai, andiamo a divertirci!» ci ammicca l’abruzzese, mentre in lontananza il cielo si fa nero come la notte, nonostante siano le 9 di mattina. Le prime gocce d’acqua bagnano lei, la Lexus RC F 2017, il motivo del nostro viaggio in questa regione della Spagna. Vediamo di conoscerla meglio, prima di lanciarci in pista.

Dal vivo: com’è fuori

Lunga 4,70 metri per quasi due di larghezza e 1,39 di altezza, la RC F mostra con estremo orgoglio le caratteristiche sportive che la differenziano rispetto alla versione di serie. Le tre lettere utilizzate per indicare il nome, infatti, significano Radical Coupé Fuji, con il chiaro riferimento al tracciato giapponese utilizzato dalla casa per sviluppare le proprie vetture ad alte prestazioni. Dotata di un look molto caratteristico, ha tratti distintivi che la rendono filante, nonostante sia molto “carica” di linee di design, particolare che tuttavia la differenzia notevolmente rispetto alla concorrenza e che contribuisce a donarle carattere. L’anteriore è dominato dalla presa d’aria a clessidra, con altre due griglie laterali necessarie per andare a convogliare aria per raffreddare il propulsore. La firma luminosa è al Led, mentre il cofano presenta un altro sfogo per l’aria calda in prossimità del motore. Lateralmente è impossibile non scorgere i cerchi da 19” dai quali si vedono nitidamente dischi dei freni da 380mm di diametro, oltre alle pinze marchiate Lexus. Al posteriore troviamo lo spoiler attivo, che si aziona autonomamente ad una velocità di 80 km/h, oltre ai gruppi ottici all’interno dei quali è presente la “L” di richiamo al marchio ed una doppia coppia di terminali di scarico ed un estrattore dall’effetto scenico.

Dal vivo: com’è dentro

L’abitacolo della Lexus RC F si presenta studiato ed ottimizzato per far emergere le caratteristiche sportive del modello. Abbiamo sedili riscaldabili e ventilati rivestiti in pelle nei quali è stato incorporato il poggiatesta. Sono comodi e contenitivi, oltre ad essere piacevoli alla vista. Per risparmiare sul peso, si è deciso di utilizzare una speciale schiuma per il riempimento in grado di adattarsi alle caratteristiche anatomiche dell’occupante. Per il resto, i materiali plastici ricoprono le altre parti della plancia, ad eccezione della parte sovrastante al cruscotto – in Alcantara – e dei rivestimenti laterali del tunnel centrale. Ricca ancora la presenza di tasti fisici, in contrasto con il display centrale sul quale sono proiettate tutte le funzioni del ricco sistema di infotainment, nel quale è stata implementata la possibilità di monitorare gli aspetti tecnici dell’auto, sino alle forze G laterali. Il volante multifunzione è anch’esso rivestito in pelle, e presenta i classici paddle dietro la corona: sono facili da raggiungere in ogni circostanza e danno l’impressione di ben rifinito e robusto, aspetto che non sempre si vede sulle auto della concorrenza. Il cruscotto è completamente digitalizzato: il richiamo alla Lexus LFA, gloriosa supercar progenitrice delle attuali vetture sportive del costruttore giapponese, è immediato. Nonostante sia un amante dei cruscotti analogici, devo ammettere che quello Made in Lexus è di pregevole fattura e non offre per nulla l’idea di essere all’interno di un videogames. Abbiamo, sulla destra, il tachimetro, mentre a sinistra fa la sua comparsa il sistema di monitoraggio del Torque Vectoring, per meglio capire come venga modulata e ripartita la forza motrice tra le due ruote posteriori.

Come si guida

La Lexus RC F è davvero una vettura in grado di regalare forti emozioni. Il suo motore V8 da 5.0 aspirato è capace di sprigionare ben 477 CV e 530 Nm di coppia. Con tali valori, lo scatto da 0 a 100 viene coperto in 4,5 secondi, con una velocità massima rilevata in 270 km/h. Tra le curve del tecnico circuito Ascari, questa Radical Coupé è parsa a suo agio. Nonostante il fondo viscido ed in continua evoluzione, è stato possibile togliersi diverse soddisfazioni: il propulsore spinge forte fin da subito, e con i controlli disinseriti ci si può davvero emozionare. La tenuta di strada è molto valida, ed è un piacere vedere come la motricità venga ripartita dall’avanzato Torque Vectoring di Lexus, il cui funzionamento è ben chiaro grazie alla rappresentazione grafica del cruscotto.

Il telaio – derivato dalla IS – ha subito delle migliorie: l’uso dell’alluminio gli consente di essere particolarmente leggero ma altrettanto rigido, e si dimostra molto comunicativo anche in fase di trasferimento di carico sia sui lunghi curvoni in appoggio che nelle brusche frenate alle alte velocità.

Il cambio automatico ad otto rapporti marchiato Aisin, forse, è l’aspetto che meno ha convinto dell’intero pacchetto: quando si vuole forzare davvero con le scalate, entra in protezione ma, ciononostante, si dimostra adatto al tipo di vettura.

Il sound, invece, è un vero punto di forza. Quando tiriamo fino a vedere il rosso sul contagiri – fissato a 7.300 rpm – l’abitacolo è letteralmente invaso dal rombo del micidiale V8. In fase di cambiata e di scalata, poi, si sentono delle vere cannonate provenire dai terminali di scarico, particolare di tutto rispetto che contribuisce ad accrescere e non di poco la godibilità complessiva di questa RC F.

Conclusioni

La Lexus RC F si rivolge a tutti coloro che non si accontentano della “solita” tedesca ipervitaminizzata. È un’auto che sa far divertire e si fa apprezzare nella guida in circuito – e non avrebbe potuto essere altrimenti. Con un prezzo di partenza di 88.500 euro, si dimostra in linea con la diretta concorrenza. Perché non darle una possibilità?

Pregi e difetti

  • Sound del motore – Immediatezza dello sterzo – Valida guidabilità complessiva
  • Cambio non fulmineo – Tettuccio basso per le persone alte

 

  1 di 37  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Lexus RC
Maggiori info
Lexus
  • Toyota Motor Italia S.p.A. Via Kiiciro Toyoda, 2
    00148 Roma (RM) - Italia
    800 100 131   http://www.lexus.it