Formula 1 2017

Formula 1 2017, test Barcellona Day 4: Raikkonen davanti a tutti

-

Miglior tempo per Kimi Raikkonen nella giornata conclusiva della prima tranche di test invernali a Barcellona. Il finlandese ha preceduto Verstappen e Palmer

Formula 1 2017, test Barcellona Day 4: Raikkonen davanti a tutti

La prima sessione di test invernali a Barcellona in vista della stagione 2017 di Formula 1 si è conclusa con un nuovo acuto della Ferrari: a cogliere il miglior tempo è stato Kimi Raikkonen. 1'20"872 è il crono ottenuto dal pilota finlandese con pneumatici soft. Il campione del mondo 2007 ha preceduto l'alfiere della Red Bull, Max Verstappen, staccato di nove decimi a parità di gomma, e Jolyon Palmer, della Renault, sempre con pneumatici soft. 

La Ferrari continua a convincere in quel di Montmelò, inanellando prestazioni che suggeriscono una buona competitività della SF70H, vettura della scuderia di Maranello per la stagione 2017. Sebbene sia ancora presto per trarre conclusioni, la Rossa è la sorpresa positiva di questa prima tranche di prove.

La giornata di lavoro al Circuit de Catalunya oggi si è divisa in due fasi. In mattinata i team hanno saggiato gli pneumatici da bagnato Pirelli, le Cinturato blu - full wet - e le Cinturato verdi, intermedie: la pista è stata irrigata artificialmente prima dell'inizio della sessione, in modo da consentire questa prova.

I piloti che si sono cimentati nelle prove sul bagnato, tra cui Raikkonen e Verstappen, hanno colto tempi intorno all'1'40 con le full wet. È stato proprio l'olandese, poi, ad ottenere il miglior tempo con le intermedie, 1'29"867.

Una volta asciugatosi l'asfalto, dopo un'ora circa, gli alfieri in lizza hanno cominciato ad utilizzare pneumatici da asciutto, cominciando dalle soft. Lo stesso copione si è ripetuto subito dopo la pausa pranzo, durante la quale la pista di Montmelò è stata nuovamente irrigata. 

Quarto tempo per Romain Grosjean, della Haas Racing, in grado di superare quota 100 giri; seguono il nostro Antonio Giovinazzi, al volante della Sauber C36, e pilota della Force India, Sergio Perez. Ad ottenere il settimo crono di giornata è stato l'alfiere della McLaren, Stoffel Vandoorne: il belga ha percorso oltre 60 giri. Il miglior tempo di Vandoorne è un 1'22"576; il campione di GP2 nel 2015 ha accusato un ritardo di un secondo e mezzo da Raikkonen pur avendo usato le gomme ultrasoft. 

Ottava posizione per il pilota della Mercedes, Valtteri Bottas. Il compagno di squadra del finlandese, Lewis Hamilton, sarebbe dovuto scendere in pista stamani, ma non ha partecipato alla sessione per via un inconveniente elettrico occorso sulla sua W08. Bottas è subentrato al vicecampione del mondo in carica a 15 minuti dalla pausa pranzo e ha poi continuato il lavoro nel pomeriggio. Segue l'alfiere della Renault, Nico Hulkenberg. 

Grande assente di giornata è la Williams: la scocca della FW40 portata a Barcellona si è compromessa nell'incidente occorso a Stroll nella giornata di ieri. I danni sono risultati troppo gravi per consentire a Felipe Massa di girare oggi. La scuderia di Grove, quindi, non ha avuto modo di raccogliere dati sul comportamento degli pneumatici da bagnato Pirelli.

Non è andata meglio alla Toro Rosso: la scuderia di Faenza è stata costretta alla sostituzione della power unit sulla STR12. I due piloti del team, Daniil Kvyat e Carlos Sainz, non hanno colto alcun tentativo lanciato. 

 

  • Maury1953, Serravalle Di Repubblica Di San Marino (RSM)

    Se il buon giorno si vede dal mattino....pare che sia veramente nata bene (finalmente...) questa Ferrari ? Parrebbe proprio di SI -ed è quello che tutti poi speriamo -anche per vivacizzare un po'lo spettacolo (abbastanza noioso, diciamolo) che negli anni la F1 purtroppo offre. (...mentre con le 'cugine' a 2 ruote è davvero tutt'altra cosa..). Fatte le dovute'misure'ai tempi che si son visti (dato poi che si tratta solamente dei primi test) un applauso in più da parte mia va fatto al bravissimo Kimi Raikkonen, che si dimostra sempre velocissimo ed realmente'appassionato'...altro che 'usato' garantito o da pensione: credo che quest'anno lui e Vettel si toglieranno certamente qualche soddisfazione in più...(del resto far meglio del 2016 è un obbligo per la Ferrari).
Inserisci il tuo commento