mostra aiuto
Accedi o registrati
#AMboxing

Peugeot 308 GTi by Peugeot Sport | Test drive #AMboxing

-

Sembra una tranquilla 308, ma sotto il vestito nasconde una meccanica molto performante

L'acronimo GTi abbinato a Peugeot evoca sempre ricordi fantastici per i nostalgici degli anni '80: la sigla è quella della sportiva stradale più famosa di sempre in Italia, la 205 GTi, capostipite di una famiglia che oggi è rappresentata dalle 208 e 308 GTi. Quest'ultima ad oggi è la Peugeot più potente e veloce disponibile in gamma, che nasce come risposta francese alle hot hatch più gettonate come Golf GTI o Leon Cupra.

Dal vivo: com'è fuori

Se non fosse per la carrozzeria bicolore esclusiva della versione da 270 CV (c'è anche la 250 CV per evitare il superbollo), questa segmento C lunga 4,25 metri si potrebbe scambiare per una 308 standard se acquistata con una delle altre sei tinte unite disponibili.

La differenza la fanno i dettagli, come ad esempio i fari anteriori adattivi con luci diurne a led (ma a punti luminosi invece del “baffo” continuo che ormai è uno standard), il doppio terminale di scarico o i grandi cerchi da 19”. Il concetto è quello americano di vettura “sleeper”, un tipo di auto sportiva che vista da fuori si dà poche arie, ma che regala grandi soddisfazioni se guidata con verve.

Dal vivo: com'è dentro

Spazioso e comodo è l'abitacolo, dove il posto guida con volante molto piccolo e la strumentazione posizionata più in alto del comune (Peugeot chiama questa configurazione “i-Cockpit”) crea un'ottima confidenza con la vettura. Sulle prime bisogna un po' farci l'abitudine, ma diventa una caratteristica coinvolgente una volta trovata la corretta posizione. 

Ottima la capacità del bagagliaio, superiore alla concorrenza: il volume è di 420 litri, che possono diventare ben 1.300 abbattendo i sedili posteriori. Delude un po' la regolazione del flusso d'aria del climatizzatore: per regolarlo bisogna selezionare una schermata apposita del sistema di infotainment. Un comando più “old school” come una manopola o una levetta risulterebbe molto più pratico.

Come si guida

Il 1.600 THP turbo da 270 CV e 330 Nm di coppia massima vanta una potenza in termini di rapporto potenza/cilindrata di 169 CV/l addirittura non lontano da quello di una Ferrari 488. E' molto evoluto rispetto a quello della 208 GTi, rispetto al quale cambiano molti componenti vitali come albero motore e pistoni e bielle, tanto per citarne alcuni.

La differenza principale rispetto alla 250 CV è la presenza del differenziale autobloccante Torsen, che aiuta e di molto a trasferire la potenza sull'asfalto e crea un mix coinvolgente insieme all'assetto piuttosto rigido e all'appoggio in curva superiore rispetto alle 308 standard per via di un reparto sospensioni profondamente rivisto in funzione delle prestazioni.

Il peso ridotto a 1.205 kg con la nuova piattaforma EMP2 permette di ottenere uno scatto 0-100 km/h in soli 6 secondi. L'impressione è che si potrebbe fare anche meglio con un cambio a doppia frizione, che però non è previsto. Quello manuale a 6 rapporti offre comunque un ottimo mix tra comfort e sportività, anche se la corsa degli innesti potrebbe essere un po' meno lunga. 

Ottimi i consumi, con una media da noi rilevata di 12,5 km/l che fanno del 1.6 THP uno dei motori turbo benzina più efficienti, anche in questa versione esasperata. Un appunto si potrebbe muovere al sound, che è stato fin troppo ovattato e che qualcuno potrebbe preferire un po' più presente. E' una scelta in favore del comfort, alla quale si può ovviare premendo il tasto “Sport” sul tunnel che amplifica il suono della meccanica attraverso gli altoparlanti dell'impianto hi-fi, una soluzione che ormai adottano molte vetture sportive anche di categoria superiore per stare entro i limiti di rumorosità ammessa senza pregiudicare la “musica” che ogni appassionato di guida sportiva ama ascoltare. Peccato solo che risulti un po' artificiale. 

Prezzo

Con un prezzo di listino di 35.150 euro, la Peugeot 308 GTi 270 CV è allineata alla concorrenza. Per risparmiare 2.500 euro e qualcosina come detto sul superbollo si può optare per la 250 CV da 32.650 euro, tenendo però presente che si deve rinunciare al differenziale autobloccante che rappresenta buona parte del gusto nella guida della sportiva francese.

In conclusione

Alla 308 GTi i progettisti transalpini hanno impresso alla lettera il carattere di “gran turismo”, ovvero quello di una vettura sobria e comoda adatta ad un utilizzo familiare, ma capace di andare fortissimo. In suo favore ci sono anche i consumi piuttosto ridotti in relazione a cavalli.

Pregi e difetti

  • Prestazioni ottime – Consumi relativamente ridotti - Spaziosità
  • Il tasto “Sport” non ha alcun effetto su sterzo e sospensioni – Corsa del cambio leggermente lunga – Il flusso d'aria del climatizzatore si regola da una schermata dello schermo touch: è scomodo
  1 di 55  

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 308
Maggiori info
Peugeot