F1, GP Canada 2022: vince Verstappen. Sainz secondo

Pubblicità
  • di Massimiliano Amato
Max Verstappen vince il Gran Premio del Canada 2022 di Formula 1 davanti a Carlos Sainz. Sul gradino più basso del podio Lewis Hamilton, quarto George Russell, Charles Leclerc è quinto, ritirato Sergio Perez
  • di Massimiliano Amato
19 giugno 2022

Montréal sorride alla Red Bull: ad imporsi nel Gran Premio del Canada, nona prova del mondiale 2022 di Formula 1, è stato Max Verstappen. Quella in terra canadese è la ventiseiesima vittoria in carriera e la sesta stagionale per l'olandese, che rafforza la leadership nella classifica piloti. Verstappen è stato perfetto negli ultimi giri quando è riuscito a difendersi da Carlos Sainz, che ha provato fino alla bandiera a scacchi ad attaccarlo, ma si è dovuto accontentare della seconda posizione. Torna sul podio Lewis Hamilton terzo, davanti al compagno di squadra George Russell. Bella rimonta per Charles Leclerc quinto  nonostante abbia faticato in trazione con la F1-75 e un pit stop molto lento. Delusione per Fernando Alonso che era in lotta per il podio fino al primo stint, ma ha tagliato il traguardo settimo dietro a Esteban Ocon per la strategia sbagliata dell'Alpine.

Ottimo spunto in partenza di Verstappen: scattato dalla pole position, ha preso la testa della corsa davanti ad Alonso, Sainz e Hamilton. Grazie ad una serie di giri veloci, Verstappen è riuscito ad allungare con Sainz che supera Alonso e si lancia al suo inseguimento, mentre Hamilton perde contatto e Leclerc inizia la sua rimonta passando Gasly. Sainz con pista libera inizia a girare sul passo di Verstappen, con il quale dà vita ad una sfida a distanza per la miglior prestazione della gara.  Il primo colpo di scena è il ritiro di Perez nel corso del nono giro per la rottura della power unit, e viene applicata la procedura della virtual safety car. Verstappen ne approfitta per fare il pit stop insieme ad Hamilton con Sainz ed Alonso che continuano. Verstappen si libera immediatamente di Alonso e va alla caccia di Sainz, invece Leclerc risalito fino alla dodicesima posizione si ferma, non riuscendo ad attaccare Bottas e Albon soffrendo in trazione al tornantino.  Sainz continua ad avere dei tempi vicini a quelli di Verstappen con gomme usate, ma quando anche Schumacher è costretto al ritiro, prova ad approfittare della virtual safety car per fare la sosta. Lo spagnolo è sfortunato e quando entra ai box la gara riparte, e torna in pista terzo dietro ad Alonso.

Sainz dopo essere riuscito a tenere dietro Hamilton, non perde tempo e passa Alonso, con Verstappen che ha un vantaggio sullo spagnolo di nove secondi. Leclerc grazie ai pit stop entra in zona punti, ma come in precedenza non ha trazione all'uscita del tornantino per superare Ocon, e perde molto tempo, invece Alonso a cui l'Alpine ha fatto ritardare troppo il pit stop, esce dalla lotta per il podio. Sainz sfrutta le gomme più fresche di Verstappen per ridurre il distacco sotto i sette secondi a metà corsa. Invece Leclerc non riesce ad attaccare Ocon e va ai box per la sosta, che però è molto lento e rientra in pista alle spalle del trenino Ricciardo, Tsunoda, Zhou, Stroll.  Il monegasco cerca di ricostruire la sua gara superando subito Ricciardo e Tsunoda, mentre Sainz torna leader della gara con Verstappen che fa la sosta. L'olandese torna in pista dietro al rivale Hamilton che gli lascia strada andando a fare il pit stop. La gara si riapre quando Tsunoda va a muro ed entra in pista la safety car, con Sainz che ne approfitta per andare ai box per cambiare le gomme.

