Salone di Ginevra

Salone di Ginevra, salta l'edizione 2022

-

L'edizione 2022 del Salone di Ginevra è stata ufficialmente cancellata: tutto rinviato al 2023

Salone di Ginevra, salta l'edizione 2022

L'edizione 2022 del Salone di Ginevra non s'ha da fare: gli organizzatori del GIMS ne hanno annunciato ufficialmente la cancellazione, citando come motivazione le conseguenze sul settore automotive legate alla pandemia. Si tratta, si legge nella nota diffusa alla stampa, di una decisione presa "nell'interesse dei costruttori e degli estimatori di automobili". A pesare sono sia le conseguenze diretta della pandemia, come le restrizioni ai viaggi per gli espositori, i visitatori e i giornalisti, che quelle indirette, come la crisi dei chip. Contingenze che hanno portato i costruttori ad avere nuove priorità, e ad annullare la propria partecipazione. Viste le tante defezioni importanti, si è deciso di posticipare il tutto al 2023. 

"Abbiamo cercato in tutti i modi di organizzare il Salone di Ginevra nel 2022 - spiega Maurice Turrettini, presidente del Comité permanent du Salon international de l'automobile -. Nonostante i nostri sforzi, dobbiamo affrontare la dura realtà: la situazione pandemica non è ancora sotto controllo, e rappresenta una minaccia molto forte per un evento come il GIMS. Noi, però, vediamo questa decisione come un rinvio, e non una cancellazione. Sono fiducioso del fatto che il Salone di Ginevra tornerà più forte che mai nel 2023".

  • quagliodromo, Telgate (BG)

    Ahia! La vedo male per il futuro di questo salone che è stato per anni il più importante d'Europa. Ormai le Case si stanno abituando alle presentazioni online.
    Vorrei capire però se si tratta veramente di "rischio Covid" o se siamo di fronte ad un periodo di stasi del settore. I recenti proclami sull'elettrificazione magari hanno scompigliato pesantemente le carte sui tavoli dei progettisti?
Inserisci il tuo commento