WTCR

WTCR, cancellato il weekend di gara in Ungheria

-

Il Coronavirus ferma anche il WTCR: cancellato il weekend di gara in Ungheria, in programma dal 24 al 26 aprile. Avrebbe aperto la stagione 2020 del mondiale Turismo

WTCR, cancellato il weekend di gara in Ungheria

Il weekend di gara inaugurale della stagione 2020 del WTCR in Ungheria si aggiunge all'ormai lunga lista di cancellazioni dovute al Coronavirus. Il Mondiale Turismo ha ufficializzato l'annullamento dell'evento, previsto dal 24 al 26 aprile prossimo, dopo la decisione da parte del governo locale di bandire le manifestazioni che coinvolgono più di 500 persone fino a data da destinarsi. 

Eurosport Events, società organizzatrice del WTCR, ha fatto sapere che non sarà possibile posticipare l'evento in un altro slot, per cui il weekend di gara è annullato a tutti gli effetti. L'appuntamento in Ungheria è tra i più seguiti in termini di pubblico per il WTCR, visto che uno dei piloti di maggior successo, il campione del mondo in carica Norbert Michelisz, è di nazionalità magiara.

Per non perdere due gare valide ai fini del campionato WTCR, si è deciso di raddoppiare l'impegno in occasione del weekend in programma ad Aragon, in Spagna, dal 3 al 5 luglio prossimi, con quattro corse in totale nel fine settimana. A rischio sono però anche le gare al Nürburgring in programma a fine maggio e quelle in Slovacchia ad inizio giugno.

Una soluzione per sopperire all'eventuale cancellazione di questi eventi sarebbe l'aggiunta di una terza gara ai fine settimana in Portogallo, Austria, Cina e Corea del Sud, in programma da giugno ad ottobre. In questo modo, si riuscirebbe a mantenere il programma originale del calendario in termini di numero di corse, venti. 

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento