F1, Leclerc: "Fino alla bandiera rossa era stata una buona gara"

F1, Leclerc: Fino alla bandiera rossa era stata una buona gara
  • di Massimiliano Amato
Charles Leclerc non è contento per il settimo posto nel Gran Premio dell'Arabia Saudita, mentre Carlos Sainz è convinto che poteva arrivare quinto senza l'errore nelle qualifiche
  • di Massimiliano Amato
5 dicembre 2021

Ai microfoni di Sky Sport F1, Charles Leclerc non ha nascosto la sua delusione per il settimo posto nel Gran Premio dell'Arabia Saudita, che fino alla bandiera rossa l'aveva visto saldamente quarto, con possibilità di salire sul podio vista come è andata la gara.

“La prima parte di gara è stata veramente buona il passo era veramente veloce. Dopo c’è stata la Safety Car e ho pensato che finalmente avevamo avuta un po’ di fortuna. Ovviamente tre giri dopo hanno messo la bandiera rossa“.

Il monegasco spiega le difficoltà che ha avuto dopo la seconda partenza. “Ho perso tre posizioni in quella situazione e poi ho fatto veramente fatica con le hard. Ad ogni restart perdevo posizioni. Nell’ultimo stint, con pista libera ho provato a fare la differenza con il passo. Ma questa è una pista in cui è difficile sorpassare. Ho perso con la hard al restart e ho provato a recuperare ho finito settimo, ma oggi c’era il potenziale per fare molto di più. Quello è il lato positivo, ma ovviamente non sono contento del settimo posto”.

Carlos Sainz sempre a Sky Sport F1, ha dichiarato che senza l'eliminazione in Q2 poteva finire tra i primi cinque ed è dispiaciuto per aver perso il duello con Charles Leclerc negli ultimi giri.

"E' stata una gara dura a livello fisico e mentale con le due bandiere rosse, fortunatamente sono allenato. Ho fatto la gara all'attacco e di questo sono soddisfatto. Oggi era una gara da top 5 senza l'errore di ieri, sono contento della rimonta. Peccato per il settimo posto perso alla fine, ma posso dire che è stata una giornata positiva"

Ultime da Formula 1