Quando la safety car torna ai box e la gara riparte le Ferrari si scatenano, con Sainz che mette pressione a Verstappen, e Leclerc che con due sorpassi bellissimi supera le Alpine di Alonso e Ocon. Verstappen grazie alla superiorità sul dritto della RB18 sulla F1-75 riesce a non farsi attaccare da Sainz, che non riesce a prendere la scia all'olandese. Leclerc con pista libera inizia a girare più forte di Russell, mentre prosegue il duello Verstappen-Sainz, che continua fino alla bandiera a scacchi. Quando Sainz per cercare di stare più vicino possibile al pilota della Red Bull commette un piccolo errore, Verstappen allunga e va a conquistare la sua prima vittoria in Canada, che gli permette di andare in fuga nel mondiale. Alle loro spalle sul gradino più basso del podio Hamilton che nella sua Montreal si prende il secondo podio del 2022 e si aggiudica il duello con Russell. L'inglese è riuscito a tenere dietro Leclerc, che si accontenta di aver recuperato quattordici posizioni rispetto alla partenza e di limitare i danni in campionato. Sesto Ocon che precede Alonso, il quale ha rallentato nel finale riuscendo a difendere la settima posizione su Bottas ottavo. Completano la top ten Guanyu Zhou che conquista la prima zona punti in Formula 1, e Lance Stroll autore di una buona prestazione nella gara di casa. Male le McLaren con Daniel Ricciardo undicesimo e Lando Norris quindicesimo. Fra i due piloti del Team di Woking Sebastian Vettel, Alexander Albon e Pierre Gasly, con Nicholas Latifi e Kevin Magnussen che chiudono la classifica. 

