• Prezzo
    da € 34.910
    a € 87.809
    Confronta
  • Lunghezza
    da 442 cm
    a 445 cm
  • Larghezza
    da 180 cm
    a 199 cm
  • Altezza
    da 141 cm
    a 145 cm
  • Posti
    5
  • Bagagliaio
    da 310 dm3
    a 1.210 dm3
  • Massa
    da 1.440 kg
    a 1.700 kg

Perchè comprarla

È tra le più recenti e innovative nel proprio segmento, la nuova Classe A due volumi, che rompe con il passato e si propone con tanta grinta e dotazioni di alto livello. Disponibile in una sola configurazione cinque porte, mostra i muscoli nelle linee apparendo abbastanza compatta, pur se lunga 4,29 metri. È indubbiamente tra le più interessanti del segmento, forte di un’immagine molto grintosa pur sempre pulita, abbinata alla qualità e la ricchezza di dotazioni tipica Mercedes. Non si ha il massimo dello spazio nella parte posteriore, ma alla guida, potendo scegliere, si ha tutto quanto di meglio disponibile a oggi, sia per dotazione e finiture, sia per dinamica che risulta molto valida.
Pubblicità
Ultimi video sulla Mercedes-Benz Classe A
7.5
Valutazione
AutoMoto.it
Ce l’hai? Vota subito
  • Le motorizzazioni, tutte Euro6, sono suddivise in due cilindrate per quelle a benzina e tre per il gasolio. Disponibile anche la trazione integrale 4Matic, ma solo per la 250, è invece per quasi tutte la valida trasmissione automatica 7G-DCT, con doppia frizione. Ne è escluso solo il diesel di accesso, che è diverso dagli altri anche nel DNA e punta alle esigenze di contenimento costi e carburante. Sono tre gli allestimenti, declinabili a scelta con vari pacchetti e accessori opzionali, andando a coprire un po’ tutti i gusti e le necessità, non solo estetiche: per integrare al meglio i propri ausili tipo Smartphone troviamo il sistema Command Online, mentre per la sicurezza ci sono Attention Assist e Collision Prevention Assist. Utile anche per una cinque porte dalle forme molto avvolgenti al posteriore, l’ausilio di parcheggio, con eventuale telecamera se voluta. L’allestimento o anche il solo pacchetto più sportivo, risulta davvero grintoso, dedicato a chi voglia una Mercedes in quel taglio molto ispirato ad AMG. La A 45 AMG lo è in toto: semplicemente il massimo in prestazioni e feeling sportivo, pur avendo un quattro cilindri 2000cc (tra i più potenti in assoluto) spinge davvero forte e richiama negli interni le sorelle più note, dotandosi inoltre della trazione integrale.
  • Diffusissime ma anche quasi sempre davvero molto usate, le prime A 168 sono ancora appetibili quando dotate di particolarità come un cambio automatico efficiente. Per il resto se in buono stato valgono tutto il prezzo (poco) della quotazione, salvo gli oneri di una normale manutenzione. Occhio solo alle versioni Euro2 benzina, che danneggiano il debimetro purtroppo integrato con la centralina motore (parecchio oneroso da sostituire, ma riparabile in Aftermarket). La A 169 di seconda generazione, oltre che appetibile, con le prime che sono quotate sotto i cinquemila euro, è oggettivamente meno fuori moda e solo le prime Euro4 benzina denotavano qualche raro guasto elettronico di cui tener conto per onerosità. La nuova A, che oggettivamente se fresca di concessionario non costa poco, domina invece per tenuta, grazie ad buon gradimento del mercato che garantisce a un paio d’anni dal debutto, quotazioni percentualmente sopra la media del segmento.
  • Alla sua apparizione nel 1997, la A serie 168 sconvolse il mercato portando una vera novità per le strade: prima vera piccola monovolume di pregio dalla sagoma assolutamente personale, si posizionava poco sopra le utilitarie più “evolute” spesso soppiantandole nei gradimenti di chi poteva pagarne il prezzo. Mercedes ben fece ad aprire questa nuova strada, con un pianale del tutto nuovo a trazione anteriore, ne sono infatti state prodotte più di un milione (con uno stabilimento di supporto anche in Brasile, oltre che in Germania). Molto forte la polemica dell’iniziale fallimento nel “test dell’alce” eseguito in Svezia, dopo che era già iniziata la vendita; nonostante molti poi pensassero per lungo tempo, che la classe A fosse una vettura “che si poteva ribaltare” il caso fu risolto in breve, con ausilio dell’ESP e di una correzione alle sospensioni, oltre che di ingenti risorse. I motori erano tutti quattro cilindri, benzina o gasolio, con i secondi sovralimentati, ma nessuno spiccava per potenza oltre la media. Nel 2004 arriva la seconda serie, la 169, che riprende tutto quanto seminato dalla precedente serie allargandosi dimensionalmente e implementando soluzioni elettroniche più evolute con uno stile coerente al nuovo decennio. Declinata in due versioni, cinque porte o coupé, la 169 usa motori via via più potenti (anche un 2000cc turbo benzina) ed ecologici, ottiene subito le cinque stelle per la sicurezza EuroNCAP. L’attuale terza serie, denominata 176, è del tutto differente rispetto alle precedenti: arriva sul mercato nell’autunno 2012, posizionandosi su un altro segmento e rivolgendosi a un target differente di automobilisti, in quanto due volumi, alzando così l’asticella su tutti i fronti veicolistici per competere con le rivali connazionali che erano il riferimento, prima del suo debutto. Tra le novità, il debutto in gamma delle versioni AMG, con trazione integrale e un motore di punta 2000cc sovralimentato che supera i 350CV. Sono poche le piccole serie in edizione limitata che Mercedes ha realizzato per la Classe A 169, connotate da un taglio più grintoso, oltre che ricche in dotazione, furono la Special Edition del 2009 e la Final Edition del 2012, per il mercato giapponese. Anche la serie 176 ha visto delle serie limitate dedicate al Giappone, come le Edition Next che usava parte dello stile AMG. Più consistente invece è stato l’impegno sul fronte dell’ecologia, applicando propulsioni alternative a un telaio che ben le avrebbe accolte. F-Cell è la A168 con energia elettrica derivata dall’idrogeno, che ha fatto varie apparizioni sulle strade, oltre a presenze statiche in eventi. Il pianale della Classe A prevedeva infatti già sulla carta in quegli anni, il teorico alloggiamento dei vari elementi di un impianto alternativo per la propulsione ecologica. Dal 2010 oltre che sulla A169, denominata E-Cell, è stata però la Classe B che ha evoluto maggiormente questa tecnologia con celle di combustibile, testandola su piccole serie anche in Europa.
  • Marca Mercedes-Benz
    Modello Classe A
    Segmento Tre volumi
    Inizio produzione 1997
    Prezzo da 34.910 € a 87.809 €
    Massa da 1.440 kg a 1.700 kg
    Lunghezza da 442 cm a 445 cm
    Larghezza da 180 cm a 199 cm
    Altezza da 141 cm a 145 cm
    Bagagliaio da 310 dm3 a 1.210 dm3
Pubblicità

Modelli top Mercedes-Benz