mostra aiuto
Accedi o registrati
rivoluzione

Alfa Romeo Giulia: il Biscione è tornato alla gloria [tutte le foto e i dettagli]

-

Vi mostriamo in anteprima assoluta le prime foto dell'Alfa Romeo Giulia, che inaugura una nuova era per la Casa del Biscione

Alfa Romeo Giulia: il Biscione è tornato alla gloria [tutte le foto e i dettagli]

Pochi istanti fa, è stata svelata in la nuova Alfa Romeo Giulia. La vettura, recante il mitico Quadrifoglio Verde, rappresenta la massima espressione della “meccanica delle emozioni”, per descriverla usando parole dei suoi creatori. A cominciare dagli esterni, che si presentano aggressivi e filanti, notiamo come la cura dei dettagli non sia frutto del caso. La nuova Giulia vanta il coefficiente aerodinamico migliore della categoria, fattore che la rende naturalmente deportante. Sul frontale, l'ormai celeberrimo trilobo si profila ancora rinnovato, con il nuovo logo Alfa Romeo che fa bella mostra di sé.

alfa romeo giulia 2016 (8)
Stile aggressivo ed elegante, motori potenti: bentornata Alfa

 

Ad un primo sguardo, si notano le generose dimensioni dei freni, realizzati in materiale carboceramico, i quali offrono ben più di un'idea dello spirito sportivo di cui la Giulia 2015 è permeata. Calandoci nell'abitacolo, possiamo notare la cura cui cui il legno, gli inserti in carbonio e la pelle siano stati inseriti offrendo sensazioni di comfort ed eleganza, senza tuttavia mai distrarre il guidatore dal piacere di guida, vera bandiera della nuova Alfa Romeo Giulia.

 

È il guidatore il centro del mondo della vettura, ed è a lui che tutte le attenzioni sono rivolte. All'interno del volante, infatti, sono racchiusi praticamente tutti i comandi necessari. Solamente due sono i selettori presenti in plancia: l'Alfa DNA ed il comando dell'infotainment.

Motore in linea con lo spirito Alfa Romeo

Non sarebbe una vera Alfa Romeo se questa Giulia non vantasse prestazioni sportive, cosa che puntualmente avviene. A spingere l'auto è un V6 biturbo in alluminio, realizzato in collaborazione con Ferrari, capace di erogare 510 cavalli, che fanno letteralmente schizzare la Giulia nello scatto da 0-100 km/h in appena 3.9 secondi.

 

Interessante la tecnologia Torque Vectoring: il differenziale posteriore, grazie alla doppia frizione, può controllare separatamente la coppia di ciascuna ruota. Debutto per l'Integrated Brake System, un sistema elettromeccanico che unisce il servofreno al controllo della stabilità, garantendo – oltre ad una valida distrubuzione dei pesi – anche un'eccellente risposta del pedale del freno.

 

Eccola. La nuova Alfa Romeo Giulia 510 CV. Da 0 a 100 in 3,9 secondi.#AEROPLANO ALFA ROMEO - The official page

Posted by AutoMoto.it on Mercoledì 24 giugno 2015

 

Chassis Domain Control: il "cervello" della nuova Giulia

Se il motore, per tradizione, può essere definito il cuore della vettura, per la nuova Giulia il cervello è rappresentato dal Chassis Domain Control, che assegna a ciascun componente elettronico un preciso ruolo per ottimizzare il piacere di guida. Importante introduzione rappresenta una miglioria effettuata lavorando sul selettore DNA. Oltre alle modalità Dynamic e Neutral, viene aggiunta l'Advanced Efficient, una modalità a risparmio energetico. Non poteva mancare, infine, la modalità Racing, per spingere estrarre ogni minima performance dalla Giulia 2015.

Il V6 biturbo in alluminio è realizzato in collaborazione con Ferrari

 

La distrubuzione dei pesi è perfettamente divisa tra asse anteriore e posteriore, con il famoso 50 : 50. Al retrotreno è stato sviluppato una soluzione sospensiva multilink, mentre per l'avantreno si è optato per una sospensione a doppio braccio oscillante, con asse di sterzo semi-virtuale, in grado di ottimizzare le sensazioni dello sterzo, garantendo un'impronta a terra che i tecnici definiscono perfetta.


 

Il primo video ufficiale della nuova Alfa Romeo Giulia.#spaziale ALFA ROMEO - The official page

Posted by AutoMoto.it on Mercoledì 24 giugno 2015
  1 di 57  
  • alfalf55, Vaprio d'Adda (MI)

    x rikyzf

    sicuramente ne venderanno tante proprio in Germania, perché se si
    spera sul mercato nazionale buonanotte.
    Ormai si vedono ben poche targhe nuove siamo alla lettera E da 4 anni
    prima le facevano fuori in 3 mesi.
    Bei tempi perduti.
    Comunque in Germania o in Burundi spero ne vendano tante per i
    lavoratori.
    L' auto non è brutta, però potevano fare molto meglio.
  • lorenz753344, Santarcangelo di Romagna (RN)

    SOMIGLIANZE

    Complilenti, dopo 30 commenti questa nuova macchina dovrebbe assomigliare nell'ordine a:
    bmw serie 3/5
    alfa 156/159
    audi a4
    jaguar
    maserati
    alfa 147 strafatta
    subaru legacy
    lexus
    kia optima k5

    Molta fantasia ragazzi!
Inserisci il tuo commento