La corsa minuto per minuto

21.39 Max Verstappen vince il Gran Premio del Canada 2022 di Formula 1 !

21.38 Ultimo giro.

21.37 Sainz si fa vedere negli specchietti da Verstappen.

21.35 Sainz è sempre vicinissimo a Verstappen ma non riesce a prendergli la scia in rettilineo.

21.33 Cinque giri al termine.

21.32 Stroll supera Ricciardo ed entra in zona punti.

21.31 Sainz fa il giro veloce e si riavvicina a Verstappen.

21.30 Leclerc guadagna un secondo a Russell.

21.29 Verstappen mette fuori dalla zona DRS Sainz.

21.28 Sainz continua a mettere pressione a Verstappen.

21.27 Leclerc al tornantino supera Ocon.

21.26 Leclerc attacca Ocon ma va lungo alla chicane.

21.25 Sainz si avvicina a Verstappen che allunga sul dritto.

21.24 Leclerc supera Alonso e conquista la sesta posizione.

21.23 Sainz fa un altro giro veloce ed è vicinissimo a Verstappen.

21.23 Zhou supera Vettel e sale in nona posizione.

21.22 Giro veloce di Sainz che riduce il distacco da Verstappen ad otto decimi.

21.20 Verstappen prova a staccare Sainz. Leclerc si avvicina ad Alonso.

21.19 La gara riparte.

21.17 La safety car tornerà ai box al termine di questo giro.

21.10 Pit stop per Alonso, Ocon e Bottas.

21.09 Sainz ne approfitta per andare a fare il pit stop. Lo spagnolo rientra in pista dietro a Verstappen.

21.08 Entra in pista la safety car.

21.08 Tsunoda a muro nel primo settore.

21.07 Leclerc sfrutta il pit stop di Stroll per conquistare l'ottava posizione.

21.06 Sainz perde quattro decimi da Verstappen che riduce il distacco ad otto secondi.

21.06 Leclerc supera Zhou e sale in nona posizione.

21.05 Giro veloce di Hamilton.

21.04 Pit stop per Russell.

21.03 Leclerc supera Tsunoda e rientra in zona punti.

21.02 Verstappen passa Hamilton che va ai box per la seconda sosta.

21.02 Leclerc supera Ricciardo.

21.01 Verstappen esce dai box dietro ad Hamilton.

21.01 Pit stop per Verstappen. Sainz torna leader della gara.

21.00 Verstappen dice al suo ingegnere che le gomme stanno crollando.

20.59 Sosta molto lenta per Leclerc che rientra in pista dietro al trenino Ricciardo, Tsunoda, Zhou, Stroll.

20.59 Pit stop per Leclerc. I meccanici Ferrari gli montano le medie.

20.57 Sainz guadagna mezzo secondo e riduce a 6.4 il distacco da Verstappen.

20.56 Verstappen perde altri due decimi da Sainz.

20.53 Leclerc via radio dice che non riesce a superare Ocon.

20.51 Leclerc è sempre alle spalle di Ocon. Sainz è a 7.6 da Verstappen.

20.47 Sainz riduce ad otto secondi il distacco da Verstappen.

20.46 Leclerc si fa vedere negli specchietti da Ocon ma poi alza il piede.

20.42 Leclerc via radio si lamenta che non ha trazione.

20.42 Pit stop per Alonso. Hard per lui che rientra in pista alle spalle di Ocon e Leclerc.

20.41 Ocon grazie alla velocità di punta dell'Alpine tiene dietro Leclerc.

20.40 Leclerc è sempre vicinissimo ad Ocon.

20.39 Giro veloce di Sainz che riduce il gap da Verstappen ad 8.9

20.38 Verstappen al termine del 26° giro ha un vantaggio di nove secondi nei confronti di Sainz.

20.35 Anche Hamilton supera Alonso e conquista la terza posizione.

20.33 Sainz supera Alonso e torna secondo.

20.33 Leclerc supera Bottas e sale in settima posizione.

20.32 Hamilton si fa vedere negli specchietti da Sainz.

20.31 Sainz torna in pista terzo davanti ad Hamilton.

20.31 Sainz fa la prima sosta quando riparte gara.

20.30 Russell ne approfitta per fare il pit stop.

20.29 Problemi per Schumacher che si ritira. Viene applicata di nuovo la procedura della virtual safety car.

20.28 Leclerc passa Albon per l'undicesima posizione.

20.27 Giro veloce di Verstappen che riduce a 4.8 il gap da Sainz. Bottas supera Albon.

20.26 Leclerc non riesce ad attaccare Bottas e Albon.

20.24 Verstappen supera Alonso e si lancia alla caccia di Sainz.

20.23 Verstappen mette pressione ad Alonso.

20.22 Leclerc passa Norris e sale in dodicesima posizione.

20.21 Leclerc si avvicina a Norris.

20.20 Verstappen toglie il giro veloce a Sainz.

20.19 Hamilton supera Ocon.

20.17 Bandiera verde. La gara riparte.

20.16 Verstappen rientra in pista dietro ad Alonso. Prima sosta anche per Hamilton.

20.16 Pit stop per Verstappen. Sainz non si ferma ed è il nuovo leader della gara.

20.14 Perez è costretto al ritiro. Viene applicata la procedura della virtual safety car.

