video primo test

Peugeot 208 GTI restyling (208 CV) [Video Primo Test]

-

Ad un prezzo di 22.900 euro, la Peugeot 208 GTI offre un pacchetto di assoluto rilievo, a cominciare dal propulsore da 208 CV, oltre ad una valida dinamica di guida. Peccato per qualche plastica di troppo...

La Peugeot 208 GTI restyling rispecchia alla perfezione il DNA della casa del Leone. Per il marchio francese, infatti, questa sigla è sinonimo di sportività, performance e stile, elementi che caratterizzano questa segmento B tutto pepe.

Dal vivo: com’è fuori

Il restyling offre nuova linfa alla 208 GTI. All’anteriore abbiamo la classica bocca della 208 con il pregevole inserto di una scacchiera cromata, con profili che arricchiscono anche le luci fendinebbia. Lateralmente abbiamo nuovi cerchi in lega da 17” dai quali si scorge una pinza a monopompante, mentre è pregevole la minigonna che conferisce un look più sportivo. Sportività che viene accentuata anche dalla presenza, al posteriore, di un profilo aerodinamico superiore, mentre nella parte bassa abbiamo il terminale di scarico con finitura trapezioidale.

Dal vivo: com’è dentro

Diciamolo subito: dato che la 208 GTI è disponibile unicamente nella configurazione a 3 porte, l’abitabilità posteriore – almeno per i passeggeri più ingombranti – sarà quindi un po' sacrificata. L’anteriore, al contrario, si rivela molto confortevole, con una vena di sportività che lo contraddistingue in maniera netta dalla versione standard.

L’iCockpit di prima generazione arreda bene l’abitacolo, con il piccolo volante rivestito in pelle impreziosito dal badge GTI inserito in corrispondenza delle ore 6. Centralmente abbiamo il display dell’infotainment rivestito in piano black – particolare di pregio – mentre non ci hanno convinto molto le plastiche della parte superiore. Ottima la comodità offerta dai sedili, che si rivelano essere molto avvolgenti grazie a delle sponde davvero contenitive, anche per i guidatori oversize.

Venduta ad un prezzo di 22.900 euro, la Peugeot 208 GTI restyling rimane fedele al concetto di sportività veloce offerto dal marchio del leone.

Come si guida

Questa non è la versione più estrema della 208: chi non volesse badare a compromessi, può optare per l’esclusiva by Peugeot Sport che, a differenza dell’auto oggetto della nostra prova, si presenta con una verniciatura bicolor, oltre all’aggiunta – non di poco conto – di un autobloccante anteriore, fattore che la rende più agile e corsaiola. Intendiamoci, “questa” 208 GTI non è per nulla una vettura adatta ad una famiglia allargata: la sua indole è corsaiola, ed il propulsore quattro cilindri turbo da 1.6 litri a benzina con valori di potenza di 208 CV e 300 Nm di coppia massima le fa raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo in 6,5 secondi, prima di toccare una velocità massima di 230 km/h. Rispetto alla sorella più pepata, quindi, si dimostra più docile ed accondiscendente, meno nervosa, più stabile e più adatta ad un utilizzo quotidiano. Il tutto, poi, unito ad una percorrenza media di 14-16 km con un litro di benzina. Non male, per un’auto che pesa oltre 11 quintali.

Conclusioni

Venduta ad un prezzo di 22.900 euro, la Peugeot 208 GTI restyling rimane fedele al concetto di sportività veloce offerto dal marchio del leone. Rapida, scattante il tanto che basta e bella briosa, è un’auto adatta a chi vuole provare emozioni alla guida, senza tuttavia sacrificare eccessivamente il confort nelle tratte quotidiane.

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento
Altri su Peugeot 208
Modelli top Peugeot
Maggiori info
Peugeot