20.13 Problemi al motore per Perez che rallenta.

20.13 Magnussen va ai box per cambiare l'ala anteriore.

20.12 Nuovo giro veloce di Sainz che riduce il distacco da Verstappen a tre secondi.

20.11 Zhou supera Ricciardo per la nona posizione.

20.10 Sainz toglie il giro veloce a Verstappen, ma via radio dice che ha graining sulle gomme.

20.09 Russell passa Magnussen e conquista la quinta posizione.

20.09 Giro veloce di Verstappen che guadagna sette decimi a Sainz.

20.08 Hamilton è vicinissimo ad Alonso.

20.07 Sainz supera Alonso e si prende la seconda posizione.

20.06 Verstappen allunga e transita sul traguardo con 1.6 su Alonso a cui si sta avvicinando Sainz.

20.05 Leclerc passa Gasly.

20.04 Russell supera Schumacher e sale in settima posizione.

20.03 Verstappen prende la testa della corsa davanti a Alonso, Sainz e Hamilton.

20.00 La tensione sale: al via il giro di formazione.

19.59 Leclerc parte con le hard.

Dopo tre anni di assenza a causa della pandemia, il Canada è pronto a festeggiare il ritorno della Formula 1 a Montreal, con una gara che promette di regalare emozioni e colpi di scena come ieri nelle qualifiche, e di essere decisiva per il mondiale. A partire dalla prima posizione sarà Max Verstappen, che tornato in pole Sabato, è determinato ad approfittare della partenza dal fondo della griglia di Charles Leclerc, per andare in fuga nella classifica piloti vincendo per la prima volta sul circuito intitolato a Gilles Villeneuve. L'olandese per riuscirci dovrà impedire di superarlo al via a Fernando Alonso protagonista delle prove ufficiali, che nelle interviste ha lanciato la sfida al campione del mondo, e Venerdì ha avuto un ottimo passo con le hard.

Stesso obiettivo per Carlos Sainz che va a caccia di riscatto dopo aver commesso nuovamente un errore nell'ultimo tentativo nelle qualifiche, che l'ha costretto ad accontentarsi della terza posizione. Lo spagnolo dovrà passare subito Alonso e cercare di mettere pressione a Verstappen e non permettergli di allungare, per aiutare Leclerc e conquistare il primo successo della carriera. Al fianco di Sainz in seconda fila scatterà Lewis Hamilton, che se sul bagnato è tornato sui livelli delle passate stagioni confermandosi il Re della pioggia, in gara dovrà lottare con il porpoising che a Baku gli ha causato forti dolori alla schiena al termine del Gran Premio d'Azerbaijan, per cercare di risalire sul podio a quattro mesi dal Bahrain.

Alle loro spalle prenderanno il via le due Haas con Kevin Magnussen, che punta anche in gara a tagliare il traguardo quinto come a Sakhir, mentre Mick Schumacher è chiamato a concretizzare le sue migliori qualifiche in Formula 1 con la prima zona punti. Invece cercheranno di liberarsi subito delle due vetture americane, Esteban Ocon nettamente battuto ieri da Alonso, George Russell che dopo aver perso il duello in qualifica per aver azzardato le gomme d'asciutto, è deciso a rispondere al compagno di squadra e batterlo nuovamente in gara, e Daniel Ricciardo che come a Baku si aggiudica la sfida con Lando Norris rallentanto in Q2 da una perdita di potenza.

Invece cercherà di difendere la top ten Guanyu Zhou, per la prima volta in Q3 a differenza del compagno di squadra Valtteri Bottas, che si vuole riprendere il ruolo di prima guida transitando sotto la bandiera a scacchi nelle prime dieci posizioni. Deve cancellare le qualifiche Sergio Perez, andato a muro in Q2, che nel caso in cui non riuscisse a recuperare posizioni, dovrà  rallentare la rimonta di Charles Leclerc, come ha fatto tante volte l'anno scorso con Hamilton. Il pilota della Ferrari che partirà dal fondo della griglia per la sostituzione della power unit, dopo i problemi d'affidabilità ed i ritiri di Barcellona e Baku, cercherà almeno di transitare sotto la bandiera a scacchi in quarta posizione per limitare i danni nel mondiale, e sfruttare safety car o qualsiasi occasione che gli si presenti in gara, per inserirsi nella lotta per vittoria e podio. Come Perez e Leclerc, promettono di regalare spettacolo Pierre Gasly e Sebastian Vettel, eliminati in Q1 dopo aver chiuso in seconda e terza posizioni le FP3, che cercheranno di portare Alpha Tauri e Aston Martin in zona punti.

La gara prenderà il via alle 20.00 ora italiana.

Ultime da Formula 1

Da Moto.it

Pubblicità
Caricamento commenti...